Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Lunedì 15  Marzo 2021

Undicesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 74 * giorni mancanti alla fine dell’anno 291

A Roma il sole sorge alle 06.21  e tramonta alle 18.16 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.56 tramonta alle 17.55 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Luisa  

 

ACCADDE OGGI: 1906 – Nasce la Rolls Royce:

La “doppia erre” più celebre nel mondo delle quattro ruote, sublime sintesi di lusso ed eleganza, comparve sulle strade della vecchia Inghilterra all’inizio del Novecento.

La storia ebbe inizio con l’ingegnere inglese Sir Frederick Henry Royce, che dalle gru elettriche passò a costruire automobili. La sua “Royce 10 due cilindri” conquistò Charles Stewart Rolls, concessionario d’auto a Fulham, al punto che i due decisero di mettersi in società fondando la Rolls-Royce Ltd, il 15 marzo del 1906.

Dopo il primo modello, la 10 hp, la produzione crebbe sempre più con l’apertura di nuovi stabilimenti, da cui uscirono esemplari di successo, su tutti la Rolls-Royce Silver Ghost, dotata di un motore sei cilindri e venduta in oltre seimila unità. Un successo che portò la società a diventare il principale fornitore della casa reale inglese.

Nel 1911 debuttò sul radiatore delle vetture Spirit of Ecstasy, la celebre statuetta di una donna alata che identifica le Rolls in tutto il mondo. Ispirata alla dea greca Nike, venne disegnata da Charles Skyes per il barone John Douglas-Scott-Montegu, desideroso di personalizzare i propri modelli. L’idea convinse Rolls e Royce che decisero di farne un aspetto identitario dell’automobile.

Giunta sull’orlo della bancarotta negli anni Settanta, la società venne dapprima nazionalizzata dal governo britannico e poi smembrata, con il settore auto acquisito dalla tedesca Volkswagen nel 1998 (dal 2002 compresa nel marchio BMW).

 

EVENTO SPORTIVO  – 1892 – Fondata la squadra del Liverpool:

La storia del Liverpool è legata a doppio filo allo stadio di Anfield. Dal 1878 vi giocava l’Everton, altro club professionistico di Liverpool, che valutò troppo alto il canone d’affitto e si trasferì a Goodison Park.

A questo punto John Houlding, usufruttuario del terreno, fondò un nuovo club calcistico abbreviato in Everton Athletic, giocando sul fatto che l’altra società non si era ancora formalmente registrata. Il Consiglio Calcistico (l’antesignano della Lega Calcio) ugualmente non accettò di iscrivere la nuova squadra che, quindi, il 15 marzo 1892 fu chiamata Liverpool Association Football Club e, in seguito, solo Liverpool Football Club.

Dopo oltre un secolo e con 63 trofei ufficiali in bacheca (tra gli altri 18 scudetti, 7 Coppe d’Inghilterra e 6 Coppe dei Campioni/Champions League), il Liverpool per titoli vinti è secondo in Inghilterra solo al Manchester United.

 

NACQUERO OGGI:

1922 – Nino Bibbia

1968 – Sabrina Salerno

1970 – Diego Nargiso

 

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Non c’è assolutamente nulla al mondo, fuorché la giovinezza! (O. Wilde)

 

PROVERBIO DEL GIORNO:

Di marzo, chi non ha scarpe vada scalzo, e chi le ha, le porti un altro po’ più in là.

 

DOODLE DI GOOGLE: Festa Nazionale dell’Ungheria:

Nel 1848, dopo quasi due secoli di dominio asburgico, l’Ungheria proclamò l’indipendenza dall’Austria. La situazione prese una piega definitiva il 15 marzo, quando a Pest (non ancora unitasi a Buda) s’insediò un governo provvisorio guidato dal liberal-democratico Lajos Kossuth.

Il momento di libertà durò poco per la reazione immediata degli austriaci che poi concessero il compromesso politico di un impero Austro-ungarico. Ciononostante, la data rimase impressa nell’immaginario degli ungheresi che ne fecero una giornata di festa nazionale, con il nome locale di Nemzeti ünnep.

Google ha dato spazio alla festa nel 2011 e nel 2012 con due doodle locali (visibili in Ungheria), dove sono raffigurati rispettivamente l’ingresso del Magyar Nemzeti Museum e un tipico dolcetto magiaro a forma di ussaro (storica figura di cavaliere ungherese), con il tricolore nazionale.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment