Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di Martedì Primo novembre 2016

Quarantaquattresima settimana

Giorni dall’inizio dell’anno: 306 * Giorni rimanenti alla fine dell’anno 60

A Roma il sole sorge alle 06:44 e tramonta alle 17:03  (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 06:26 e tramonta alle 16:42 (ora solare)

 

OGGI SI FESTEGGIA

Commemorazione di Tutti i Santi

 

OGGI È

Ognissanti: La festa di Ognissanti (Tutti i Santi) è una solennità religiosa che si è tramutata in festa anche civile. Per il cattolicesimo è festa di precetto (ossia, è obbligo partecipare alla celebrazione eucaristica) ed è seguita dal giorno dedicato ai defunti, in linea con un’antica tradizione che immagina che essi ritornassero nei luoghi che avevano frequentato in vita.

 

ACCADDE OGGI

unione_europea

1993 – Nasce l’Unione Europea: Con l’entrata in vigore del Trattato di Maastricht inizia un percorso politico cruciale per il Vecchio Continente, che ha come obiettivo il raggiungimento, avvenuto nel 1999, dell’unificazione economica-monetaria: è l’atto di nascita formale dell’Unione Europea.

È un passaggio storico che porta a maturazione quel processo unitario iniziato con il Trattato di Roma del 1957, che aveva dato vita alla Comunità Economica Europea. Il trattato prende nome dalla città olandese dov’è stato sottoscritto il 7 febbraio del 1992, dai dodici paesi membri della CEE (Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna).

Dopo la firma è stato ratificato dai vari parlamenti nazionali (in Italia nell’ottobre del 1992), il cui assenso ne ha consentito l’entrata in vigore. Tra i nove punti dell’accordo, oltre all’unione economica-monetaria, si stabiliscono i criteri di una Politica estera e di sicurezza comune, si definiscono i poteri dell’europarlamento e si stabiliscono regole comuni in materia di visti e permessi di soggiorno.

In questo e nei successivi trattati si parlerà di Ecu (dall’acronimo inglese European Currency Unit, o “Unità di conto europea”) per indicare la futura moneta unica. A partire dal Consiglio europeo di Madrid del 1995 si opterà per il nome Euro, come forma abbreviata di Europa.

Una scelta motivata dal fatto che il termine “ecu” ha un significato preciso sia in inglese che in francese (in questo secondo caso traduce “scudo”). Al contempo si scoprirà che nella lingua tedesca l’espressione “ein ecu”, cioè un ecu, genera lo stesso suono di eine kuh, ossia “una mucca”.

Nel 2013, dopo l’adesione della Croazia, l’Unione Europea arriva a contare 28 stati membri. Altre sei nazioni sono candidate ad entrarvi, l’ultima in ordine cronologico è l’Albania (con domanda approvata nel giugno del 2014).

 

AVVENIMENTO SPORTIVO

1897 – Nasce la Juventus: Un gruppo di giovani under 17, del Liceo Massimo D’Azeglio, riuniti su una panchina di Corso Re Umberto a Torino: può sembrare una normale scena di vita giovanile di fine Ottocento ma una loro decisione è destinata a cambiare la storia del calcio in Italia.

Ammaliati dal gioco inglese del football, fondano una squadra di calcio con il nome di Sport Club Juventus, dal latino iuventus(gioventù, a sottolineare la loro età), che in seguito diventa Juventus Football Club.

Debutta nel primo campionato del 1900, con una maglia rosa con cravatta e calzoncini neri; solo tre anni dopo viene sostituita con una maglia a strisce verticali bianconere, prendendo ispirazione dal Nottingham.

Nel 1905 arriva il primo titolo di Campione d’Italia e da allora per i bianconeri è un susseguirsi di successi in Italia e all’Estero. La Vecchia Signora, com’è anche conosciuta, vince ufficialmente 32 scudetti, 11 Coppe Italia e 7 Supercoppe italiane, oltre a vari trofei internazionali.

 

NACQUERO OGGI

1905 – Aldo Fabrizi – attore

1962 – Antony Kiedis – leader del gruppo rock Red Hot Chili Peppers

 

FRASE CELEBRE

Impara bene chi impara dal pericolo corso da un altro (Plauto)

 

IL PROVERBIO

Negli ordini pari, i pareri son dispari

 

IL SEGNO ZODIACALE

Scorpione (23 ottobre – 22 novembre)

Personalità

Complesso, tormentato e misterioso, possiede una lucidità istintiva che lo spinge a penetrare nei più profondi segreti dell’anima. Acuto osservatore di tutto ciò che accade intorno a lui, non si lascia sfuggire alcuna occasione per apprendere, conquistare, dominare, o sconfiggere chi si opponga ai suoi piani.

Quando ha raggiunto i suoi scopi è pronto per nuovi obiettivi e nuove imprese, cambiando strategie, idee, pensieri. Come un serpente muta la sua pelle, così lo Scorpione si sbarazza della propria e si presenta agli altri come una persona completamente diversa

Lavoro

Un lavoro “normale”, abitudinario, senza stimoli né rischi non fa per lui: uno Scorpione non sceglie mai la via più facile o la più semplice. Anche nel lavoro ha bisogno di sensazioni forti, di situazioni difficili che gli consentano di dare il meglio di sé.

Salute

In genere non si cura molto del suo stato di salute ed è insofferente verso qualsiasi norma preventiva o di prudenza. Va fino in fondo alle sue riserve d’energia, e malgrado ciò, ma anche grazie alla sua enorme forza vitale, riesce a passare indenne attraverso le annuali, ricorrenti epidemie. Quando si ammala (e questo accade raramente) è un pessimo paziente, non segue mai le cure prescritte dal medico o, per lo meno, non fino alla fine, ciò nonostante riesce a stupire tutti con miracolose guarigioni

In amore

La vita affettiva dello Scorpione è un turbinìo di passioni e di colpi di scena. Egli s’immerge profondamente in un universo dominato dalla sessualità, dagli amori travolgenti e da comportamenti spregiudicati. Con grande disinvoltura vive oggi una storia sentimentale con una persona e il giorno successivo farà lo stesso con un’altra, e quando deciderà di innamorarsi veramente, sarà lui a decidere con chi, come e quando. Se troverà l’anima gemella, ecco ciò che questa non deve fare per continuare a conservare il suo amore e la sua dedizione. Prima di tutto non deve rendergli le cose troppo facili, lo Scorpione adora infatti le situazioni difficili e considera meritevole d’attenzione solo quello che conquista a prezzo di strenue lotte.

 

I DOODLE DI GOOGLE

La Storia di Genji: Un uomo e una donna vestiti con abiti di corte del periodo Helan (il nostro alto medioevo) che si scambiano effusioni amorose, fanno da protagonisti nel doodle mostrato da Google nel 2008, nella versione giapponese. È l’immagine scelta per ricordare il millesimo anniversario della pubblicazione di Genji monogatari (in italiano “Storia di Genji”), capolavoro della letteratura giapponese e da alcuni considerato come il primo esempio di romanzo moderno.

Scritto dalla dama di corte Murasaki Shikibu e suddiviso in 54 capitoli, ripercorre la vita di Genji, soprannominato a corte il «principe splendente» per l’intelligenza, la cultura e la bellezza che lo contraddistinguono e per le quali è amato da diverse donne. La sua frenetica vita amorosa, dedita al concubinaggio (ammesso a quei tempi), incarna il significato del «mono no aware», che nella filosofia giapponese traduce la consapevolezza della precarietà delle cose unitamente al senso di amarezza nel vederle trascorrere.

Nonostante sia di difficile comprensione per un lettore moderno (i nomi dei personaggi, ad esempio, cambiano nel corso della trama perché legati al rango, al colore degli abiti, etc. e perché, in quel periodo, chiamare qualcuno per nome era sinonimo di volgarità), il Genjii monogatari è ancora oggi una preziosa fonte d’ispirazione per gli scrittori contemporanei e da esso sono stati tratti tre manga (inediti in Italia).

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment