Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Sabato 02 Ottobre 2021

Trentanovesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 275* giorni mancanti alla fine dell’anno 90

A Roma il sole sorge alle 06.09 e tramonta alle 17.49 ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 6.00 e tramonta alle 17.36 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: SS Angeli Custodi

OGGI È:

LA FESTA DEI NONNI:

I nonni, i nostri angeli custodi, gli occhi amorevoli, le carezze e i sorrisi dolci, l’affetto e la saggezza, questo e tanto altro sono i nonni! Dal 2005 è stata introdotta in Italia la festa, già vigente negli Stati Uniti dal 1978, per ricordare l’importanza del loro ruolo nelle famiglie e nella società. L’idea nacque in America nel 1970 su proposta di una casalinga madre di quindici figli e nonna di quaranta nipoti che riteneva il ruolo dei nonni fondamentale nella crescita delle giovani generazioni. Negli USA la festa ricorre la prima domenica di settembre, in Inghilterra la prima domenica di ottobre, in Italia il 2 ottobre, data in cui si festeggiano anche gli Angeli custodi. Per la festa, si organizzano iniziative per ricordare a tutti il regalo che la vita ti fa, donandoti un nonno!

                GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA NONVIOLENZA:

La Giornata internazionale della nonviolenza viene commemorata il 2 ottobre, data di nascita del Mahatma Gandhi. è stata promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 giugno 2007 e celebrata per la prima volta il 2 ottobre 2007.

«Ci sono molte cause per le quali sono pronto a morire, ma nessuna per cui sono pronto ad uccidere». Mahatma Gandhi

La risoluzione dell’Assemblea generale chiede a tutti i membri delle Nazioni Unite di commemorare il 2 ottobre in maniera adeguata così da “divulgare il messaggio della nonviolenza, anche attraverso l’informazione e la consapevolezza pubblica.”

La risoluzione riafferma “la rilevanza universale del principio della nonviolenza” ed “il desiderio di assicurare una cultura di pace, tolleranza, comprensione e nonviolenza”.

Presentando la risoluzione all’Assemblea Generale per conto dei 140 co-sostenitori, il Ministro degli Esteri indiano, Anand Sharma, ha dichiarato che l’ampio sostegno da più parti alla risoluzione riflette il rispetto universale per il Mahatma Gandhi e la rilevanza attuale della sua filosofia. Citando le ultime parole del leader, ha dichiarato: «La nonviolenza è la più grande forza a disposizione del genere umano. è più potente della più potente arma di distruzione che il genere umano possa concepire».

Definizione di nonviolenza

Il principio della nonviolenza – noto anche come resistenza nonviolenta – rifiuta l’uso della violenza fisica o verbale, al fine di raggiungere obiettivi sociali o cambiamenti politici, e perseguire la Verità . Spesso viene descritta come “la politica della gente comune”, questa forma di lotta sociale è stata adottata in massa delle popolazioni di tutto il mondo nelle campagne per la giustizia sociale.

ACCADDE OGGI: 1955 – Esce in edicola il settimanale L’Espresso:

Nel 1955 l’Italia è in pieno boom economico: a febbraio è entrata in funzione, a Roma, la prima metropolitana italiana; a marzo la Fiat ha lanciato sul mercato la 600, destinata a prendere il posto della mitica “Topolino” nel cuore degli Italiani. Sul piano politico, chiusa la lunga stagione “degasperiana”, si conferma il clima di forte instabilità, figlio della “legge truffa” e del conseguente calo di consensi della Democrazia Cristiana.

In questo scenario si rafforza un’area liberale e laica che si coagula nel neonato Partito Radicale e ha il suo riferimento editoriale nel settimanale Il Mondo, diretto da Mario Pannunzio. Da quegli ambienti arrivano Arrigo Benedetti ed Eugenio Scalfari che, con il sostegno economico dell’imprenditore Adriano Olivetti, decidono di dar vita a un nuovo soggetto editoriale.

Abbandonata l’ambizione iniziale di farne un quotidiano, il 2 ottobre del 1955 pubblicano il primo numero del settimanale L’Espresso, stabilendo la redazione a Roma, in via Po (a due passi da Villa Borghese). Ispirato al francese L’Express (a sua volta modello europeo dello statunitense “Time”), il periodico si propone di dare voce alla sinistra liberal-progressista, ospitando sulle proprie pagine culturali scrittori del calibro di Alberto Moravia.
La linea editoriale che l’accompagnerà negli anni, improntata alle grandi inchieste e alle campagne di stampo laico, si evince già dal primo numero, in cui si denuncia la speculazione edilizia nella Capitale e si sceglie di introdurre l’argomento attraverso un titolo ad effetto (in quel caso “Capitale corrotta = Nazione infetta”), che resterà un aspetto identitario del settimanale.

A partire dal 1974 “L’Espresso” adotterà il definitivo formato tabloid (con il nome della testata in bianco su sfondo rosso) e due anni dopo favorirà la nascita del quotidiano la Repubblica, insieme al quale costituirà un importante gruppo editoriale presieduto dall’imprenditore Carlo De Benedetti. Dall’ottobre 2017 a dirigere il settimanale è Marco Damilano.

L’EVENTO SPORTIVO: 2011 – Europei, solo quarte le ragazze del volley:

La Nazionale di pallavolo femminile, campione europeo in carica da due edizioni, ha perso nella finale per il 3° posto contro la Turchia per 3-2.
I XXVII Europei femminili, organizzati in Serbia e in Italia, sono stati vinti dalla Serbia che ha battuto in finale la Germania.

NACQUERO OGGI:

1869 – Gandhi

1950 – Antonio Di Pietro

1968 – Stefano Rusconi

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Penso tra me e me quanti sono gli uomini che esercitano il corpo e quanto pochi quelli che esercitano la mente; quanta gente accorre a un passatempo inconsistente e vano, e che deserto intorno alle scienze; che animo debole hanno quegli atleti di cui ammiriamo i muscoli e le spalle. (Seneca)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Chi ha fatto il peccato faccia la penitenza

I DOODLE DI GOOGLE: Anniversario di Ghandi:

Nel 2009 con un doodle globale, Google ricorda la nascita di Ghandi (era il 140° anniversario). Fu Ghandi a portare l’India alla indipendenza, con una lotta non violenta, basata sulla disobbedienza civile di massa. L’artista Jennifer Hom aveva per l’occasione preparato due doodle. Dopo un sondaggio interno, svolto tra gli impiegati Google in America ed in India, fu scelto quello più semplice, con Ghandi rappresentato sul khadi (un particolare tipo di tessuto indiano). L’altro doodle, rimasto inedito, ritraeva Ghandi che camminava nel deserto

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment