HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 154° giorno di guerra

Zelensky: “La Russia ha perso 40mila uomini”

La Russia ha perso quasi 40mila uomini da quando ha avviato l’operazione di invasione dell’Ucraina. A dichiararlo è stato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky: “Per quattro mesi, lo stato russo non ha fornito ai suoi cittadini alcuna informazione sulle perdite del contingente di occupazione. Silenzio totale. Nulla è stato pubblicato o detto in numerose interviste e discorsi a livello politico e militare. Tuttavia, questo numero è già quasi di 40mila, ovvero il numero di persone che l’esercito russo ha perso dal 24 febbraio. E altre decine di migliaia di persone sono state ferite”, ha affermato il capo dello stato ucraino nel corso del suo ultimo discorso alla nazione.

Sindaco Kharkiv, “la città colpita da una attacco missilistico”

Kharkiv è stata colpita da un attacco missilistico russo. A dichiararlo è stato su Telegram il sindaco Ihor Terekhov: “Alle 4:25 il distretto industriale di Kharkiv è stato bombardato. Sono arrivati ​​due missili S-300”, ha scritto Terekhov, precisando che “i soccorritori sono già sul posto, scavando tra i detriti. Non ci sarebbero vittime, ma finora si tratta solo di informazioni preliminari. Vorrei che fosse così”, ha aggiunto. Anche lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha diffuso un aggiornamento sulla situazione questa mattina, affermando che la Russia ha effettuato attacchi contro una serie di aree, tra cui Kharkiv, Chuguyiv, Shevelivka e Krasnopillya

Media, “bombardamenti ucraini su ponte strategico a Kherson”

Nella regione di Kherson, nel sud dell’Ucraina, occupata dai russi, sono stati segnalati nuovi attacchi delle forze ucraine allo strategico ponte Antonivskiy, che attraversa il fiume Dnieper. Lo riferisce il Guardian online specificando che le notizie non possono essere confermate in modo indipendente. “Esplosioni nell’area del ponte Antonivskiy”, hanno annunciato le forze armate ucraine in un aggiornamento su Telegram poco prima della mezzanotte, insieme a un video che mostrerebbe una raffica di colpi. “Secondo quanto riferito, abbiamo un altro pesante attacco ucraino sul ponte Antonivskiy, la principale linea di rifornimento russa nella Kherson occupata”, si legge in tweet di Illia Ponomarenko, giornalista del Kviv Independent.

Gas, raggiunto l’accordo Ue per il piano con taglio del 15%: ecco cosa prevede

L’Unione ha deciso: i rappresentanti dei Paesi europei si sono trovati concordi a rivedere al ribasso l’utilizzo del gas il prossimo inverno. Il Consiglio ha stabilito anche delle eccezioni per quei Paesi membri che non sono legati ad altri o che hanno il sistema sincronizzato con le reti elettriche. “Secondo questo sistema di regole, l’Italia dovrà tagliare il 7% dei propri consumi”, ha commentato il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani .

Guerra in Ucraina oggi, la posizione riguardo al conflitto e al coinvolgimento dell’Italia

In lieve aumento la quota di chi crede che in qualche modo la Nato costituisca una minaccia per la Russia (29%), ma la condanna all’invasione rimane maggioritaria (40%).

Divisione assoluta sulla priorità al momento: un terzo propende per la fine immediata delle ostilità a qualsiasi costo e un altro terzo è invece per la linea del pugno duro con Mosca, anche rischiando di far durare a lungo le ostilità.

Il sostegno all’Ucraina rimane sotto il 50%, meno di un italiano su due (47%) supporta Kyiv e oltre 4 su dieci non si schierano, inoltre si riduce a 2 punti il divario tra favorevoli e contrari alle sanzioni imposte alla Russia, mentre uno su cinque non si esprime.

Se è minima la parte di italiani che rivela di parteggiare per la Russia (9%), esiste la percezione che siano oltre due volte tanto quelli che stanno con Mosca (21%).

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment