Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di oggi Mercoledì 25 Marzo 2020

Tredicesima settimana dell’anno 2020

Giorni dall’inizio dell’anno: 85 * giorni alla fine dell’anno 281

Il sole sorge a Roma alle 6.03 e tramonta alle 18.28 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 5.47 e tramonta alle 18.12 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Annunciazione del Signore 

ACCADDE OGGI: 1945 – Debutta Napoli milionaria di De Filippo:

Napoli vive le fasi conclusive del secondo conflitto mondiale, tra rastrellamenti nazifascisti e bombardamenti alleati. Un’altra guerra sta per abbattersi sulla famiglia di Gennaro Iovine e in generale sul popolo partenopeo, colpevole e insieme vittima di una mancata ricostruzione materiale e morale e di una “nottata” non ancora trascorsa.

Un lucido e profetico affresco della sua città che Eduardo De Filippo traspose nella commedia Napoli milionaria, portata in scena per la prima volta al Teatro San Carlo di Napoli, il pomeriggio del 25 marzo 1945. Scritta a guerra ancora in corso, segnò una fase di svolta nella produzione del grande drammaturgo che cominciò ad emergere come protagonista dei suoi lavori (mentre Titina figurava ancora nella compagnia, con Peppino si era già consumata la separazione).
Tradotta in un film (nel cast anche Totò) nel 1950 e in un dramma lirico (musicato dal celebre Nino Rota) nel 1977, la commedia fece entrare nel linguaggio comune l’espressione «Adda passà ‘a nuttata», ad indicare l’attesa per la fine di un momento difficile.

NACQUERO OGGI

1940 – Mina (Mina Anna Mazzini) – cantante/ex conduttrice TV

1942 – Aretha Franklin – cantante gospel

1947 – Elton John – cantautore

1981 – Gianluca Pegolo – calciatore

LA FRASE CELEBRE:

Quando vi si propone troppo grasso partito, non correte all’invito: chè spesso poi si trova che lì gatta ci cova (L. Clasio).

IL PROVERBIO:           

Chi sa fa e chi non sa insegna.

I DOODLE DI GOOGLE: Evliya Çelebi:

Il Seicento nella letteratura turca va sotto il nome di epoca postclassica, il cui autore più rappresentativo è Evliya Celebi. Nato a Costantinopoli nel 1611 da famiglia agiata, fu educato dagli ulema della corte imperiale e a 30 anni nominato aiutante di Malek Ahmed Pascià, futuro gran visir. In questo periodo iniziò a viaggiare sia all’interno dell’impero ottomano che in altri paesi europei e del Mediterraneo.

I suoi appunti su edifici, mercati e cultura, furono raccolti in un’opera di 10 volumi, dal titolo Seyahatname (Libro dei Viaggi), oggi considerato una testimonianza attendibile dei luoghi dell’impero e in particolare di Istanbul. Nel 2011, a quattro secoli dalla nascita dello scrittore, Google ha pubblicato un doodle locale (visibile in Turchia) per ricordarlo.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment