Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Sabato 13 Marzo 2021

Decima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 72 * giorni mancanti alla fine dell’anno 293

A Roma il sole sorge alle 06.24  e tramonta alle 18.14 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.59 tramonta alle 17.53 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Arrigo

 

OGGI È:   Giornata mondiale del rene

La manifestazione è voluta dalla Società  Internazionale di Nefrologia e dalla Federazione Internazionale delle Fondazioni del Rene per promuovere la consapevolezza dell’importanza dei reni per la nostra salute. Si celebra il 13 marzo di ogni anno a partire dal 2005.

L’importanza della prevenzione è legata al fatto che le patologie renali danno uno sintomatologia molto tardiva, e quando il paziente avverte dei disturbi, nella maggior parte dei casi la funzionalità  renale è già  severamente compromessa. Ecco dunque perchè assume particolare rilievo accorgersene in tempo.
Tenere sotto controllo la propria pressione, controllare il diabete ed effettuare un esame dell’urina sono i primi consigli forniti infatti dagli esperti in occasione di questa Giornata Mondiale: la prevenzione può bloccare l’evoluzione del danno renale verso la dialisi.

 

ACCADDE OGGI: 1943 – Inizia la “liquidazione finale” del Ghetto di Cracovia

Le SS iniziano le operazioni di “liquidazione finale” del Ghetto di Cracovia. Vengono rastrellate 8.000 persone considerate abili al lavoro, che verranno inviate al Campo di Kraków-Plaszów. Quelle considerate inabili vengono uccise sul posto o inviate a morire ad Auschwitz.

 

NACQUERO OGGI:

1955 – Bruno Conti

1960 – Luciano Ligabue

1961 – Carlo Conti

 

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Ciò di cui ha bisogno l’uomo è la memoria dell’asino che mai scorda dove mangia. (Sòfocle)

 

PROVERBIO DEL GIORNO:

Marzo alido, aprile umido.

 

DOODLE DI GOOGLE: Anniversario Einstein:

L’energia massima ricavabile da un corpo è equivalente alla massa del corpo moltiplicata per il quadrato della velocità della luce. Tradotto in un’equazione matematica: E = mc². È la formula più celebre della fisica che viene identificata in tutt’uno con il suo ideatore, Albert Einstein, che la introdusse nell’ambito della teoria della relatività ristretta.

Con essa lo scienziato tedesco rivoluzionò la fisica del Novecento, aprendo nuovi orizzonti nei metodi d’indagine scientifica. Einstein fu insignito del Premio Nobel per la Fisica nel 1921 per i «contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico». Altrettanto noto per il suo convinto pacifismo e la sua fede nelle capacità umane di raggiungere la conoscenza, è stimato come uno dei maggiori pensatori del XX secolo e il suo nome è comunemente inteso come sinonimo di sconfinata intelligenza.
La sua chioma scapigliata e i folti baffi sono ripresi, assieme alla celebre formula, nel doodle globale pubblicato da Google nel 2003, a 124 anni dalla nascita dello scienziato.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment