Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Lunedì 29 Marzo 2021

Tredicesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 88 * giorni mancanti alla fine dell’anno 277

A Roma il sole sorge alle 05.57 e tramonta alle 18.32 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.31 tramonta alle 18.02 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: S. SECONDO MARTIRE

 

ACCADDE OGGI: 1516 – A Venezia viene istituito il prima ghetto:

La Serenissima Repubblica di Venezia delibera l’istituzione del ghetto, primo in Europa, dove gli ebrei veneziani erano costretti a risiedere.

 

EVENTO SPORTIVO  – 2009 – Sesto titolo europeo per Bergamo:

Le ragazze del Volley Bergamo hanno vinto per la sesta volta la “CEV Champions League di pallavolo femminile 2008-2009”, confermando il predominio dei club italiani che dal 2005 vincono il massimo torneo continentale (nel 2006 e nel 2008 con le vittorie del Sirio Perugia).

Nella final-four di Perugia, in semifinale (il regolamento prevede che due squadre della stessa nazione non possano incontrarsi in finale) è stato un derby tutto italiano: le padrone di casa, campionesse europee in carica, contro le “bergamasche”, quest’ultime si sono qualificate per la finale con il punteggio di 3 a 1.

Nella partita con il titolo in palio, hanno sconfitto per 3 a 2 la Dinamo Mosca. Serena Ortolani è l’MVP (il giocatore di maggior valore) della final-four.

Nel 2010, cinquantesima edizione del torneo, Bergamo si confermerà campione europeo, allungando così la leadership continentale dei club italiani di pallavolo femminile.

 

NACQUERO OGGI:

1939 – Terence Hill

1962 – Elena Sofia Ricci

1972 – Rui Costa

1976 – Jennifer Capriati

 

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Il frutto dimostra come è coltivato l’albero, così la parola rivela il sentimento dell’uomo. (Siracide)

 

PROVERBIO DEL GIORNO:

Povertà non fa vergogna

 

DOODLE DI GOOGLE: Vincent van Gogh:

Delle oltre 800 tele e mille disegni che ci ha lasciato, Vincent van Gogh, in vita, riuscì a venderne soltanto uno. Tutti gli altri, eccezion fatta per quelli donati ai pochi amici artisti, restarono al fratello Theo per poi passare al Museo Van Gogh di Amsterdam, il più importante dedicato alle opere del pittore postimpressionista.

Il suo animo inquieto fu per lui croce e delizia, causa di continue sofferenze e fonte ispiratrice della sua sublime pittura, fatta di emozioni e impeti spirituali resi con i colori e le forme dello stile impressionista. Per questo dipingere fu per lui più una necessità interiore che un’attività professionale.
Nel 2005, alla vigilia del 152° anniversario della sua nascita, Google ha dedicato a van Gogh un doodle globale, modellato sul celebre dipinto “Notte Stellata”, conservato al Museum of Modern Art di New York.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment