Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Mercoledì 17 Novembre 2021

Quarantaseiesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 321 * giorni mancanti alla fine dell’anno 44

A Roma il sole sorge alle 07.03 e tramonta alle 16.47 ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 6.40 e tramonta alle 16.42 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Elisabetta

OGGI È: Giornata internazionale della tolleranza

ACCADDE OGGI: 1869 – Inaugurato il canale di Suez:

C’è la firma di un italiano dietro il progetto di un’opera ingegneristica tra le più grandiose della storia e con maggiori conseguenze sul piano politico-commerciale. Lì dove avevano fallito i Faraoni, i Persiani e finanche Napoleone Bonaparte, riuscì il trentino Luigi Negrelli, pioniere dell’ingegneria ferroviaria e civile.

Il suo progetto fu approvato dalla Società di studi costituita nel 1846, allorché venne ripresa l’annosa questione del taglio dell’istmo di Suez (unica cerniera tra i continenti africano e asiatico, compresa nella parte più a nord-est dell’Egitto), che da sempre separava il Mediterraneo dal Mar Rosso, costringendo le navi europee dirette in Asia a circumnavigare l’Africa.

Affidati alla Compagnia universale del Canale di Suez e finanziati grazie all’abile opera diplomatica di Ferdinand de Lesseps, vice console di Francia ad Alessandria, i lavori partirono nel 1859, per concludersi dieci anni dopo. Inaugurata ufficialmente il 17 novembre del 1869 alla presenza dei più potenti sovrani del pianeta, su tutti l’imperatrice francese Eugenia, l’opera, lunga 163 km, venne salutata come uno strumento di progresso e a disposizione di tutti i popoli.

In tale ottica, nel 1888 maturò la convenzione di Costantinopoli, approvata per consentire il libero passaggio sia in tempo di pace che di guerra. Tuttavia, il canale finì per essere oggetto di contesa prima tra le potenze coloniali e poi tra le stesse e l’Egitto, con quest’ultimo che arrivò a nazionalizzarlo nel 1956. Un atto che scatenò la dura reazione delle Nazioni Unite, con la conseguente interdizione alla navigazione nel 1957, e in seguito un conflitto con Israele, destinato a chiudersi verso la fine degli anni Settanta.

Riaperto alla navigazione internazionale nel 1975 e interessato da lavori di ampliamento (conclusi nell’estate del 2015 e costati 14 miliardi di euro), attualmente il Canale di Suez misura 193 km e rappresenta una cruciale rotta commerciale per l’industria petrolifera e non solo.

NACQUERO OGGI:

1930 – Giò  Pomodoro

1950 – Carlo Verdone

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio. (Albert Camus)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Uomo avvisato mezzo salvato.

I DOODLE DI GOOGLE: Giò Pomodoro:

Tra i più rappresentativi scultori del Novecento italiano, Giò Pomodoro si è affermato dal dopoguerra come uno dei maggiori esponenti, insieme al fratello Arnaldo, di quel movimento artistico che ha saputo superare il filone neorealista, puntando a forme astratte e innovative.

Un doodle locale, visibile in Italia e “scolpito” alla maniera di Giò, ha salutato nel 2011 l’ottantunesimo anniversario della nascita dell’artista pesarese. Sparse tra collezioni private e pubbliche ed esposte tra Londra, Parigi, New York, San Paolo del Brasile, le sue opere più note sono quelle incentrate sulla fruizione sociale dell’opera d’arte come il Sole-Luna-Albero installato a Monza

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment