Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Martedì 09 Febbraio 2021

Sesta Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 40 * giorni mancanti alla fine dell’anno 325

A Roma il sole sorge alle 07.13 e tramonta alle 17.36 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 06.49 e tramonta alle 17.13 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Apollonia   

OGGI È: Giornata mondiale della Lingua Greca

Il 9 febbraio, giorno della memoria del poeta nazionale greco, Dionysios Solomos, celebriamo la giornata mondiale della lingua greca. Per chi non lo sapesse, questa è un’iniziativa che ha avuto origine proprio in Italia, poiché ebbe inizio come una visione della diaspora greca qui. Successivamente istituita con l’accettazione unanime e solenne del Parlamento ellenico viene oggi celebrata dalle comunità greche, organizzazioni di expats, amici della Grecia e della sua cultura nel mondo.

Personalmente non credo  sia stata una casualità il fatto che quell’idea fosse venuta  a dei greci che si trovavano in Italia. Credo che qualsiasi greco possa ritenersi fortunato nel vivere in questo Paese: è ben noto come gli italiani abbiamo sempre manifestato la loro spontanea vicinanza sia al popolo che alla cultura ellenica.  È quindi perfettamente naturale in un ambiente simile, in un paese dalla storia così longeva e importante che ha altresì contribuito in modo decisivo alla formazione della cultura globale, trovare la giusta ispirazione per la formazione e la promozione di idee innovative, come la Giornata mondiale della lingua greca.

Non vi è dubbio che l’antica civiltà greca, in linea con l’atemporalità della lingua greca, che giunge fino ad oggi, costituisca un’eredità di inestimabile valore e una componente eccezionale della moderna cultura mondiale. Nell’era odierna, in cui la percezione pervasiva delle cose denominate  «utili» tende a guadagnare terreno, è facile dimenticare

che la lingua non è solo uno strumento di espressione e comunicazione – la lingua è portatrice di cultura e storia.

Forse il contributo più importante della lingua greca è stato il suo ruolo nel corso del tempo, come veicolo di diffusione dei valori universali: di democrazia, filosofia e razionalismo, di scienza e di arte, di poesia e di teatro e, naturalmente, di miti, di quei miti così veri, intorno ai quali si concentra la celebrazione odierna.

È interessante notare come la lingua greca sia ancora oggi in grado di dare in prestito parole e definire concetti che sono stati creati successivamente: questo dimostra la sua ricchezza, plasticità e adattabilità. Di conseguenza in un modo o nell’altro e spesso, senza neanche rendercene conto … tutti noi parliamo il greco!

  1. Passas (Ambasciatore di Grecia in Italia)

(fonte mfa.gr feb:2020)

ACCADDE OGGI: 1955 –  Inaugurata la prima metropolitana italiana:

Con una nazione intera in procinto di mettersi al volante di un’automobile, la Capitale sceglie la “via sotterranea”, inaugurando l’era underground a livello nazionale. La prima metropolitana italiana vede la luce in un periodo di profonde trasformazioni e di rilancio economico.

L’Italia del 1955 è quella che va incontro al boom economico. Inizia adesso a delinearsi la società dei consumi, che trova i suoi status symbol nell’automobile, a cominciare dalle 600 e 500 della FIAT (prodotte rispettivamente dal ’55 e dal ’57), e nel televisore, grazie alle trasmissioni regolari della RAI cominciate l’anno precedente. Al cinema, tra gennaio e febbraio, danno il capolavoro di Elia Kazan Fronte del porto, con un memorabile Marlon Brando (premiato con l’Oscar per il migliore attore protagonista).

Anche a Roma si respira un clima di crescita e ottimismo per un evento destinato a mutare l’assetto urbanistico e sociale della città. Le Olimpiadi del 1960 si terranno qui, dopo aver battuto la concorrenza di Losanna. Si mette mano a un’ambiziosa progettazione di opere, dalla viabilità all’edilizia residenziale passando per i trasporti. Il primo importante traguardo è il completamento dei lavori della linea metropolitana tra l’EUR e la stazione Termini.

I lavori, in realtà, erano partiti nel 1938, in piena epoca fascista. Il progetto prevedeva la realizzazione di un servizio di collegamento ferroviario rapido tra la stazione centrale e il nuovo quartiere residenziale (in seguito denominato EUR), che avrebbe dovuto ospitare l’Esposizione Universale del 1942.

La manifestazione era saltata per l’entrata in guerra dell’Italia, che aveva conseguentemente fermato i lavori della metro.

Ripresa nel 1948, l’opera è portata a termine sette anni dopo. L’inaugurazione viene fissata per mercoledì 9 febbraio. A presiedere la cerimonia del taglio del nastro è il presidente della Repubblica, Luigi Einaudi, affiancato dal primo cittadino Salvatore Rebecchini, l’artefice della cosiddetta “grande espansione” dell’Urbe. Viene effettuata una corsa inaugurale con l’illustre ospite, lungo il percorso Roma Termini-Eur, coperto in circa 14 minuti.

Il giorno successivo entra in funzione il servizio regolare e per i cittadini è un vantaggio non da poco attraversare la città in uno spazio di tempo così ristretto. Certo, nelle grandi città europee, come Londra, Parigi e Berlino, esiste una rete più estesa e i Romani vorrebbero mettersi al passo con gli altri. Innumerevoli ostacoli di natura burocratica, politica e tecnica (in primis i frequenti stop dovuti al rinvenimento di testimonianze archeologiche) finiscono però col ritardare l’avvio dei lavori di ampliamento.

La costruzione della seconda linea, tra Anagnina e quartiere Prati, ha inizio nel 1964, anno in cui viene aperto il primo tratto della Metropolitana di Milano che in meno di dieci anni compie il sorpasso, diventando la più estesa d’Italia. Tra intoppi e rallentamenti di varia natura, la seconda linea viene portata a termine nel 1980 e in questo momento si decide la denominazione dei due percorsi: la Linea A (di color arancione) copre il tratto da Anagnina a Ottaviano; la Linea B (blu) Termini-Laurentina.

Il 2006 è l’annus horribilis: un grave incidente tra due convogli causa la morte di una donna e il ferimento di 200 persone.

Ampliata con una seconda diramazione della Linea B, terminata nel 2012, la metro capitolina è attualmente la seconda più grande d’Italia per estensione, dopo quella milanese. In cantiere c’è il completamento, previsto per il 2023, della Linea C.

EVENTI SPORTIVI: 1964 – Innsbruck 1964:

La cerimonia di chiusura consegna agli annali sportivi la nona edizione delle Olimpiadi invernali, svoltesi in Austria, nella località sciistica di Innsbruck.

Con 25 medaglie (di cui 11 ori) l’URSS ha dominato la manifestazione. Magro il bottino della delegazione azzurra: un argento e due bronzi nel bob, e un bronzo nello slittino doppio maschile.

NACQUERO OGGI:

1891 – Pietro Nenni – politico

1941 – Little Tony (Antonio Ciacci) – cantante/attore

1945 – Mia Farrow – attrice

1952 – Julio Velasco – allenatore basket

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Non m’importa di come parlino di me, basta che ne parlino. (George Micheal Cohan)

PROVERBIO DEL GIORNO:

La neve di febbraio ingrassa il granaio.

DOODLE DI GOOGLE: Sōseki Natsume e il Gatto:

Nel 2010 Google ha pubblicato un doodle locale (visibile in Giappone) per ricordare la nascita dello scrittore giapponese Sōseki Natsume, avvenuta 143 anni prima. L’attività letteraria dello scrittore risentì del clima positivo del periodo Meiji che vide l’Impero giapponese aprirsi a una serie di importanti riforme e alla contaminazione culturale con altre realtà, soprattutto dell’Occidente europeo.

Ciò gli permise di studiare in Inghilterra e di ottenere al suo ritorno la cattedra di Letteratura Inglese all’Università Imperiale. Qualche anno dopo pubblicò il suo romanzo d’esordio Io sono un gatto, distintosi per l’originalità di affidare a un gatto il ruolo di io narrante della storia (ed è anche il protagonista del doodle!).

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment