Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàACCORDO UNISALENTO E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA ALBANESE

ACCORDO UNISALENTO E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA ALBANESE

ACCORDO UNISALENTO E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA ALBANESE

Diritto penale, processuale penale e penitenziario memorandum di cooperazione tra Università del Salento e Ministero della Giustizia della Repubblica d’Albania

È stato sottoscritto nei giorni scorsi a Tirana dal Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice e dalla Ministra della Giustizia della Repubblica d’Albania Etilda Gjonaj, alla presenza dell’ambasciatore Fabrizio Bucci, un memorandum di cooperazione bilaterale in materia giuridica: l’accordo prevede la promozione di iniziative scientifiche e didattiche, sia in Italia che in Albania, per lo studio e la divulgazione delle rispettive legislazioni nazionali in particolare in materia di diritto penale, diritto processuale penale e diritto penitenziario.

L’accordo è stato raggiunto dopo il lavoro preparatorio condotto dal professor Rossano Ivan Adorno, docente UniSalento di Diritto processuale penale e Diritto dell’esecuzione penale, e da Francesco Mandoi, Magistrato di Collegamento presso il Ministero della Giustizia della Repubblica d’Albania.

Responsabili scientifici dell’accordo sono lo stesso professor Adorno per l’Università del Salento, e Aulona Mersini, Consigliera della Ministra della Giustizia della Repubblica d’Albania.

«L’accordo intende instaurare un rapporto di collaborazione tra le parti, nel quale le attività di ricerca e didattiche dell’Università del Salento e le attività del Ministero della Giustizia della Repubblica d’Albania possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente», spiega il professor Adorno, «I docenti del nostro Ateneo coopereranno nell’elaborazione, secondo le risultanze più attuali della dottrina giuridica, delle proposte di legge negli ambiti e nelle materie di competenza del Ministero della Giustizia della Repubblica d’Albania, con particolare riferimento al diritto penale, al diritto processuale penale e al diritto penitenziario. In questa prospettiva, saranno promosse iniziative scientifiche e didattiche e sviluppate relazioni tra i membri dell’Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia della Repubblica d’Albania e i docenti dell’Università del Salento, che consentiranno alle parti di tenersi aggiornate scambiando informazioni, dati, statistiche e testi legislativi».

Dopo gli incontri presso il Ministero della Giustizia, il Rettore e la delegazione italiana, composta anche dal professor Adorno e dal dottor Mandoi, hanno proseguito la missione con una visita presso il Ministero dell’Educazione, dello Sport e della Gioventù della Repubblica d’Albania, dove ha avuto luogo un incontro con il vice Ministro Olti Rrumbullaku per discutere di potenziali nuove sinergie nel campo dell’istruzione.

«Dopo la visita della Ministra Gjonaj nel nostro Ateneo lo scorso settembre, abbiamo accolto il suo invito a recarci a Tirana per suggellare questo accordo di collaborazione e creare i presupposti per nuove e ancor più stimolanti iniziative di cooperazione in ambito giuridico e sociale, consci che l’Albania, oltre a essere un Paese a tutti noi molto caro, sia anche la porta dei Balcani, una regione fondamentale per lo sviluppo delle nostre due economie», sottolinea il Rettore Fabio Pollice, «A breve rafforzeremo la nostra presenza in Albania di concerto con gli altri Atenei pugliesi e getteremo le basi per una stabile collaborazione in ambito didattico e scientifico, promuovendo altresì lo sviluppo di legami sinergici tra il sistema produttivo pugliese e quello albanese, così come l’interazione culturale tra le comunità delle opposte sponde. Alla Ministra Gjonaj, persona di grande sensibilità culturale, la mia profonda gratitudine per l’attenzione riservata al nostro Ateneo e al nostro territorio».

In allegato un’immagine realizzata dopo la sottoscrizione dell’accordo; al centro la Ministra Etilda Gjonaj con il Rettore Fabio Pollice e il professor Rossano Ivan Adorno  (fonte: Ambasciata d’Italia a Tirana).

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment