Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Giovedì 14 Ottobre 2021

Quarantunesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 287 * giorni mancanti alla fine dell’anno 78

A Roma il sole sorge alle 06.22 e tramonta alle 17.29 ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 6.07 e tramonta alle 17.20 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: San Callisto

OGGI È:

  1. A) Giornata mondiale contro l’incenerimento dei rifiuti

Il 14 ottobre è la Giornata mondiale contro l’incenerimento dei rifiuti promossa da GAIA, Global Alliance fon Incinerator Alternatives.

GAIA, Global Alliance Incinerator Alternatives che comprende oltre 650 membri provenienti da 92 paesi del mondo, ha sollecitato i governi di tutto il mondo ad impegnarsi formalmente ad adottare la strategia Rifiuti Zero. Ciò implica che il sistema di gestione dei rifiuti si basi sulla prevenzione, riduzione, riutilizzo, riciclaggio e compostaggio e non sull’incenerimento e sullo smaltimento in discarica. Ci sono validi motivi per passare alla strategia Rifiuti Zero come sottolinea GAIA quali l’inquinamento tossico dovuto alle emissioni di gas serra e gli elevati costi degli impianti di incenerimento.

  1. B) Giornata mondiale della vista

La Giornata mondiale della vista si celebra ogni anno il secondo giovedì del mese di ottobre. Nel sito abbiamo inserito convenzionalmente il 14 ottobre.

È promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ed è sostenuta attivamente a livello planetario dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità -IAPB (di cui esiste una Sezione italiana) e dall’Unione mondiale dei ciechi (in Italia l’UICI). Si concentra sulla prevenzione di malattie oculari che, se non curate, possono pregiudicare la qualità visiva: secondo l’OMS circa l’80% dei casi di cecità sono prevenibili. Stando agli ultimi dati ufficiali della stessa Organizzazione mondiale della sanità sulla Terra vivono 39 milioni di ciechi e 246 milioni di ipovedenti, generalmente anziani.

Proprio allo scopo di scongiurare le malattie oculari, sono fondamentali una diagnosi e un trattamento precoci, come ripetutamente messo in evidenza dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità -IAPB Italia onlus: il Ministero della Salute italiano ha istituito una Commissione Nazionale per la Prevenzione della Cecità , recependo una richiesta avanzata dall’OMS.

ACCADDE OGGI:

  1. a) 1894 – Brevettato il pandoro:

Con il Certificato di Privativa Industriale, rilasciato dal Ministero di Agricoltura Industria e Commercio del Regno d’Italia al pasticciere di Verona Domenico Melegatti, iniziò la storia del pandoro, tra i dolci più tipici del Natale italiano.

Le sue origini in realtà si perdono tra aneddoti e racconti leggendari. Chi lo fa discendere dalle tradizioni dolciarie della corte viennese degli Asburgo, chi dal rinascimentale pan de oro (chiamato così perché ricoperto da foglie dorate) consumato a Venezia; per altri ancora si rifarebbe al veronese nadalin, dolce a forma di stella, ancor’oggi prodotto artigianalmente dai pasticcieri scaligeri.

A fare ordine, indicando una data di nascita precisa, fu il brevetto ufficiale del 14 ottobre 1894 che registrò con il nome di “pandoro” la ricetta di Melegatti: impasto morbido a forma di stella troncoconica a otto punte

  1. b) 1926 – Esordio di Winnie the pooh:

Un orsacchiotto che alla tradizionale golosità per il miele dei suoi simili unisce una particolare predilezione per la poesia. È il protagonista di Winnie the pooh (noto anche nella variante “Winnie puh”), romanzo per ragazzi di Alan Alezander Milne, che raccoglie in questo libro una serie di racconti scritti in precedenza e con protagonista il simpatico personaggio.

Fonte d’ispirazione per lo scrittore britannico, e per il disegnatore Ernest Howard Shepard, sono i pupazzi preferiti del figlio Cristopher, in particolare un orsacchiotto di pezza che inizialmente aveva chiamato Edward, per poi cambiarlo in “Winnie”, nome ispirato a un cucciolo di orso ospitato allo zoo di Londra e molto amato dai bambini per il suo carattere giocherellone.

Lo stesso Milne aveva iniziato a raccontare al figlio fiabe che avevano come protagonista Winnie, poi trasposte nei suoi racconti. Il nome pooh è legato a un cigno, di cui Cristopher era rimasto affascinato e le cui movenze rivivono nell’orso, a detta dell’autore, nella posizione delle braccia rigide, sospese in aria.

Gli amici di Winnie che compaiono nel tempo sono anch’essi proiezioni di pupazzi del figlio: Ih-Oh l’asinello, Pimpi il maialino, Tigro la tigre saltellante, la mamma-canguro Kanga e il suo piccolo “Ro”. Personaggi completamente immaginari sono invece il coniglio “Tappo” e il gufo “Uffa”.

Lo strepitoso successo di vendite del libro d’esordio (tradotto in 25 lingue) spinge Milne a pubblicarne un secondo, due anni dopo, con il titolo La strada di puh. Alla sua morte i diritti saranno acquistati dalla Walt Disney, che vedrà Winnie diventare uno dei suoi personaggi di maggior successo, riadattandolo nella grafica e nei contenuti.

Numerosi lungometraggi, serie animate, giocattoli e gadget faranno di lui un brand vincente.

  1. c) 1947 – Superata la barriera del suono:

Nella base aerea di Edwards, in pieno deserto californiano, c’era una piccola folla di civili e militari ad assistere al delicato test che era chiamato a portare a termine Chuck Yaeager, valente pilota di caccia ed eccellente collaudatore dell’Aeronautica militare statunitense.

Tra il pubblico anche la sua adorata moglie Glennis, in onore della quale aveva ribattezzato “Glamorous Glennis” (“affascinante Glennis”) l’aerorazzo Bell X-1, a bordo del quale venne sganciato da un bombardiere a 6.100 metri d’altezza, la mattina del 14 ottobre 1947. Raggiunta l’altitudine di 12mila metri, Yeager riportò il velivolo in posizione orizzontale e spinse i motori al massimo. Pochi istanti dopo dalla base udirono un boato: altri non era che il bang sonico, segno evidente che lassù era stato infranto il muro del suono!

L’aver superato in volo continuato la velocità di Mach 1 (equivalenti a circa 1.200 km/h) fece entrare nella storia il 24enne aviatore, originario della Virginia, come il primo uomo ad aver portato a termine un volo supersonico. I tentativi precedenti avevano prodotto conseguenze disastrose, per via delle scarse prestazioni dei motori e dell’aerodinamica inadeguata degli aerei.

Lo storico risultato spalancò la strada alla ricerca aerospaziale USA e alla conseguente esplorazione del cosmo. Sul piano civile contribuì a potenziare le prestazioni dei velivoli adibiti al trasporto umano, che per lo più viaggiano, tuttora, poco al di sotto del livello Mach 1.

Fatto curioso: il 14 ottobre del 2012, in ricordo di quell’evento, il paracadutista austriaco Felix Baumgartner, amante delle sfide estreme, si è lanciato a corpo libero da 39mila metri d’altezza, viaggiando a 1.773 km/h e riuscendo così a infrangere la barriera del suono. In quell’occasione ha stabilito il record di “velocità massima raggiunta da un uomo in caduta libera”.

  1. d) 1962 – Scoppia la crisi dei missili di Cuba:

Per due settimane il mondo restò col fiato sospeso temendo di essere alla vigilia di una guerra nucleare. A fronteggiarsi le due superpotenze, Stati Uniti d’America e Unione Sovietica, spalleggiate dai rispettivi “blocchi” d’influenza.

Teatro della contesa fu la Cuba di Fidel Castro, entrata nella black list dell’amministrazione americana, in seguito al crescente consolidamento dei rapporti commerciali con l’URSS. Di contro, il fallito tentativo di invadere l’isola (ricordato dalle cronache storiche come lo “Sbarco nella baia dei Porci”) aveva spinto quest’ultima a rafforzarsi militarmente.

Il casus belli scoppiò il 14 ottobre del 1962, quando un aereo spia americano U2 fornì le prove fotografiche che i sovietici stavano installando delle basi missilistiche a Cuba, posizionate in direzione degli USA.

Ne scaturì una guerra di nervi, a colpi di dichiarazioni dei due presidenti John Fitzgerald Kennedy e Nikita Krusciov, sfociata nel blocco navale imposto dagli USA. Le pressioni della diplomazia internazionale e l’intervento accorato di papa Giovanni XXIII favorirono la distensione e il raggiungimento di un accordo tra le parti, basato sulla rimozione dei missili a Cuba e sullo smantellamento di quelli statunitensi in Turchia.

Ricordato al cinema dal film “Thirteen Days” (2000), con protagonista Kevin Costner, l’episodio segnò uno spartiacque nei rapporti tra le due superpotenze, favorendo l’istituzione di una linea telefonica diretta tra i due presidenti, denominata linea rossa.

L’EVENTO SPORTIVO: 1978 – L’Italia quarta ai Mondiali di basket:

A Manila, nelle Filippine, ai Mondiali di pallacanestro maschile, gli azzurri si sono classificati quarti. Il titolo mondiale è stato vinto dalla Jugoslavia che in finale ha battuto l’URSS per 82-81 e, sempre per un punto, il Brasile ha sconfitto l’Italia (86-85) di Dino Meneghin, Renzo Bariviera, Renato Villalta e Pierluigi Marzorat

NACQUERO OGGI:

1927 – Roger Moore

1950 – Alda D’Eusanio

1991 – Marco Capuano

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

La felicità è fatta di infelicità evitate (Alphonse Karr)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Ottobre piovoso campagna prosperosa

I DOODLE DI GOOGLE: Thanksgiving canadese:

Anche in Canada si festeggia il “Thanksgiving”, il giorno del ringraziamento, ma mentre negli USA si celebra il quarto giovedì di novembre, in Canada la ricorrenza cade il secondo lunedì di ottobre. Nel corso degli anni, Google ha più volte ricordato l’evento con un doodle locale, a partire dal 14 ottobre del 2002.

La festa esprime la gratitudine per la fine della stagione del raccolto e fu proclamata ufficialmente dal parlamento canadese nel 1957 con le seguenti parole «A Day of General Thanksgiving to Almighty God for the bountiful harvest with which Canada has been blessed – to be observed on the 2nd Monday in October».

Le sue radici, in realtà, sono più remote e partono dal Cinquecento, mentre la festa era già celebrata (anche se non tutti gli anni) agli inizi dell’Ottocento.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment