Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di Sabato 17 e Domenica 18 Agosto 2019

Trentatreesima settimana dell’anno

Giorni dall’inizio dell’anno: sabato 229 – domenica 230 * Giorni a fine anno sabato 136 – domenica 135

Il sole sorge a Roma

Sabato alle 5.21 e tramonta alle 19.07 (ora solare)

Domenica alle 5.22 e tramonta alle 19.06 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce

Sabato alle 5.16 e tramonta alle 18.42 ora solare)

Domenica alle 5.17 e tramonta alle 18.41 ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA –

Sabato – San Giacinto   

Domenica – Sant’Elena   

ACCADDE OGGI:

domenica 18: 1886 – Janssen osserva per la prima volta l’elio:

Dopo l’idrogeno, l’elemento chimico più presente nell’universo è l’elio, gas nobile incolore e inodore. Sulla Terra è rinvenibile nell’atmosfera terrestre, in alcune acque minerali e in certi gas naturali. Il suo utilizzo più noto riguarda i palloni aerostatici e i dirigibili.

Il primo a scoprirlo fu l’astronomo francese Jules Janssen, nel corso di studi condotti sulla luce solare. Durante l’eclissi totale solare del 18 agosto 1866, osservò una riga luccicante, di colore giallo, nello spettro della cromosfera del sole. Quell’elemento, allora sconosciuto, fu notato in seguito dallo scienziato britannico Joseph Norman Lockyer e stimato erroneamente come “metallo”.

Di qui la scelta di aggiungere il suffisso ium al termine greco Helios (in onore al dio greco del sole). La scoperta, ritenuta sensazionale, venne celebrata dall’Accademia delle scienze di Parigi con una medaglia commemorativa, con su impressi i volti di Janssen e Lockyer.

Soltanto nel 1895, il chimico scozzese William Ramsay (Nobel per la Chimica nel 1904) riuscì a isolare l’elio e a classificarlo come gas nobile.

EVENTO SPORTIVO:

Sabato 17: 2008 – Phelps vs Spitz: 8-7:

Leggendaria impresa del nuotatore Michael Phelps che alle Olimpiadi di Pechino ha conquistato 8 medaglie d’oro, superando dopo 36 anni il connazionale Mark Spitz che ne aveva vinte 7 a Monaco 1972.

La sua determinazione è stata dunque premiata: quattro anni prima ad Atene si era fermato a soli 6 ori e 2 bronzi. E per entrare ancor di più a pieno titolo nella storia dello sport, a Pechino ha stabilito 7 record mondiali e 1 olimpico.

Domenica 18: 2004 –  Oro agli USA nella 4x200m femminile:

Alle Olimpiadi di Atene, gli Stati Uniti conquistano la medaglia d’oro nella staffetta di nuoto 4×200 metri femminile, con il tempo di 7’53″42, stabilendo il nuovo record mondiale. Completano il podio Cina e Germania.

NACQUERO OGGI:

Sabato 17

1936 – Mogol – Giulio Rapetti Mogol – paroliere per canzoni

1943 – Robert De Niro – attore         

1975 – Luigi Mastrangelo – ex pallavolista

Domenica 18

1943 – Gianni Rivera – ex calciatore

1953 – Sergio Castellito – attore

1968 – Daniele Silvestri – cantautore

LA FRASE CELEBRE:

L’entusiasmo non è altro che ubriachezza morale. (Lord George Byron)

IL PROVERBIO:

Ogni uccello, d’agosto è beccafico.

IL SEGNO ZODIACALE: LEONE – Dal 23/07 al 22/08

Il pianeta dominante è il Sole, l’elemento è il fuoco e la qualità è fissa

Il Sole è nel segno approssimativamente tra il 23 Luglio e il 22 Agosto.

Colore da portare: il giallo oro.

Metallo: l’Oro, simbolo del sapere, che dà coraggio e vitalità

Pietra Portafortuna: ambra. La pietra del Leone è l’ambra, nota per la capacità di inglobare al suo interno resti di animali e vegetali. Le sue virtù sono quelle di stimolare i rapporti interpersonali e favorire il successo personale. Ha proprietà calmanti e antidepressive, combatte le allergie e stimola il sistema endocrino, la milza e il cuore.

Giorno favorevole: la Domenica, il giorno del Sole.

Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale del Leone raffigura in modo stilizzato la coda dell’animale, segno di forza e potenza, ostentazione e orgoglio.

Mitologia:

La mitologia attribuisce al Leone numerose leggende, considerando che la sua immagine viene accostata spesso a quella del sole, raggiante e potente come esso. Il Sole è in senso lato l’incarnazione di Dio, ma anche la superiorità dell’eroe. I Greci posizionarono questo segno nella quinta costellazione dello Zodiaco, dove l’animale era Nemea, leone affrontato e ucciso da Ercole nella sua prima prova

Caratteristiche dei Leone:

Il Leone è il segno del potere. Denota volontà e determinazione unite a gentilezza. Questo segno ha un ego fortemente pronunciato che tende ad eccellere in ogni circostanza. I nativi del segno infondono un senso di fiducia e possono rivelarsi grandi “cacciatori” del sesso opposto. Essi sono dei dirigenti nati, ma non amano vincere con troppa facilità in quanto preferiscono la conquista. Sono consapevoli del proprio valore ed amano essere apprezzati, il che li rende altamente suscettibili all’adulazione. Amano spaziare, sono ottimi organizzatori, ma prediligono il fatto che siano gli altri a svolgere il lavoro meno importante.

Poiché il Leone governa il cuore, i nativi di questo segno sono soggetti a disturbi cardiaci quando invecchiano. Possono inoltre dimenticare che il corpo tende ad indebolirsi, e questo può provocare un aumento della pressione sanguigna. Sotto il profilo psicologico gli individui nati sotto il segno del Leone sono orgogliosi, coraggiosi, prepotenti. Sono per istinto, ma non necessariamente nella realtà, dei capi. Tendono a comportarsi come tali, questo è degno di nota, anche quando non presentano le caratteristiche dei capi. Tendono a comportarsi come tali, questo è degno di nota, anche quando non presentano le caratteristiche dei capi. In alcuni casi sono dotati di un carisma particolare che li rende leader più facilmente degli altri, ma qualora manchino caratteristiche particolari del genere, rimane la presunzione, la velleità del comando, che molte volte, se svuotata della sua sostanza, diventa estremamente ridicola. Esteriorizzazione, ambizione, autorità, vitalità, fierezza, lealtà e magnanimità sono le sue caratteristiche di base. Tutte queste sono caratteristiche che riguardano solo la vita terrena ed hanno tutte un denominatore comune: la volontà, intesa nel senso più completo del termine. La stessa volontà, se negativizzata, porta a passione, facilità alla collera, orgoglio, tirannia, ricerca della gloria a tutti i costi, la tendenza a drammatizzare, anche a recitare (nella vita). Ciò che quasi stupisce nei nati sotto il segno del Leone è la straordinaria sicurezza di sé.

C’è in questo segno anche una tendenza allo sprezzo della volontà altrui, in questi casi l’autorità si tramuta in sete di potere o tendenza alla prevaricazione. La magnanimità è una grande qualità del segno. La combattività poi si esplica in due modi: uno umano (tendenza a combattere d’istinto), ed uno sovrumano (la vittoria sulle prove, l’espansione dell’ego a favore dell’umanità tutta). Il Leone, inoltre, è il segno dell’educazione, dei bambini, della gloria, della celebrità artistica.

I DOODLE DI GOOGLE:

Sabato 17 –  Pierre de Fermat:

Nel 2011 Google celebra il 410° anniversario della nascita di Pierre de Fermat, matematico e magistrato francese, nato a Beaumont-de-Lomagne il 17 agosto 1601 e morto nel 1665. Divenne famoso per il cosiddetto “ultimo teorema di Fermat”, una formula che scrisse sul margine di una copia dell’Arithmetica di Diofanto, indicando di averne trovata la dimostrazione, ma di non poterla riportare in quanto il margine era troppo piccolo. Per trovare la dimostrazione di questo teorema si sono cimentati i migliori matematici per ben 358 anni, fino a quando nel 1995, il matematico britannico Andrew Wiles trovò la soluzione, utilizzando tecniche di matematica ed algebra moderne. Per questo motivo molti credono che in realtà Fermat non avesse trovato una dimostrazione corretta.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment