Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportALESSANDRO TUIA: “LAVORIAMO PER RITROVARE LA BRILLANTEZZA DEL GIRONE D’ANDATA”

ALESSANDRO TUIA: “LAVORIAMO PER RITROVARE LA BRILLANTEZZA DEL GIRONE D’ANDATA”

ALESSANDRO TUIA: “LAVORIAMO PER RITROVARE LA BRILLANTEZZA DEL GIRONE D’ANDATA”

Oggi protagonista in sala stampa è stato Alessandro Tuia, difensore centrale dei giallorossi, che in carriera ha vinto tre campionati cadetti ma che qui a Lecce ha patito un lungo infortunio – circa tre mesi – che lo ha costretto a saltare diverse partite. Ospite, appunto, in sala stampa ha detto:

“Ho avuto abbastanza infortuni lunghi, ma so anche come viverli, nei periodi di stop bisogna solo pensare a ritornare in campo nel miglior modo possibile. Ci stiamo preparando per le ultime gare, dobbiamo ritrovare quella brillantezza dell’andata, ma il calo è forse dovuto anche ai molti turni infrasettimanali, questa sosta è arrivata al momento giusto per ricaricare le energie. Ho vinto diversi campionati di B, ma non ricordo altri tornei nei quali, come sta avvenendo in questo, siamo in tanti nelle prime posizioni. È necessario sempre parlare di unione della squadra, a inizio anno ho detto che saremmo potuti essere la sorpresa e adesso, a sette gare dalla fine, non ci possiamo più nascondere e dobbiamo affrontare questi impegni con umiltà”.

Sulla concorrenza per il suo ruolo preferito Tuia è stato chiarissimo

“La competizione nei reparti? Credo che ci debba essere sempre una sfida tra compagni di squadra, penso sia un bene soprattutto per l’allenatore che può scegliere al meglio, ma questo non è il momento di egoismi e bisogna dare il proprio apporto anche soffrendo dalla panchina”.

Sull’esonero di Inzaghi, con cui ha lavorato a Benevento

“Ieri ho scritto a Inzaghi, dicendogli di essere dispiaciuto, ma non ho chiesto i particolari, ma ritengo sia abbastanza folle ciò che è accaduto a Brescia, con una squadra a quattro punti dalla vetta. Con lui ho un bel rapporto e abbiamo fatto grandi cose insieme e la sua esperienza da grandissimo calciatore che ha vinto tanto, è l’ideale per instaurare ottimi rapporti con i calciatori”.

Cosa serve al Lecce per la promozione

“Credo che serviranno 15/17 punti per la promozione, la squadra ci ha sempre messo il cuore anche quando non era brillante dal punto di vista fisico, dobbiamo ritrovarci ed essere noi stessi, la Cremonese penso sia la squadra più attrezzata, ha mantenuto alto l’atteggiamento e penso arriverà fino in fondo”.

Sul prossimo impegno del Lecce

“Con il Frosinone sarà difficile, sanno quello che fanno in campo, sono giovani, veloci davanti e bisogna fare attenzione”.

Chi lo ha impressionato di più fra i compagni?

“Credo che Hjulmand in questa stagione sia stato fondamentale per percorso di crescita e continuità, mi ha sorpreso molto, ma tutti i giovani mi hanno impressionato, non ho mai trovato tanti ragazzi che lavorano sempre senza lamentarsi mai, l’esempio principale è Bjorkengren che ha giocato di meno, ma ha sempre dato tanto”.

L’esperienza leccese

“L’idea di comprare casa qui c’è stata, ma adesso lo sto costruendo nel mio paese e in futuro penso si possa fare, perché si vive bene. Trovarsi in vacanza nel Salento e firmare il contratto è stata una coincidenza molto piacevole”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment