Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI – Martedì 25 Maggio 2021

Ventunesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 145 * giorni mancanti alla fine dell’anno 220

A Roma il sole sorge alle 04.41 e tramonta alle 19.32 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 04.11 tramonta alle 19.02 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Urbano

OGGI È: Giornata internazionale dei bambini scomparsi

La Giornata Internazionale per i Bambini Scomparsi cade il 25 maggio di ogni anno, dal 1983, primo anno in cui è stata celebrata. La giornata nasce per ricordare la scomparsa del piccolo Ethan Patz, rapito a New York il 25 maggio 1979 e per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno, lanciando un messaggio di solidarietà  e speranza ai genitori che non hanno più notizie dei loro bambini.

Viene celebrata nell’ambito della rete Globale per i Bambini Scomparsi – un programma del Centro Internazionale per i Bambini Scomparsi e Sfruttati (ICMEC) – che opera per sensibilizzare sul tema dei bambini scomparsi, trattandosi di un fenomeno riguarda tutti i paesi del mondo: secondo stime recenti, almeno 8 milioni di bambini scompaiono ogni anno, vale a dire 22.000 bambini al giorno.

Purtroppo, molti paesi non considerano questo fenomeno come una priorità  e non dispongono di strutture e meccanismi adeguati per assicurarne il ritrovamento.

Per celebrare la Giornata Internazionale dei Bambini Scomparsi le forze dell’ordine e le organizzazioni non governative di diversi paesi, tra le quali in Italia il Telefono Azzurro, organizzano ogni anno eventi e convegni per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’esigenza di sviluppare nuove e più efficaci forme di collaborazione e di coordinamento per proteggere i bambini ed evitare scomparse e rapimenti.

ACCADDE OGGI: 1521 – Termina la Dieta di Worms – Martin Lutero condannato all’esilio

Si chiude in Renania la Dieta di Worms, presieduta dall’Imperatore Carlo V d’Asburgo, con l’emanazione dell’editto che condanna Martin Lutero come fuorilegge e lo bandisce dall’Impero. Lutero compare davanti alla Dieta su richiesta dell’Imperatore per ritrattare le sue tesi e invece di abiurare difende la sua riforma protestante: “A meno che non venga convinto da testimonianze delle scritture o da ragioni evidenti -poiché non confido né nel Papa, né nel solo Concilio, poiché è certo che essi hanno spesso errato e contraddetto loro stessi- sono tenuto saldo dalle scritture da me addotte, e la mia coscienza è prigioniera dalla parola di Dio, e io non posso né voglio revocare alcunché, vedendo che non è sicuro o giusto agire contro la coscienza. Dio mi aiuti. Amen.”

NACQUERO OGGI:

1887 – San Padre Pio (Francesco Forgione)

1922 – Enrico Berlinguer

1953 – Gaetano Scirea

1971 – Stefano Baldini

1984 – Emma

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Vale molto di più avere la costante attenzione degli uomini che la loro occasionale ammirazione (Rousseau)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Per sant’ Urbano il frumento è fatto grano.

I DOODLE DI GOOGLE: Festa di Indipendenza della Giordania:

La strada verso l’autonomia della Giordania si aprì a partire dalla fine del XIX secolo, con le prime forme di ribellione all’Impero Ottomano, sfociate all’inizio del Novecento nella cosiddetta Rivolta Araba (1916-1918).

Affrancatasi dalla presenza turca grazie anche al sostegno dell’esercito britannico, il paese finì sotto mandato inglese, nell’ambito di una spartizione tra Gran Bretagna e Francia dei territori del Vicino e del Medio Oriente. Il malcontento diffuso nel mondo arabo verso l’ipotesi di dar vita a uno stato ebraico diede la spinta giusta per rivendicare l’indipendenza dal protettorato inglese, concretizzatasi il 25 maggio 1946: in questa data le Nazioni Unite riconobbero la Giordania come regno indipendente e sovrano.

L’independence day rappresenta oggi la principale festa non religiosa del paese. Google gli ha dato spazio dal 2009 al 2012 con altrettanti doodle locali (visibili in Giordania), che richiamano simboli nazionali come l’iris nero, il sito archeologico di Petra e la bandiera nazionale.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment