Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: martedì 10 maggio 2022

Diciannovesima Settimana dell’Anno 2022

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 130 * giorni mancanti alla fine dell’anno 235

A Roma il sole sorge alle 04.55 e tramonta alle 19.18 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 4.52 e tramonta alle 18.53 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: San Cataldo

OGGI È: Giornata mondiale contro il Lupus

Il 10 maggio è la Giornata mondiale contro il Lupus, una giornata ricca di iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto sia importante sostenere la ricerca scientifica, indispensabile per trovare una cura a malattie difficili da debellare. Tra queste c’è appunto il Lupus, una malattia autoimmune che colpisce circa il 90% delle donne e di cui, ad oggi, non si conoscono le cause né le possibili cure.

Come accade per tutte le malattie autoimmuni, anche nel Lupus succede che il sistema immunitario va in tilt, e invece di colpire agenti dannosi per l’organismo, attacca gli organi sani, e a lungo andare l’infiammazione immediata che ne deriva può anche portare al decesso.

Ci sono varie tipologie di Lupus. Il più diffuso e conosciuto è il Lupus eritematoso sistemico, così detto perché il sistema immunitario produce anticorpi che attaccano il nucleo cellulare di diversi organi e apparati.

Lupus farmaco indotto è invece scatenato da una commistione di farmaci che provocano una risposta autoimmunitaria del sistema. Queste due tipologie di Lupus sono difficili da prevenire e riconoscere, perché non esistono sintomi visibili, e sono particolarmente pericolose perché attaccano anche organi vitali come cuore, reni e polmoni.

Il Lupus eritematoso discoide, invece, è immediatamente visibile perché si manifesta con eritemi e rossori diffusi su viso e cuoio capelluto.

ACCADDE OGGI: 1978 –  Giorgio Napolitano eletto XI° Presidente della Repubblica 

Il 10 maggio 2006, alla quarta votazione, è eletto undicesimo presidente della Repubblica Italiana, con 543 voti su 990 votanti dei 1009 aventi diritto.[16] Giura entrando ufficialmente in carica il giorno 15 maggio (dopo le dimissioni anticipate di Ciampi). È il primo esponente politico proveniente dal PCI a divenire presidente della Repubblica, nonché il primo proveniente da un gruppo parlamentare (in questo caso, L’Ulivo) dopo la caduta della cosiddetta Prima Repubblica. Tra i suoi primi atti, la concessione della grazia a Ovidio Bompressi, in continuità con le determinazioni assunte dal predecessore Carlo Azeglio Ciampi.

Sarà il primo presidente ad essere rieletto alla scadenza del primo mandato nel 2013

EVENTO SPORTIVO – 1987 – Il primo scudetto del Napoli:

Per la prima volta una squadra del Sud vince il campionato di calcio di serie A. Il Napoli, al primo posto in solitaria dalla quindicesima giornata (il torneo è a 16 squadre e la vittoria vale due punti), consapevole della posta in gioco, scende in campo contro la Fiorentina, in uno Stadio San Paolo gremito in ogni ordine di posti.

A 180 minuti dalla fine del campionato, la classifica vede i partenopei al comando con 40 punti, l’Inter a 37, la Juventus a 36 e il Verona a 34. I nerazzurri perdono per 1 a 0 a Bergamo, la Juventus pareggia per 1 a 1 a Verona (che nell’ultima giornata fermerà sullo 0 a 0 l’Inter), gli azzurri di Ottavio Bianchi segnano con Andrea Carnevale ma una rete su punizione di Roberto Baggio fissa il risultato finale sull’1 a 1.

Il pareggio è sufficiente ad assegnare lo scudetto, con una giornata di anticipo, al Napoli di Maradona. Alle 17.47 del 10 maggio 1987, al triplice fischio finale dell’arbitro, si scatena la festa prima allo stadio e poi in tutta la città per celebrare il concretizzarsi di un sogno, rincorso da decenni.

NACQUERO OGGI:

1931 – Ettore Scola  (+2016)

1987 – Daniele Dessena

1992 – Marco Sportiello

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Una rivolta è in fondo il linguaggio di chi non viene ascoltato. (Martin Luther King)

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Chi pota di maggio e zappa d’agosto, non raccoglie né pane né mosto.

I DOODLE DI GOOGLE: Il pittore cinese Zhang Daqian:

Nella pittura cinese del Novecento Zhang Daqian rappresenta un esponente di rilievo e le sue opere conservano un valore inestimabile nel mercato dell’arte internazionale. Costretto a lasciare il suo paese per il clima repressivo della Repubblica socialista del 1949, l’artista viaggiò prima attraverso il Sud America e poi in Europa, in particolare a Parigi dove incontrò Pablo Picasso nel 1956.

La sua raffinata abilità pittorica si espresse in mirabili imitazioni dei grandi maestri cinesi. Gran parte della sua produzione è attualmente esposta al National Palace Museum di Taipei City (Taiwan), mentre le sue opere hanno ottenuto dalle vendite all’asta un fatturato maggiore di quello di Picasso. Nel 2011, in concomitanza con il 112° della nascita del pittore, Google gli ha dedicato un doodle locale (visibile in Cina, Taiwan ed Hong Kong), che ricorda uno dei suoi dipinti più noti, legato al fiore di loto.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment