Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Mercoledì 07 Aprile 2021

Quattordicesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 97 * giorni mancanti alla fine dell’anno 268

A Roma il sole sorge alle 05.42 e tramonta alle 18.42 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.12 tramonta alle 18.12 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’ Ermanno  

OGGI È:  Giornata internazionale della salute

Nel 1948 la prima Assemblea mondiale della salute (World Health Assembly) decide di istituire una giornata dedicata della salute in tutto il mondo. Dal 1950 la Giornata Mondiale della Salute (World Health Day) si celebra dunque il 7 aprile, per ricordare la fondazione dell’Oms avvenuta il 7 aprile 1948. Ogni anno viene scelto per la giornata un tema specifico, che evidenzia un’area di particolare interesse per l’Oms.

La giornata è un’occasione per promuovere a livello globale la sensibilizzazione su argomenti cruciali di salute pubblica di interesse della comunità internazionale, e lanciare programmi a lungo termine sugli argomenti al centro dell’attenzione. La giornata mondiale della salute non è quindi un evento che si riduce ai lavori di un giorno, ma è ogni volta il punto di partenza di un percorso mirato a migliorare le condizioni di salute in tutto il mondo.

ACCADDE OGGI: 1948 – L’ONU istituisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità:

Le emergenze provocate da sei anni di conflitto, unitamente all’idea che la pace e la sicurezza dei popoli non potevano essere disgiunte dal loro benessere fisico, spinsero le Nazioni Unite a dar vita a un organismo che parlasse ai governi con una sola voce, in nome degli infermi e per la salute di tutti i cittadini del pianeta.

La fine della Seconda guerra mondiale consegnò uno scenario devastante dal punto di vista sanitario, con il rifiorire di malattie che si stimavano scomparse da molti anni e il riacutizzarsi di altre. In Italia, ad esempio, riapparve in maniera estesa il vaiolo e il tifo esantematico, mentre nel resto dei territori interessati dal conflitto si ebbero epidemie di tubercolosi (legata alla scarsa alimentazione), febbri tifo-paratifoidee (causate dal cattivo funzionamento delle reti idriche e fognarie) e colera.

Per coordinare gli interventi atti ad arginare le situazioni di emergenza, i rappresentanti dell’ONU sottoscrissero, il 7 aprile 1946, l’atto istitutivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, indicando come primo obiettivo «il raggiungimento, da parte di tutte le popolazioni, del più alto livello possibile di salute», inteso non solo come assenza di malattie ma come «uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale».
Della nuova agenzia, con sede a Ginevra, entravano a far parte gli Stati che ne sottoscrivevano la costituzione. Per il suo funzionamento venivano indicati i seguenti organi di governo: l’Assemblea mondiale della sanità, riunita una volta all’anno, il Segretariato ed il Consiglio Esecutivo. Ad essi si aggiungevano 6 uffici regionali (Europa, Americhe, Africa, Mediterraneo Orientale, Pacifico Occidentale e Sud-Est Asiatico), che garantivano una maggiore capacità d’intervento nei diversi contesti.

Nel corso dei decenni, grazie a massicce campagne di vaccinazione, l’OMS ottenne importanti risultati nel contrasto alle malattie epidemiche, tra cui il totale debellamento del vaiolo, certificato nel 1980. Ciò ne rafforzò il ruolo di guida nel monitorare e controllare la diffusione di malattie, prevenendo il rischio di pandemie. Ancora oggi spetta ad essa definire il grado di allarme di un contagio (con una scala crescente da 1 a 6), orientando l’azione dei governi.

Tra le attuali funzioni dell’OMS: assistenza ai governi per migliorare i servizi sanitari; attività di stimolo alla prevenzione sanitaria; sostegno alla ricerca scientifica e alla formazione professionale; sviluppo di standard internazionali per quanto concerne prodotti alimentari, biologici e farmaceutici. Nel raggiungimento di questi scopi, l’agenzia agisce in costante cooperazione con le Nazioni Unite, gli Istituti Specializzati, le amministrazioni sanitarie statali, i gruppi professionali e altre organizzazioni.

Forte dell’impegno di 4.000 addetti che oggi vi lavorano, l’OMS è impegnata a debellare gravi malattie come la poliomielite, il morbo del verme di Guinea, la lebbra e il tetano neonatale. L’11 marzo 2020 ha dichiarato la pandemia globale per l’infezione da COVID-19.

EVENTO SPORTIVO  – 2012 – Inizia il Mondiale di hockey su ghiaccio femminile:

A Burlington (USA) fino al 14 aprile 2012, otto Nazionali si contendono il Mondiale di hockey su ghiaccio femminile, giunto alla 14ª edizione.

Gli Stati Uniti sono la squadra campione in carica, ma nella finale perdono per 4-5 ai supplementari con il Canada, che conquista il decimo titolo mondiale a cinque anni di distanza dall’ultimo. Nella finale per il terzo posto la Svizzera supera la Finlandia per 6-2.

 NACQUERO OGGI:

1939 – Francis Ford Coppola

1948 – Pietro Anastasi

1954 – Ezio Greggio

1972 – Gianluca Grignani

1973 – Marco Delvecchio

 LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Solo per oggi non avró paura e specialmente non avrò paura di essere felice, di godere la vita, di amare e di credere che quelli che amo mi amano. (Giovanni XXIII)

PROVERBIO DEL GIORNO:

Aprile bagnato, raccolto assicurato.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment