Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.

Per questo Lecce-Frosinone di sabato per il centrocampista giallorosso sarà una gara particolare.

Paganini, e non poteva essere diversamente dopo che per otto stagioni ha giocato con la maglia della compagine frusinate ha parlato oggi del prossimo impegno agonistico.

Il Lecce si prepara ad affrontare un nuovo big match, anche questo tra le mura amiche, con il fermo proposito di ottenere il massimo risultato dopo il punto ottenuto nella partita giocata contro il Venezia.

Si spera così di accelerare il passo ottenendo l’ottavo risultato utile consecutivo e staccando così (ora sono alla pari a 19 punti) in classifica il Frosinone.

Ieri, nonostante il giorno di festa, i salentini hanno svolto una doppia seduta di allenamento: la mattina in palestra, il pomeriggio in campo. Si è allenato in differenziato, ancora, Marco Calderoni, mentre l’altro terzino Claud Adjapong, ha interrotto anzitempo la seconda seduta a causa di un trauma distorsivo alla caviglia destra. Le sue condizioni saranno valutate nel corso dei prossimi giorni.

Ovviamente, uno dei protagonisti più attesi del prossimo incontro è però lui, Luca Paganini.

Dopo i primi calci nelle giovanili della Roma, nel 2002 è passato al Frosinone, e qui dopo aver fatto tutta la trafila nel 2010 entra a far parte della prima squadra. Diventa uno dei punti fissi dei ciociari ed entra nella storia del club con la prima, storica, promozione in Serie A dei frusinati. Peraltro segando una rete al Lecce nel corso dei play off.

Ha esordito nella massima serie nel 2015 e ad ottobre segna la sua prima rete in A (Frosinone-Sampdoria 2-0). Insomma, è stata una colonna delle maggiori fortune degli ultimi anni del Frosinone (in totale 79 gare e 26 reti in maglia gialloblu) ed ora, dopo 18 anni in terra ciociara, è arrivato il momento per lui di trovarsi di fronte, da avversario, la maglia gialloblu.

“Sarà molto emozionante giocare contro il Frosinone, ritroverò sicuramente tanti amici e le emozioni saranno molte – ha affermato il calciatore giallorosso – Siamo in linea con quanto prefissato a inizio campionato, ma non ci vogliamo fermare qui e raggiungere altri importanti obiettivi e fare sempre meglio in classifica.

Qui a Lecce svolgo un ruolo che non facevo da un po’, ma a ogni modo con il trascorrere delle gare va sempre meglio. Questo grazie anche ai miei compagni che mi aiutano molto.

Capita durante le partite di rilassarci qualche minuto e proprio in quei frangenti subiamo gol, per questo bisogna lavorare ancora di più per fare sì che non ci siano cali durante le partite.

Ci attende un calendario fitto, con sfide ravvicinate e molte delle quali saranno scontri diretti e per questo bisognerà lavorare molto, concentrarsi e farci trovare pronti. Il Campionato di B è pieno di insidie.

I compagni mi hanno accolto molto bene. Siamo uniti tra noi e in grado di farci forza a vicenda nei momenti difficili. Nel gruppo c’è molto entusiasmo.

Non dimenticherò mai il pubblico di Lecce nella finale Play Off per la promozione al torneo cadetto. Purtroppo gli spalti sabato saranno vuoti e spetterà a noi sopperire alla mancata carica che danno i tifosi”.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment