Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Giovedì  Mercoledì 18 Marzo 2021

Undicesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 77 * giorni mancanti alla fine dell’anno 288

A Roma il sole sorge alle 06.16  e tramonta alle 18.20 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.50 tramonta alle 17.59 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: San Salvatore

OGGI È:   Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime del Covid 19   

Giovedì 18 marzo sarà la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da Coronavirus, istituita per conservare e rinnovare la memoria di tutte le persone decedute a causa del Covid-19. Celebrazioni collettive svolgeranno in varie parti d’Italia.

A causa delle restrizioni della zona rossa l’evento non potrà essere aperto a tutti, ma nel rispetto di chi è venuto a mancare e del dolore dei familiari è previsto un minuto di silenzio in ricordo dei deceduti a causa della malattia.

l presidente del Consiglio, Mario Draghi, parteciperà a Bergamo alla Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da Coronavirus.

Era il 18 marzo dello scorso anno quando i camion dell’esercito partirono dalla città carichi delle bare dei defunti per portarle a cremare in altre città e altre regioni e proprio a un anno di distanza esatto, nella giornata nazionale delle vittime del Covid, arriverà in città il premier Mario Draghi, in un “grande segnale di attenzione e affetto” come il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha ribadito in un’intervista.

“Dopo un anno così penso sia naturale che affiorino un po’ di stanchezza e apprensione” ha affermato il sindaco di Bergamo, Gori, dopo un anno di battaglia contro il Covid che ha colpito la provincia con 3.400 morti ufficiali nella prima ondata, anche se si stima che siano stati almeno il doppio”.

In programma due cerimonie: la prima al cimitero monumentale e a seguire l’inaugurazione del Bosco della memoria. Entrambi i momenti ufficiali saranno chiusi al pubblico perché Bergamo – come tutta la Lombardia – è tornata a essere zona rossa.

La Camera dei deputati lo scorso luglio ha approvato all’unanimità l’istituzione della Giornata nazionale in memoria delle vittime della pandemia da Coronavirus. Il testo è passato al Senato con 418 voti a favore e nessun contrario. Oggi 17 marzo alle 15 è arrivato il via libera definitivo dal Senato al disegno di legge che istituisce per il 18 marzo la giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da Covid-19, nello specifico l’ok è arrivato dalla commissione affari costituzionali all’unanimità.

Nel decreto legge, composto da 5 articoli, il primo che la “Repubblica riconosce il giorno 18 marzo di ciascun anno quale Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di coronavirus, di seguito denominata “Giornata nazionale”, al fine di conservare e rinnovare la memoria di tutte le persone decedute a causa di tale epidemia”.

Non è un caso che la scelta sia ricaduta sulla data del 18 marzo. In quell’occasione i camion militari prelevarono le bare dei deceduti per Covid-19 dal cimitero di Bergamo, che ormai rischiava il collasso, per trasportarle verso i forni crematori delle regioni circostanti. Il 18 marzo è stato anche il giorno in cui si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale.

In occasione della Giornata nazionale lo Stato, le regioni, le province e i comuni possono promuovere, eventualmente anche coordinandosi con associazioni interessate, iniziative specifiche, manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri e momenti di ricordo. In particolare, favorite le iniziative rivolte alle giovani generazioni. Anche le scuole potranno organizzare degli eventi simili.

 

ACCADDE OGGI: 1848 – Iniziano le cinque giornate di Milano

Il popolo insorge contro gli austriaci di Radetzky

A Milano il popolo insorge contro gli austriaci, alza le barricate e combatte strada per strada contro l’esercito del Generale Josef Radetzky. Iniziano le cinque giornate di Milano, uno degli episodi più noti della storia risorgimentale italiana. Si forma un governo provvisorio di Milano presieduto da Gabrio Casati, e un consiglio di guerra, con a capo Carlo Cattaneo. Il 22 marzo, gli austriaci si ritireranno nel Quadrilatero. Radetzky rientrerà a Milano quattro mesi più tardi.

 

EVENTO SPORTIVO  – 2006 – Milano-Sanremo, podio azzurro:

Il podio della Milano-Sanremo 2006 è tutto azzurro. La novantasettesima edizione della “Classica di Primavera”, che apre la stagione ciclistica, si è corsa lungo un percorso totale di 294 km, con 200 corridori alla partenza da Milano.

Solo 160 tagliano poi il traguardo a Sanremo, il primo è Filippo Pozzato con il tempo di 6h29’41”. Salgono sul podio altri due italiani: Alessandro Petacchi (vincitore uscente) e Luca Paolini. Pozzato porta a 50 le vittorie italiane nella Milano-Sanremo, segue il Belgio con 20.

 

NACQUERO OGGI:

1947 – Walter Tobagi

1962 – Massimo Giletti

1982 – Paola Cardullo

 

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Le parti che in me stimo di più, ricevono più onore dall’accusarmi che dal lodarmi. (M. de Montaigne)

PROVERBIO DEL GIORNO:

Marzo tinge, april dipinge, maggio fa le belle donne, e giugno fa le brutte carogne.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment