Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di Oggi Martedì 20 Luglio 2021

Ventinovesima settimana dell’anno 2021

Giorni dall’inizio dell’anno: 201 * giorni alla fine dell’anno 164

Il sole sorge a Roma alle 4.54 e tramonta alle 19.39 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 4.38 e tramonta alle 19.18 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Margherita

OGGI È: Giornata Internazionale degli scacchi

Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale degli scacchi, voluta dall’Unesco nel 1966. La data è stata scelta per celebrare la fondazione della Fide, la Fédération Internationale des Échecs, avvenuta appunto il 20 luglio del 1924, e serve a ricordare il valore educativo e sociale del gioco, la cui Federazione non a caso ha come motto “gens una sumus”, vale a dire “siamo un’unica famiglia”.

Il presidente della Fide Arkady Dvorkovich, dopo aver ricordato che, nell’anno della pandemia, gli scacchi hanno conosciuto un grande sviluppo grazie soprattutto al gioco on line, ha invitato tutti gli appassionati, per celebrare la giornata, a dedicarla a insegnare le mosse a una persona che non le conosce, preferibilmente un bambino, o anche un collega d’ufficio. «Con lo scopo», dice il presidente della Fide, «di avere per il prossimo weekend un altro milione di giocatori di scacchi».

Gli scacchi sono uno dei giochi, o forse meglio definirli sport, più popolari al mondo. Si calcola che in tutto il mondo i praticanti siano 650 milioni, e che almeno il 70 per cento degli adulti, almeno nelle nazioni più importanti, abbia giocato almeno una volta nella sua vita. Anche in Italia i numeri sono importanti: i tesserati della Federazione scacchistica italiana (la Fsi) sono circa 10mila, a cui vanno aggiunti 1.000 istruttori e 300 arbitri. I giocatori occasionali sono diversi milioni, molti dei quali giocano a tempo breve on line, come il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

La data del 20 luglio 1924 ha alle spalle una storia particolare: all’epoca si stavano svolgendo le Olimpiadi di Parigi, e gli scacchi facevano parte del programma olimpico (da cui furono esclusi negli anni successivi perché troppi giocatori erano professionisti). In quell’edizione giocava, nella squadra francese, anche il famoso artista Marcel Duchamp. La vittoria individuale fu ottenuta dal lettone Hermannis Mattison, mentre nel torneo a squadre trionfò la Cecoslovacchia. Ebbene, 15 esponenti delle Federazioni nazionali più importanti decisero di associarsi per creare appunto una Federazione mondiale. Tra queste c’era anche la Federazione italiana, la Fsi, nata il 20 settembre 1920, e rappresentata dal milanese Florenziano Marusi. Gli scacchi quindi sono legati fin dalla nascita al movimento olimpico, in cui sperano in futuro di tornare a pieno titolo.

ACCADDE OGGI:

  1. a) 1865 – Nascono le Capitanerie di porto:

A vigilare da quasi un secolo e mezzo sulle coste italiane, sulla sicurezza in mare e sui traffici marittimi è il Corpo delle capitanerie di porto – Guardia costiera, dipendente dalla Marina Militare e operante come ufficio periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Subentrate nella gestione dei porti alle antiche magistrature del mare, le Capitanerie vennero istituite da re Vittorio Emanuele II, con il regio decreto n. 2438 del 20 luglio 1865, firmato a Palazzo Pitti, nella Firenze capitale del Regno.

Nei decenni a venire assunsero sempre più il ruolo di autorità di controllo su tutto ciò che riguardava le attività portuali e marittime, affiancata ai compiti di polizia giudiziaria (nel contrastare ad esempio le violazioni al codice della navigazione) e di pronto intervento per il soccorso marittimo o per crimini commessi in mare

 

  1. b) 1969 – L’uomo sbarca sulla Luna: 

«Ha toccato». L’entusiastico annuncio del conduttore televisivo Tito Stagno comunica ai telespettatori che l’Apollo 11 ha toccato il suono lunare alle 22,17, ora italiana.

Mentre l’inviato da Houston, Ruggero Orlando, riporta le reazioni di gioia nel quartier generale della Nasa, sullo schermo passano le immagini dell’astronauta Neil Armstrong, che, scesi lentamente i gradini della scaletta, tocca la superficie lunare e inizia una storica passeggiata.

È lui il primo uomo sulla Luna che saluta l’evento (seguito alla TV da 600 milioni di persone in tutto il mondo) con una frase entrata nella memoria di tutti: «Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un balzo da gigante per l’umanità.»
In quell’occasione anche Buzz Aldrin mette piede sul satellite terrestre, mentre il terzo astronauta, Michael Collins, rimane dentro il modulo di comando. L’ultimo a imitare la loro impresa è stato lo statunitense Eugene Cernan, con la missione Apollo 17 del 14 dicembre 1972.

Tra nuovi annunci di programmi, non solo statunitensi, di tornare sulla Luna, magari stabilmente, il 20 luglio 2019 tutti i media del mondo dedicano speciali a questo importante cinquantesimo anniversario.

NACQUERO OGGI:

1890 – Giorgio Morandi

1964 – Sebastiano Rossi

 

LA FRASE CELEBRE:

Accogli serenamente l’inevitabile. (Seneca)

IL PROVERBIO: 

Fino a Santa Margherita il gran cresce nella bica.

I DOODLE DI GOOGLE: Primo Allunaggio:

In due anni diversi, il 2005 e il 2009, Google ha ricordato l’anniversario del primo uomo sulla Luna. Il 20 luglio 1969 (data l’ora, in Italia era già il 21 luglio) Neil Armstrong, comandante della missione Apollo 11, è il primo essere umano a camminare sul suolo lunare. Notare come nel secondo doodle i crateri lunari formino la scritta Google, con la lettera “l” formata dalle orme sul suolo lunare!

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment