Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di oggi Lunedì 05 Luglio 2021

Ventisettesima settimana dell’anno 2021

Giorni dall’inizio dell’anno: 186 * giorni alla fine dell’anno 179

Il sole sorge a Roma alle 4.42 e tramonta alle 19.47 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 4.12 e tramonta alle 19.16 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Antonio Maria Zaccaria  

ACCADDE OGGI: 1996 – Nasce Dolly, primo mammifero clonato:

Il primo essere vivente nato grazie alla scienza e all’ingegno umano. La pecora Dolly è entrata nella storia, oltre che nei trattati di biologia, in quanto primo mammifero creato con successo attraverso la clonazione.

L’esperimento, condotto nei laboratori del Roslin Institute di Edimburgo (Scozia), è stato coordinato da un team di scienziati con a capo l’embriologo inglese Ian Wilmut. Dopo due tentativi falliti, sempre con delle pecore (chiamate Megan e Morag), il test è stato ritentato utilizzando la cellula somatica di una pecora di sei anni.

Nata il 5 luglio del 1996 e ribattezzata Dolly, in onore alla cantante country Dolly Parton, l’animale è deceduto nel 2003, per via di un’infezione polmonare. Il suo successo ha aperto a nuove clonazioni di altri animali, finalizzate in parte alla conservazione di specie estinte, in parte per riprodurre organi compatibili con il trapianto in esseri umani.

AVVENIMENTO SPORTIVO: 1982 – Spagna ‘82, l’Italia elimina il Brasile:

Il Mondiale di calcio di Spagna ’82 ha una formula con due fasi a gironi, semifinali e finali. La Nazionale italiana supera il primo girone, classificandosi al secondo posto dietro la Polonia, con tre pareggi (le altre squadre sono Perù e Camerun): un inizio certamente non esaltante.

Nella seconda fase a gruppi l’Italia è con l’Argentina e il Brasile. Il 29 giugno gli azzurri, con i gol di Tardelli e Cabrini, piegano per 2 a 1 l’Argentina, campione del mondo in carica. L’ultimo ostacolo verso la semifinale è il Brasile, vittorioso contro gli argentini e da tutti considerato favorito per la vittoria finale. I ragazzi di Bearzot sono in crescendo e la Gazzetta dello Sport titola “Provateci ancora”. Il valore della sfida del 5 luglio 1982 è altissimo e l’Italia si qualifica solo con la vittoria.

La Nazionale verdeoro scende in campo con una delle migliori formazioni della sua storia: Zico, Eder, Cerezo, Falcao e Socrates su tutti. Gli azzurri schierano calciatori che entreranno nella storia del calcio italiano.

La partita ha un’altalena di gol che alla fine premia gli italiani per 3 a 2, con una tripletta di Paolo Rossi (poi soprannominato “Pablito”) e con le reti, per i brasiliani, di Socrates e Falcao. Indimenticabili i 14 minuti finali, sul risultato di 3 a 2, durante i quali un gol regolare di Antognoni non è convalidato e Dino Zoff para sulla linea un colpo di testa di un avversario.

“L’Italia è semifinalista” grida il telecronista Nando Martellini (schiarendo la voce per una successiva storica esultanza!), ormai c’è solo la Polonia tra gli azzurri e la vittoriosa finale con la Germania Ovest.

NACQUERO OGGI:

1947 – Giancarlo Magalli

1966 – Gianfranco Zola

1982 – Alberto Gilardino

LA FRASE CELEBRE:

Umìliati, prima di cadere malato, e quando hai peccato, mostra il pentimento. (Siracide)

IL PROVERBIO: 

Luglio con sacco e saio porta chicchi sul granaio.

I DOODLE DI GOOGLE: Giorno dell’Indipendenza in Algeria:

Il più grande stato africano per superficie è stato per oltre un secolo sotto il controllo della Francia, che lo conquistò nel 1830 con re Carlo X di Borbone. Le prime spinte autonomiste si verificarono durante la Prima guerra mondiale ma è durante la Seconda che si organizzarono in un movimento nazionalista, che nel 1954 prese il nome di Fronte di Liberazione Nazionale (FLN).

Dopo otto anni di guerra civile, il 1° luglio del 1962 un referendum a larga maggioranza decise per l’autodeterminazione; due giorni dopo il presidente francese De Gaulle proclamò l’Algeria indipendente ma il governo provvisorio algerino optò per il 5 luglio come data dell’evento, in ricordo della presa di Algeri da parte dei Francesi nel 1830.

Nel sessantesimo anniversario dell’indipendenza, ricorso nel 2012, Google ha dato spazio all’evento con un doodle locale (visibile in Algeria).

 

Almanacco di oggi Lunedì 05 Luglio 2021

Ventisettesima settimana dell’anno 2021

Giorni dall’inizio dell’anno: 186 * giorni alla fine dell’anno 179

Il sole sorge a Roma alle 4.42 e tramonta alle 19.47 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 4.12 e tramonta alle 19.16 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Antonio Maria Zaccaria  

ACCADDE OGGI: 1996 – Nasce Dolly, primo mammifero clonato:

Il primo essere vivente nato grazie alla scienza e all’ingegno umano. La pecora Dolly è entrata nella storia, oltre che nei trattati di biologia, in quanto primo mammifero creato con successo attraverso la clonazione.

L’esperimento, condotto nei laboratori del Roslin Institute di Edimburgo (Scozia), è stato coordinato da un team di scienziati con a capo l’embriologo inglese Ian Wilmut. Dopo due tentativi falliti, sempre con delle pecore (chiamate Megan e Morag), il test è stato ritentato utilizzando la cellula somatica di una pecora di sei anni.

Nata il 5 luglio del 1996 e ribattezzata Dolly, in onore alla cantante country Dolly Parton, l’animale è deceduto nel 2003, per via di un’infezione polmonare. Il suo successo ha aperto a nuove clonazioni di altri animali, finalizzate in parte alla conservazione di specie estinte, in parte per riprodurre organi compatibili con il trapianto in esseri umani.

AVVENIMENTO SPORTIVO: 1982 – Spagna ‘82, l’Italia elimina il Brasile:

Il Mondiale di calcio di Spagna ’82 ha una formula con due fasi a gironi, semifinali e finali. La Nazionale italiana supera il primo girone, classificandosi al secondo posto dietro la Polonia, con tre pareggi (le altre squadre sono Perù e Camerun): un inizio certamente non esaltante.

Nella seconda fase a gruppi l’Italia è con l’Argentina e il Brasile. Il 29 giugno gli azzurri, con i gol di Tardelli e Cabrini, piegano per 2 a 1 l’Argentina, campione del mondo in carica. L’ultimo ostacolo verso la semifinale è il Brasile, vittorioso contro gli argentini e da tutti considerato favorito per la vittoria finale. I ragazzi di Bearzot sono in crescendo e la Gazzetta dello Sport titola “Provateci ancora”. Il valore della sfida del 5 luglio 1982 è altissimo e l’Italia si qualifica solo con la vittoria.

La Nazionale verdeoro scende in campo con una delle migliori formazioni della sua storia: Zico, Eder, Cerezo, Falcao e Socrates su tutti. Gli azzurri schierano calciatori che entreranno nella storia del calcio italiano.

La partita ha un’altalena di gol che alla fine premia gli italiani per 3 a 2, con una tripletta di Paolo Rossi (poi soprannominato “Pablito”) e con le reti, per i brasiliani, di Socrates e Falcao. Indimenticabili i 14 minuti finali, sul risultato di 3 a 2, durante i quali un gol regolare di Antognoni non è convalidato e Dino Zoff para sulla linea un colpo di testa di un avversario.

“L’Italia è semifinalista” grida il telecronista Nando Martellini (schiarendo la voce per una successiva storica esultanza!), ormai c’è solo la Polonia tra gli azzurri e la vittoriosa finale con la Germania Ovest.

NACQUERO OGGI:

1947 – Giancarlo Magalli

1966 – Gianfranco Zola

1982 – Alberto Gilardino

LA FRASE CELEBRE:

Umìliati, prima di cadere malato, e quando hai peccato, mostra il pentimento. (Siracide)

IL PROVERBIO: 

Luglio con sacco e saio porta chicchi sul granaio.

I DOODLE DI GOOGLE: Giorno dell’Indipendenza in Algeria:

Il più grande stato africano per superficie è stato per oltre un secolo sotto il controllo della Francia, che lo conquistò nel 1830 con re Carlo X di Borbone. Le prime spinte autonomiste si verificarono durante la Prima guerra mondiale ma è durante la Seconda che si organizzarono in un movimento nazionalista, che nel 1954 prese il nome di Fronte di Liberazione Nazionale (FLN).

Dopo otto anni di guerra civile, il 1° luglio del 1962 un referendum a larga maggioranza decise per l’autodeterminazione; due giorni dopo il presidente francese De Gaulle proclamò l’Algeria indipendente ma il governo provvisorio algerino optò per il 5 luglio come data dell’evento, in ricordo della presa di Algeri da parte dei Francesi nel 1830.

Nel sessantesimo anniversario dell’indipendenza, ricorso nel 2012, Google ha dato spazio all’evento con un doodle locale (visibile in Algeria).

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment