Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: Martedì 30 Novembre 2021

Quarantottesima Settimana dell’Anno 2021

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 334 * giorni mancanti alla fine dell’anno 31

A Roma il sole sorge alle 07.18 e tramonta alle 16.40 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 6.51 e tramonta alle 16.39 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Andrea

ACCADDE OGGI: – 1954 – Prima persona colpita da un meteorite:

Starsene comodamente stesi sul divano di casa propria e vedersi venire addosso un ospite indesiderato dallo spazio. E’ l’assurda esperienza capitata, il 30 novembre del 1954, all’americana Elizabeth Hodges, passata alla storia come primo caso accertato di essere umano colpito da un oggetto extraterrestre, nella fattispecie da un meteorite.

La donna, allora trentenne, stava riposando nella sua abitazione di Sylacauga (in Alabama), quando d’un tratto sentì un pesante tonfo sul tetto e immediatamente dopo un forte dolore al fianco, sul quale si era aperta una profonda ferita. A provocarla era stato un meteorite di solfuro (dal peso di 4 kg e lungo 7 cm), che dopo aver sfondato il tetto, era rimbalzato sulla radio colpendo violentemente il fianco della malcapitata.
Oltre allo spavento e a una ferita dolorosa ma non permanente, ad Elizabeth l’accaduto portò soprattutto notorietà attraverso i giornali dell’epoca e le riviste scientifiche che si occuparono del suo caso.

Nonostante le notizie di precedenti simili – tra cui il caso di un frate milanese rimasto ucciso, riportato da un manoscritto del Seicento – venne salutato come il primo caso accertato di persona colpita da un oggetto extraterrestre, e da quel momento il meteorite venne ricordato come meteorite Sylacauga o meteorite Hodges.
La straordinarietà dell’evento sta nelle stime ufficiali degli studiosi, secondo cui una volta su 1 miliardo può accadere che un corpo celeste possa cadere su un centro abitato. Se è vero infatti che ogni anno entrano nell’atmosfera terrestre fra i 10mila e i 100mila materiali cosmici, tuttavia la maggior parte si polverizza nell’attraversare l’atmosfera, mentre una piccola parte raggiunge la superficie terrestre.
Considerando poi che quest’ultima è ricoperta di acqua per il 70%, si comprende perché le probabilità siano alquanto ridotte. Più frequenti i casi di caduta in zone desertiche, dove spesso sono stati individuati crateri di diverse dimensioni.

Un caso simile a quello di Sylacauga in Italia fu accertato a Torino, nel maggio del 1988, quando un meteorite cadde a pochi passi da alcuni operai di una fabbrica.

EVENTO SPORTIVO: 2003 – Al Brasile la Coppa del mondo:

La Coppa del mondo di pallavolo maschile è un torneo internazionale che dal 1991 assegna, alle prime tre squadre classificate, la qualificazione ai successivi Giochi Olimpici.

Il torneo, cui prendono parte le migliori Nazionali di ogni continente, è stato vinto dal Brasile. Al secondo posto gli azzurri allenati da Gian Paolo Montali.

NACQUERO OGGI:

1964 – Fabio Fazio

1986 – Salvatore Bocchetti

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Quando una donna vi ha donato il proprio cuore, non riuscirete più a sbarazzarvi del resto. (Sir John Vanbrugh)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Per Sant’Andrea piglia il porco per la sèa (setola); se tu non lo puoi pigliare, fino a Natale lascialo andare.

I DOODLE DI GOOGLE: Il Giorno di Sant’Andrea:

La leggenda narra che le reliquie dell’Apostolo Andrea vennero portate in Scozia intorno all’VIII secolo d.C., ma diverse sono le ipotesi su come fossero arrivate fin lì da Patrasso (città greca dove fu ucciso). Sta di fatto che il 30 novembre, festa di Sant’Andrea, è considerata festa nazionale dagli scozzesi.

L’evento è stato ricordato con tre doodle locali (visibili in tutto il Regno Unito) rispettivamente nel 2008 (con il simbolo della cornamusa, strumento nazionale), nel 2009 (con un’immagine del celebre castello di Edimburgo) e nel 2010 (con la bandiera scozzese, su cui è impressa la croce decussata su cui venne martirizzato il santo e che da allora porta il suo nome).

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment