Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Martedì 02 Novembre 2021

Quarantaquattresima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 306 * giorni mancanti alla fine dell’anno 590

A Roma il sole sorge alle 06.45 e tramonta alle 17.02 ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 6.25 e tramonta alle 16.57 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Commemorazione dei Defunti

ACCADDE OGGI: – 1967 – Il presidente USA interpella i saggi

Per far sostenere la guerra in Vietnam

Guerra del Vietnam. Il presidente statunitense Lyndon Johnson riunisce i saggi per capire come cementare il popolo attorno allo sforzo bellico. I saggi ritengono che l’opinione pubblica riceva messaggi ottimistici sullo stato del conflitto. Il 17 novembre Johnson dichiara “stiamo infliggendo perdite più grosse di quelle che subiamo…  Stiamo facendo progressi”. Ma due mesi dopo verrà smentito dall’offensiva del Tet.

EVENTI SPORTIVI: 2008 – Vince Massa ma il Mondiale è di Hamilton:

Il Gran Premio del Brasile, sul Circuito di Interlagos a San Paolo, ha chiuso la stagione 2008 della Formula 1. Il GP l’ha vinto il brasiliano Felipe Massa.

Il Mondiale, però, è andato, con un solo punto di vantaggio sul ferrarista Massa, al pilota inglese della McLaren, Lewis Hamilton, che diventa così il più giovane campione del mondo della storia della Formula Uno.

Terzo è l’altro pilota della Ferrari, Räikkönen, posizione che permette alla scuderia di Maranello di conquistare il titolo mondiale costruttori.

NACQUERO OGGI:

1939 – Enrico Albertosi

1940 – Gigi Proietti

1957 – Lunetta Savino

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Evita il fasto: in un tugurio puoi vivere meglio dei re, dei loro amici. (Orazio)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Gallina vecchia fa buon brodo

I DOODLE DI GOOGLE: Loi Krathong Festival:

Ogni anno in Thailandia si festeggia la “festa delle luci”, in cui si rende grazie della “vita” concessa sotto forma di abbondanza di acqua. Momento centrale del Thai Festival di Loy Krathong è l’usanza di salutare la luna piena del 12° mese del calendario Thai con delle composizioni floreali galleggianti, illuminate da candele e lasciate in balia della corrente del fiume, per venerare Mae Khongkha, la Madre delle Acque. Infatti loy indica “galleggiare” e krathong “coppe” (in senso floreale). Un rito antico, che risale molto probabilmente al XIII secolo.
Nelle coppe galleggianti, ricavate per lo più da foglie di banano, si affidano le proprie speranze di allontanare la miseria e le avversità in genere, depositandovi all’interno ciuffi di capelli o altri oggetti personali. All’esterno queste composizioni regalano un effetto scenografico nel contesto notturno, assicurato dalle candele d’incenso che nascondono e fanno risaltare forme fantasiose tra cui cigni, fiori di loto e simboli legati al buddhismo. Altre varianti del rito, sono le lanterne di carta con una fiammella all’interno che vengono fatte volare in cielo, confondendosi con le stelle; una moda quest’ultima che ha raggiunto anche l’Europa.
Google ha ricordato la festa, la cui data varia di anno in anno, nel 2009 e nel 2010, con un doodle locale. Il primo mostra i krathong che illuminano l’orizzonte notturno sagomato ai due lati a forma di templi buddisti

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment