Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di Lunedì 08 maggio 2017

Diciannovesima settimana dell’anno

Giorni dall’inizio dell’anno: 128 * Giorni rimanenti alla fine dell’anno 237

A Roma il sole sorge alle 04.57 e tramonta alle 19:16 (ora solare)

 Lecce il sole sorge alle 04.48  e tramonta alle 18:56 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: San Vittore e San Desiderato

ACCADDE OGGI: 1886 – Pemberton brevetta la Coca-Cola

A Coca-Cola stall at Wembley Stadium during the Olympic Games in London, August 1948. (Photo by Topical Press Agency/Hulton Archive/Getty Images)

A Coca-Cola stall at Wembley Stadium during the Olympic Games in London, August 1948. (Photo by Topical Press Agency/Hulton Archive/Getty Images)

Un ingrediente aggiunto per sbaglio trasformò un rimedio per il mal di testa in una bevanda dal sapore inconfondibile, che in meno di dieci anni conquistò tutta l’America. In quel periodo si costruì un marchio vincente rimasto immutato per oltre un secolo e destinato a influenzare le abitudini alimentari di miliardi di persone. Nel laboratorio chimico, ricavato nel retro della sua abitazione al n° 107 di Marietta Street, aveva già creato diverse medicine artigianali, che in quegli anni si vendevano liberamente senza alcun controllo. Il nuovo ritrovato cui stava lavorando era composto da vino di coca (mistura di vino e foglie di coca, detto anche Vino Mariani dal nome del farmacista italiano che l’aveva brevettato) e da un estratto di noci di cola (ricchi di caffeina).

Mescolandoli in una caldaia di ottone, l’8 maggio 1886 trovò la dose giusta e si convinse che quello sciroppo dal sapore dolce poteva fungere da tonico rinvigorente e da rimedio per la cefalea. Con il nome di French Wine Coca ne sottopose un campione alla farmacia Jacob, tra le più rinomate della città, con l’obiettivo di commercializzarla e ricavarne qualcosa, come aveva fatto per altre medicine.

L’idea andò in porto ma nei giorni a seguire, per via di un errore nella preparazione dovuto all’aggiunta di acqua gassata, ci si accorse del suo sapore gradevole e rinfrescante e venne proposta come bevanda ai clienti della farmacia (che fungeva anche da drugstore) al prezzo di 5 centesimi. Pemberton intuì l’affare e mise su una società per produrre la bibita, cui venne dato il nome di Coca-Cola Syrup and Extract su suggerimento del contabile Frank M. Robinson, che non fece altro che unire i due principali ingredienti. Allo stesso si dovette anche la scritta in caratteri “Spencer”, che restò un elemento identitario nel tempo.

I mezzi finanziari limitati di Pemberton lo costrinsero a vendere il prodotto alla spina, ottenendo così ricavi inferiori alle attese. Di qui la scelta di vendere, per 2.300 dollari, la formula e i diritti di utilizzo del marchio all’imprenditore Asa Candler. Fu lui a fondare il 29 gennaio 1892 la Coca-Cola Company e a lanciare su larga scala la bevanda, grazie a un’abile strategia di marketing e di pubblicità. Un passo fondamentale fu l’imbottigliamento iniziato nel 1899 ma che conobbe una svolta decisiva solo quindici anni più tardi con l’introduzione della mitica contour bottle: la caratteristica bottiglietta di vetro, disegnata da Alexander Samuelson e Earl Dean su modello di un seme di cacao.

NACQUERO OGGI

1952 – Vittorio Sgarbi – critico d’arte

1959 – Marisa Masullo – ex atleta velocista

FRASE CELEBRE: C’era qualche cosa di animalesco nell’anima mentre il corpo aveva i suoi momenti di spiritualità. (O. Wilde)

IL PROVERBIO: Maggio fresco e casa calda, la massaia sta lieta e balda.

IL SEGNO ZODIACALE: TORO –  dal 21/04 al 20/04

Personalità

Il suo gusto innato per il benessere e per le cose “buone” della vita lo predispone a curare l’arte del vivere, a godere delle piccole gioie quotidiane, piuttosto che a lanciarsi in imprese al di sopra delle sue forze e dei suoi mezzi. Resistente, perseverante, riflessivo ed equilibrato, lavora con scrupolo e serietà rispettando i suoi impegni e raggiungendo, quasi sempre, una buona solidità finanziaria. Ama il denaro, non per accumularlo, ma per spenderlo in tutto ciò che gli procura piacere

Amore

Un impegno serio, una situazione stabile e chiara in cui profondere tutto il suo affetto, ecco il concetto che ha dell’amore. La stabilità e la durata dei suoi rapporti sentimentali sono di fondamentale importanza, non tollera il passeggero e l’incerto. Non va alla ricerca dell’avventura che, il giorno seguente, considererebbe una “stupidaggine”. Una volta trovata l’anima gemella, quindi, la scelta è definitiva, anche perché detesta i cambiamenti e ha paura delle novità. La famiglia è pertanto il fulcro della sua esistenza, poiché soddisfa il suo bisogno di sicurezza.

Lavoro

Il Toro è un buon amministratore, sia che si occupi dei suoi affari, sia che lavori alle dipendenze altrui. Egli giunge al successo lentamente ma con sicurezza ed eccelle in professioni come quella di banchiere, consulente finanziario, impresario edile, commerciante, venditore e, grazie al suo amore per la terra, sarà anche un bravo agricoltore. Le sue qualità artistiche, inoltre, lo indirizzano verso il teatro, il cinema, la pittura e il bel canto, non è raro trovare negli appartenenti a questo segno, infatti, ottimi cantanti. Come collaboratore è insostituibile e, se lavora alle dipendenze, risulta essere un collaboratore veramente affidabile. Svolge qualsiasi professione con grande senso di responsabilità e chiarezza, e vuole sempre vedere dei risultati concreti nel suo operare. Se si facesse una statistica degli assenteisti, sicuramente fra i Toro non ce ne sarebbe neppure uno.

Salute

Le parti del corpo collegate al segno del Toro sono: l’area della gola, l’arco dentario inferiore, il sistema muscolare del collo, le prime vie respiratorie, le vertebre dell’area superiore, e l’area bronchiale superiore. Ne deriva che le patologie che accusa più di frequente comprendono tracheiti, faringiti, tonsilliti, disturbi alle corde vocali, artrosi cervicale, cattivo funzionamento della tiroide. Il suo sale cellulare è il solfato di sodio che regola la ritenzione d’acqua nell’organismo. Il Toro è un flemmatico e sa perfettamente che per star bene, ha bisogno di vivere evitando accuratamente qualunque tipo di eccessi, ecco perché arriva spesso fino a tarda età e senza troppi malanni.

I DOODLE DI GOOGLE: 100° Giro d’Italia

Correva la primavera del 1909 quando, grazie a un’idea del giornalista sportivo Tullo Morgagni, gli italiani scoprirono il fascino della cosiddetta “Corsa rosa”, seconda per prestigio soltanto al Tour de France. Rosa per via della “maglia rosa” indossata dal vincitore e il cui colore venne ripreso da quello della Gazzetta dello Sport, quotidiano storicamente legato al Giro.

La prima edizione della competizione ciclistica prese il via dal Rondò di Loreto a Milano e vide trionfare il varesino Luigi Ganna. Interrotto soltanto durante le due Guerre mondiali, il Giro d’Italia ha tagliato il traguardo del secolo di vita con l’edizione 2009, partita dal Lido di Venezia e conclusasi a Roma con la vittoria di Denis Men’sov. Alla vigilia dell’edizione del centenario, Google ha pubblicato un doodle locale (visibile in Italia) dedicato alla gara.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment