Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Mercoledì Primo Settembre 2021

Trentacinquesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 244* giorni mancanti alla fine dell’anno 121

A Roma il sole sorge alle 05.37 e tramonta alle 18.43 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 5.30 e tramonta alle 18.27 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Egidio    

OGGI È: Giornata mondiale per la custodia del creato

La Giornata mondiale per la custodia del creato è un’iniziativa voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre comunità ecclesiali europee che consiste in una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza, anche per la fede, dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali. La ricorrenza ufficiale è il 1 settembre, ma alle singole diocesi viene lasciata l’iniziativa di sviluppare attività locali lungo tutto il mese.

Storia e radici

In ambito cristiano, lo sviluppo della sensibilità ai temi ambientali avvenuto nella seconda metà del secolo scorso si è strettamente intrecciato con i temi della giustizia e della pace e il termine “salvaguardia del creato” è stato usato fin dai primi documenti ufficiali per indicare questa visione unitaria. Questa presa di coscienza storicamente è andata crescendo negli stessi anni in cui si affermava la sensibilità ecumenica, ed il tema della salvaguardia del creato è stato uno dei primi punti di accordo nel difficile cammino di riconciliazione tra le diverse confessioni cristiane.

I documenti ufficiali in proposito sono innumerevoli. Ricordiamo tre date storiche:

Nel 1983 a Vancouver l’assemblea del Consiglio ecumenico delle Chiese rivolge un appello a tutte le Chiese ad impegnarsi in un «processo conciliare di mutua dedizione a giustizia, pace e salvaguardia del creato».
Nel 1989 a Basilea la I assemblea ecumenica europea dal titolo “Pace nella giustizia” a cui partecipano la Conferenza delle Chiese europee (KEK) e il Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (CCEE) si dà come compito precipuo quello di esprimere l’impegno dei cristiani europei per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato.
Gli stessi due organismi (KEK e CCEE) nel 2001 a Strasburgo, nel documento che definisce le linee guida per la crescita della collaborazione tra le Chiese cristiane in Europa (Charta Oecumenica) scrivono: ”Raccomandiamo l’istituzione da parte delle chiese europee di una giornata ecumenica di preghiera per la salvaguardia del creato.”

Su questo cammino ha svolto e svolge tuttora un ruolo trainante la Chiesa ortodossa. La giornata si celebra il 1º settembre, capodanno ortodosso, su proposta fatta nel 1989 dell’allora patriarca di Costantinopoli Dimitrios I che nell’enciclica indirizzata per l’inizio dell’anno ecclesiastico, scorgeva tutto il pericolo per il deteriorarsi dell’ambiente, ma avvertiva tutta la responsabilità della Chiesa nei confronti dell’opera di Dio.

ACCADDE OGGI: 1859 –  La più grande tempesta solare registrata:

Giovedì 1° settembre, l’astronomo inglese Richard Carrington sta osservando un gruppo insolito di macchie solari, quando, verso le 11,18, rimane sorpreso da un lampo di luce bianca proveniente da quelle stesse macchie.
Resosi conto della straordinarietà dell’evento, cerca invano altre persone che possano testimoniare di averlo visto, ma il fenomeno, purtroppo, dura appena cinque minuti. L’indomani fasci di aurore boreali colorano di rosso e verde i cieli di diverse latitudini (Roma compresa), finanche in zone tropicali come Cuba, Bahams, Hawaii.
Nel frattempo impazziscono i telegrafi di mezzo mondo, interrompendo le comunicazioni per diverse ore. Nessuno scienziato sarà in grado di spiegare quegli strani fenomeni verificatisi dal 28 agosto al 2 settembre, erroneamente attribuiti a meteoriti provenienti dallo spazio.

Gli studi di Carrington sulle macchie solari apriranno la strada alla verità e sarà lui il primo a scoprire il nesso tra l’attività solare e le turbolenze geomagnetiche sulla Terra. Da qui s’inizierà a parlare di tempesta solare o “geomagnetica”, preceduta dalle cosiddette flare, ossia esplosioni magnetiche che avvengono sulla superficie solare (i lampi di luce avvistati da Carrington).

L’EVENTO SPORTIVO: 1990 – La Supercoppa italiana al Napoli:

Il Napoli, campione d’Italia, conquista la Supercoppa italiana battendo per 5 a 1 la Juventus, vincitrice della Coppa Italia. Il tabellino dei marcatori riporta le doppiette di Silenzi e Careca, il gol di Crippa e, per la Juventus, la rete su punizione di Roberto Baggio.

Le due squadre si rigiocheranno questo trofeo nel 2012 (quando però a vincere sarà la Juventus per 4 a 2) e nel dicembre 2014 (vittoria del Napoli per 6 a 5 dopo i calci di rigore).

NACQUERO OGGI:

1922 – Vittorio Gassman

1962 – Ruud Gullit

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Sono le passioni sulla cui origine ci inganniamo quelle che ci tiranneggiano di più. (O. Wilde)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Settembre bello, sole e venticello.

I DOODLE DI GOOGLE: Tarsila do Amaral:

Nelle pagine locali, nel 2011 Google ricorda il 125° anniversario della nascita della pittrice brasiliana Tarsila do Amaral, nata il 1° settembre del 1886 e morta il 17 gennaio 1973. Tarsila ha avuto un’influenza importante nell’espressione di un’arte basata su temi nazionali. Di lei è stato detto: “è la più brasiliana dei pittori, rappresenta il sole, gli uccelli e gli spiriti giovanili del nostro paese in via di sviluppo, in maniera semplice come gli elementi della nostra terra e natura… la vita di Tarsila è un segno del carattere caldo brasiliano e un’espressione della sua esuberanza tropicale”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment