Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: sabato 09 aprile 2022

Quattordicesima Settimana dell’Anno 2022

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 99* giorni mancanti alla fine dell’anno 266

A Roma il sole sorge alle 05.39 e tramonta alle 18.44 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 5.32 e tramonta alle 18.25 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Maria Cleofe

ACCADDE OGGI: 1940 –  La Germania invade Danimarca e Norvegia

L’obiettivo militare dell’operazione era l’occupazione dei porti norvegesi per prevenire un eventuale blocco degli stessi da parte dell’Inghilterra e per assicurare all’industria bellica tedesca il rifornimento di minerale ferroso che dalle miniere di Kiruna (Svezia) arrivava a Narvik (Norvegia).

Ai pianificatori dell’operazione, comandati dal generale Nikolaus von Falkenhorst, l’occupazione della Danimarca, in quanto transito alternativo per il materiale, sembrava inevitabile. Il progetto Lebensborn è fortemente collegato a questa operazione militare che permise l’inizio dell’occupazione tedesca della Scandinavia.

Il 9 aprile 1940, alle 5:20 precise (4:20 ora danese), l’inviato tedesco a Copenaghen svegliò il ministro degli Esteri del paese per presentare al governo danese un documento con cui si “offriva” alla Danimarca la “protezione del Reich”, offerta che in realtà non prendeva in considerazione la possibilità di un rifiuto. La piccola nazione danese non poté neanche accennare una seppur blanda resistenza. Ci furono solo alcune scaramucce nello Jutland, e nella capitale la Guardia Reale sparò qualche colpo intorno alla reggia, causando qualche ferito.

Il re Cristiano X firmò la capitolazione di fronte al Generale Kurt Himer, alle 14:00 di quello stesso giorno. Ci furono in tutto 13 morti e 23 feriti per parte danese e 20 feriti per parte tedesca. Quella in Danimarca fu una vera e propria passeggiata militare, che le forze alleate non poterono in alcun modo impedire. L’intervento tedesco fu rapido e determinato, favorito anche dalla totale impreparazione militare dei danesi, le cui forze armate nulla avrebbero potuto fare per tentare anche solo di rallentare un’azione di forza germanica.

Operazioni contro la Norvegia

Diversa fu la campagna di Norvegia, dove i tedeschi occuparono subito le città principali dopo aver respinto uno sbarco alleato, ma furono impegnati fino al mese di giugno.

NACQUERO OGGI:

1933 – Gian Maria Volonté (+1994)

1948 – Patty Pravo

1971 – Jacques Villeneuve

1985 – Antonio Nocerino

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Il segreto per trascorrere un week-end indimenticabile è passare dal divano al letto e dal letto al divano.
Fino a lunedì.

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Figlio troppo accarezzato non fu mai bene allevato.

I DOODLE DI GOOGLE: Lönnrot e la lingua finlandese:

Quando la Finlandia si trovava ancora nell’orbita dell’Impero russo ed era costretta a subire come lingue ufficiali il “russo” e lo “svedese”, molti intellettuali e artisti si fecero interpreti di un recupero dell’identità nazionale, sotto tutti gli aspetti. Il più noto fu il filologo e medico Elias Lönnrot che s’impegnò a trasformare il finlandese in una lingua moderna.

Per fare ciò iniziò a viaggiare per il paese, andando alla ricerca di antiche leggende e tradizioni popolari che raccolse nella sua opera più famosa: l’epopea “Kalevala”, letteralmente “terra di Kaleva” (sottintendendo la Finlandia), dal nome del mitico progenitore della stirpe finnica. Ad essa e ai tipici paesaggi della Finlandia è ispirato il doodle locale (visibile in Finlandia), pubblicato da Google nel 2012, in occasione del 210° anniversario della nascita di Lönnrot.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment