Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Sabato 31 Luglio 2021

Trentesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 212 * giorni mancanti alla fine dell’anno 153

A Roma il sole sorge alle 05.04 e tramonta alle 19.29 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 5.02 tramonta alle 19.09 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Ignazio    

OGGI È:

  1. Giornata dell’Amministratore di Sistema

La Giornata dell’amministratore di Sistema (Sysadmin day) ricorre il 31 luglio a partire dal 1999 per celebrare il grande lavoro fatto dagli informatici che ogni giorno si prendono cura dei nostri computer o dei server internet e mantengono i nostri computer sicuri. Il suggerimento degli organizzatori è quello di portare qualche regalo ai gestori della rete o a chi lavora negli uffici IT delle aziende per testimoniare l’apprezzamento per il loro lavoro

 

  1. Giornata Mondiale dei Ranger

La Giornata mondiale dei Ranger (World Ranger Day) ricorre il 31 luglio e riconosce e celebra i risultati e il lavoro fatto dai rangers (guardiaparco) in tutto il mondo, spesso a costo delle loro stesse vite, per proteggere le risorse naturali e culturali. In questa ricorrenza si ricordano anche i rangers uccisi o infortunati durante il servizio. Molti rangers sono esposti a condizioni estreme e anche ad animali molto pericolosi oltre ad essere presi di mira dai bracconieri senza scrupoli.

ACCADDE OGGI: 1954 –  Prima scalata del K2:

Tutta italiana la spedizione che, partita tra la fine di maggio e l’inizio di giugno del 1954, riuscì il 31 luglio a scalare per la prima volta nella storia la cima del Karakorum 2, la seconda montagna più alta della Terra, compresa nella catena dell’Himalaya (tra Cina e Pakistan).

Composta da 30 componenti, tra alpinisti e ricercatori, la squadra era capitanata dal geologo Ardito Desio ma a raggiungere materialmente la vetta furono Achille Compagnoni e Lino Lacedelli. Un’impresa senza precedenti nella storia dell’alpinismo italiano e non solo: 8.611 metri percorsi con mezzi e sistemi di sicurezza, lontani anni luce da quelli moderni.

L’evento, salutato trionfalmente in un’Italia desiderosa di lasciarsi alle spalle gli orrori della Seconda guerra mondiale, restò memorabile al punto che il K2 venne ribattezzata la “montagna degli italiani”.

L’EVENTO SPORTIVO:

  1. a) 1928 – Prima gara olimpica femminile:

Con la nona edizione dei Giochi Olimpici ad Amsterdam nel 1928, sono previste anche le gare femminili di atletica leggera. La prima gara sono i 100 metri piani, vinti dalla statunitense Elizabeth Robinson con il tempo di 12”2.

  1. 2012 – Phelps conquista il record assoluto di medaglie olimpiche:

Al termine dei Giochi Olimpici di Londra 2012, il nuotatore statunitense Michael Phelps è l’olimpionico (considerando le edizioni estive e invernali) che ha vinto il maggior numero di medaglie: 22 di cui 18 ori, 2 argenti e 2 bronzi. Ha superato il primato di 18 medaglie di Larissa Latynina, ginnasta dell’allora Unione Sovietica (1956/64).

Già dopo Pechino 2008, dove ha conquistato 8 ori, Phelps è diventato il primo, con 14 primi posti, nella graduatoria dei vincitori di medaglie d’oro, staccando nettamente quelli fermi a 9, ovvero Larissa Latynina, Paavo Nurmi, Mark Spitz e Carl Lewis. Con le 6 medaglie conquistate a Rio 2016, Phelps consolida la prima posizione, portandosi a 28 medaglie complessive, di cui 23 ori.

Nella classifica generale dei medagliati alle Olimpiadi (compilata tenendo conto del numero delle medaglie d’oro, a seguire quelle d’argento) il primo italiano con 13 medaglie (vinte dal 1936 al 1960, di cui 6 ori) è al 19° posto: si tratta dello schermidore Edoardo Mangiarotti, quinto per numero complessivo. La schermitrice italiana Valentina Vezzali con 6 ori, 1 argento e 2 bronzi è al 26° posto.

NACQUERO OGGI:

1919 – Primo Levi

1954 – Ezio Costanzo

1969 – Antonio Conte (ex Lecce)

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Non vedo come possa essere migliore e più libero di uno schiavo l’avaro che si getta a terra per raccattare un soldo in un incrocio: l’avido è un timoroso, e chi vive nel timore, per me, non sarà mai libero, mai. (Orazio)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Donne e oche tienne poche

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment