Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Sabato 12 Settembre 2020

Trentasettesima Settimana dell’Anno 2020

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 256 * Giorni mancanti alla fine dell’anno 110

A Roma il sole sorge alle 05.48 e tramonta alle 18.23 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 5.36 e tramonta alle 18.04 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santissimo Nome di MariaSan Guido

OGGI È: Giornata internazionale senza sacchetti di plastica

Vengono usate in media 12 minuti ma rimangono sulla Terra per 200 anni.

Sono dappertutto: nelle case, per le strade, sulle spiagge, nei nostri mari. Le utilizziamo distrattamente, senza alcuna moderazione, eppure i danni che causano all’ambiente sono gravissimi. Stiamo parlando delle buste di plastica e del loro uso ed abuso.

Proprio per tentare di sradicare questa abitudine, il 12 settembre a partire dal 2009 per iniziativa di MCS (The Marine Conservation Society), società inglese non profit dedicata alla conservazione dell’ecosistema marino, si celebra la Giornata internazionale senza sacchetti di plastica una giornata in cui tutti noi saremo invitati a non accettare o usare sacchetti in plastica e a servirci, per trasportare i nostri acquisti, di borse riutilizzabili.

Sue Kinsey, Capo progetto del programma inquinamento di MCS ha dichiarato: “Speriamo che questa fantastica iniziativa funga da stimolo per coloro che ancora non riescono a fare a meno dei sacchetti. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti perché la giornata si trasformi in un successo. Dobbiamo poter dimostrare che è possibile con la prevenzione eliminare facilmente una fonte di inquinamento da plastica che è la piaga di tutti i paesaggi e una reale minaccia per la fauna marina. Anche in Canada e alle Hawaii alcuni gruppi e associazioni prenderanno parte all’evento per farne una vera giornata internazionale”.

ACCADDE OGGI: 1958 – Kilby annuncia l’invenzione del microchip:

Pc, smartphone, smart card, carte di credito e tanti altri dispositivi che scandiscono la quotidianità di milioni di persone, non potrebbero funzionare senza quel nucleo vitale che risiede nel circuito integrato o microchip.
Questo prezioso componente elettronico, che in poco spazio concentra più funzioni (transistor, diodi etc), è stato messo a punto per la prima volta dall’ingegnere statunitense Jack Kilby, nell’estate del 1958. Costui, da dipendente della Texas Instruments, vi lavorò mentre i suoi colleghi erano in ferie e il 12 settembre dello stesso anno lo presentò all’amministratore dell’azienda.

Il dispositivo si presentava come una piastrina di germanio su cui era attaccato un vetrino con transistor e altri componenti. Una forma rudimentale in seguito perfezionata da Robert Noyce (cofondatore dell’Intel), che sostituì il germanio con il silicio, tuttora il materiale più utilizzato. Lo stesso Noyce contestò a Kilby la paternità dell’invenzione del microchip, dando inizio a una lunga diatriba, simile a tante createsi per altre fondamentali invenzioni (in primis il telefono).

Sta di fatto che la scienza ufficiale premiò le ricerche di Kilby, assegnandogli nel 2000 il Nobel per la Fisica, «per il suo ruolo nell’invenzione del circuito integrato e per il lavoro di base nella tecnologia dell’informazione e della comunicazione».

EVENTO SPORTIVO – 1993 – L’Italvolley campione d’Europa:

In Finlandia 12 squadre si sono affrontate nei XVIII campionati europei di pallavolo maschile. L’Italia ha vinto il suo secondo titolo continentale, avendo battuto in semifinale la Germania per 3-0 e l’Olanda in finale per 3-2.

NACQUERO OGGI:

1952 – Pierluigi Marzorati – ex basket

1964 – Paola Turci – cantautrice

1978 – Elisabetta Canalis  – showgirl

LA FRASE CELEBRE (Aforisma):

Quando un testatore non vissi ha lasciato niente, probabilmente vi voleva risparmiare le imposte di successione. (Peter Ustinov)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Settembre ventoso e dorato, è bello e fortunato.

I DOODLE DI GOOGLE: Scoperta delle Grotte di Lascaux:

Nel 2010 con un doodle nelle pagine francesi, Google ricorda il sessantesimo anniversario della scoperta delle Grotte di Lascaux, avvenuta il 12 settembre 1940 da parte di quattro ragazzi francesi. Le caverne, situate nella Francia sud-occidentale, sono molto importanti per la presenza di diverse opere di arte parietale risalenti al Paleolitico superiore (alcune risalgono addirittura a ben 17.500 anni fa!). Sono presenti quasi 2.000 immagini, rappresentanti animali (in particolari equini), figure umane e segni astratti. Vi è anche l’uro, un grande bovino oggi estinto. Nel 1979 le grotte sono state inserite nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment