Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportAL DEBUTTO IL LECCE HA FATTO VEDERE BUONE POTENZIALITÀ

AL DEBUTTO IL LECCE HA FATTO VEDERE BUONE POTENZIALITÀ

AL DEBUTTO IL LECCE HA FATTO VEDERE BUONE POTENZIALITÀ

Il commento della partita di sabato pomeriggio, contro un ben organizzato Pordenone, non può non essere formulato senza tener conto di alcune considerazioni

La prima, forse la più importante, è che si trattava della “prima” di campionato sul terreno su cui appena due mesi addietro si era giocato un match di serie A; un certo stress psicologico potrebbe aver bloccato quei calciatori (sette/undicesimi) ad essere presenti in entrambe.

Il Lecce di sabato era basato sul blocco degli anziani e quattro dei nuovi acquisti (tutti hanno fornito un’ottima prova) per cui l’amalgama è ancora da perfezionare; senza calcolare che Corini non ha potuto usufruire di Falco, Tachtsidis e Paganini che sono pedine importanti

Il Lecce del primo quarto d’ora era ancora imballato dal lavoro svolto in sede di preparazione e per questo impiegava più del previsto per apparire squadra padrona del proprio gioco ma col passare dei minuti ha acquistato coscienza e, pur senza fare cose eccezionali, ha meritato ampiamente la divisione della posta con un avversario meritevole anch’esso.

Ed a questo proposito un ultima considerazione, il Pordenone ha dimostrato di essere un’ottima squadra come complesso con alcune interessanti individualità e che quanto fatto di buono la scorsa stagione, avrà  un seguito anche in questa.

Tutto ciò premesso il giudizio finale della prestazione può essere solo di attesa. si vede la mano di Corvino (gli acquisti giusti alle occorrenze) e quella di Corini che ha già dato un indirizzo di gioco preciso alla squadra e che tutti sono pronti a seguirlo.

Di attesa, sì, ma carichi di fiducia per seguire un Lecce all’altezza della situazione e pronto a ben figurare nel torneo, appena iniziato.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment