Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di oggi Venerdì 22 Maggio 2020

Ventunesima settimana dell’anno 2020

Giorni dall’inizio dell’anno: 143 * giorni alla fine dell’anno 223

Il sole sorge a Roma alle 4.43 e tramonta alle 19.30 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 4.31 e tramonta alle 19.12 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Rita da Cascia  

OGGI È: Giornata internazionale della diversità biologica

La Giornata mondiale della biodiversità  (in inglese International Day for Biological Diversity) è una festività  proclamata nel 2000 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per celebrare l’adozione della Convenzione sulla Diversità  Biologica (Convention on Biological Diversity). Viene celebrata ogni anno il 22 maggio, dedicata alla difesa e alla tutela della biodiversità .

ACCADDE OGGI: 1939 – Siglato a Berlino il “patto d’acciaio”

Nasce “l’Asse” fra Italia e Germania

Nella cancelleria del Reich, a Berlino, i ministri degli esteri, Joachim Von Ribbentropp e Galeazzo Ciano, firmano il “patto d’acciaio” fra la Germania nazista e l’Italia fascista. Il patto impegna le due potenze dell’Asse a darsi reciproco aiuto, politico, diplomatico e anche militare -in caso di conflitto- nella difesa dei rispettivi “interessi vitali”. Il patto obbliga anche i due Paesi a non firmare eventuali trattati di pace separatamente. La durata del trattato è inizialmente fissata in dieci anni. Il patto d’acciaio rappresenta un’importante premessa diplomatica per l’attacco alla Polonia del 1° settembre 1939 e l’inizio della Seconda Guerra Mondiale.

EVENTO SPORTIVO:

1996 – La Champions è della Juventus:

Allo stadio Olimpico di Roma scendono in campo la Juventus e l’Ajax per contendersi la Champions League 1995/96, la prima edizione con la vittoria che vale tre punti.

I bianconeri, allenati da Marcello Lippi, hanno eliminato nei quarti il Real Madrid e in semifinale il Nantes. Gli olandesi del portiere Edwin Van der Sar hanno superato il Borussia Dortmund e il Panathinaikos.

Dopo i tempi supplementari il risultato è inchiodato sull’1 a 1, in virtù delle reti di Fabrizio Ravanelli per la Juve e di Jari Litmanen per i biancorossi. Dopo 120 minuti di gioco, quindi, si passa alla lotteria dei rigori, sempre per cuori forti soprattutto quando la posta in palio è di grande valore.

Dal dischetto per l’Ajax Litmanen e Scholten sono precisi, mentre Davids e Silooy non segnano. I rigoristi della Juventus (Ferrara, Pessotto, Padovano e Jugović), invece, non sbagliano!

Il capitano Gianluca Vialli solleva, dunque, la coppa dalle grandi orecchie, che dopo due anni torna in Italia.

 

2010 – L’Inter dopo 45 anni vince la Champions:

Al Santiago Bernabéu di Madrid è lo stadio ospitante la finale della UEFA Champions League 2009/10. Sono di fronte l’Inter (che ha eliminato in semifinale il Barcellona) e il Bayern Monaco (che ha superato il Lione).

I nerazzurri di José Mourinho s’impongono sui tedeschi con una doppietta di Diego Milito e conquistano dopo 45 anni il trofeo, il terzo della loro storia (il precedente nel 1964/65). In virtù di questa vittoria storica parteciperanno alla Supercoppa UEFA 2010 (sconfitti poi dall’Atletico Madrid) e alla Coppa del mondo per club FIFA 2010 (vinta battendo in finale i congolesi del TP Mazembe).

NACQUERO OGGI:

1924 – Charles Aznavour (+2018) – cantante

1970 – Naomi Campbell – modella

1987 – Arturo Vidal – calciatore

1987 – Novak Diokovic – tennista

LA FRASE CELEBRE:

Chi si lamenta che qualcuno sia morto, si lamenta che costui fosse un uomo. (Seneca)

IL PROVERBIO: 

Maggio maggione non ti levare il cappottone.

I DOODLE DI GOOGLE: La pittrice americana Mary Cassatt:

Ribellandosi alla mentalità arcaica della famiglia, la statunitense Mary Cassatt si lasciò guidare dal fuoco sacro dell’arte che la portò in Europa, in particolare in Francia. Qui rimase affascinata da grandi maestri come Delacroix e Courbet ammirati all’Esposizione universale di Parigi del 1855. L’incontro determinante avvenne più tardi, nel 1877, quando venne spinta da Edgar Degas ad esporre le proprie opere con gli Impressionisti.

Motivo ricorrente dei suoi dipinti è la quotidianità delle donne e in particolare il legame tra madre e bambino, ripreso nell’opera The Child’s Bath (esposto all’Art Institute di Chicago), cui si è ispirata Google per disegnare il doodle globale, pubblicato nel 2009 a 165 anni dalla nascita della pittrice.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment