Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

Almanacco di Martedì 20 Agosto 2019

Trentaquattresima settimana dell’anno

Giorni dall’inizio dell’anno: 232 * Giorni alla fine dell’anno 133

Il sole sorge a Roma 5.24 e tramonta alle 19.03 (ora solare)

Il sole sorge a Lecce 5.19 e tramonta alle 18.38 ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA – San Bernardo       

ACCADDE OGGI: 1960 – Inaugurato l’aeroporto di Fiumicino:

A meno di una settimana dalla XVII edizione delle Olimpiadi, Roma festeggia un altro evento che ne segnerà per sempre lo sviluppo urbanistico ed economico. Ad ovest della Capitale, nel territorio di Fiumicino, viene inaugurato il nuovo aeroporto “Leonardo da Vinci”, alla presenza del Ministro della Difesa, Giulio Andreotti, e del Ministro ai Lavori Pubblici, Benigno Zaccagnini.
In realtà lo scalo è operativo solo in parte e la sua entrata in funzione si è resa necessaria per supportare il traffico di Ciampino, nel periodo della competizione olimpica. Solo da gennaio dell’anno successivo, le compagnie aree si trasferiscono qui, rendendolo di fatto il principale scalo romano nell’aviazione civile.
La scelta di costruire l’aeroporto a Fiumicino era maturata nel 1947, dopo aver scartato altre tre opzioni (la Magliana, Castel di Decima e Casal Palocco), ricadenti nei confini del comune di Roma. Con quattro Terminal (T1, T2, T3 e T5) e quattro piste, che servono rotte nazionali, internazionali e intercontinentali, Fiumicino (nome con cui è più noto) è il maggiore scalo aereo italiano e, dati 2017, il decimo d’Europa, per numero di passeggeri.

EVENTO SPORTIVO: 2009 – Bolt, record anche sui 200 m:

Durante i Mondiali di atletica leggera di Berlino, dopo appena quattro giorni da quello sui 100, il grande campione Usain Bolt stabilisce il record mondiale sui 200 metri: 19″19. Per uno strano gioco del destino, proprio un anno prima a Pechino, nella stessa gara aveva fissato il record a 19″30.

NACQUERO OGGI:

1928 – Luciano De Crescenzo – scrittore/attore/regista

1936 – Carla Fracci – ballerina        

1957 – Cesare Prandelli – allenatore  

1963 – Riccardo Ferri – ex calciatore

LA FRASE CELEBRE:

Tristo è quel discepolo che non supera il suo maestro. (Leonardo Da Vinci)

IL PROVERBIO:

Chi non ha pane lavorato, agosto diventa maggio.

IL SEGNO ZODIACALE: LEONE – Dal 23/07 al 22/08

Il pianeta dominante è il Sole, l’elemento è il fuoco e la qualità è fissa

Il Sole è nel segno approssimativamente tra il 23 Luglio e il 22 Agosto.

Colore da portare: il giallo oro.

Metallo: l’Oro, simbolo del sapere, che dà coraggio e vitalità

Pietra Portafortuna: ambra. La pietra del Leone è l’ambra, nota per la capacità di inglobare al suo interno resti di animali e vegetali. Le sue virtù sono quelle di stimolare i rapporti interpersonali e favorire il successo personale. Ha proprietà calmanti e antidepressive, combatte le allergie e stimola il sistema endocrino, la milza e il cuore.

Giorno favorevole: la Domenica, il giorno del Sole.

Il simbolo grafico che rappresenta il segno zodiacale del Leone raffigura in modo stilizzato la coda dell’animale, segno di forza e potenza, ostentazione e orgoglio.

Mitologia:

La mitologia attribuisce al Leone numerose leggende, considerando che la sua immagine viene accostata spesso a quella del sole, raggiante e potente come esso. Il Sole è in senso lato l’incarnazione di Dio, ma anche la superiorità dell’eroe. I Greci posizionarono questo segno nella quinta costellazione dello Zodiaco, dove l’animale era Nemea, leone affrontato e ucciso da Ercole nella sua prima prova

Caratteristiche dei Leone:

Il Leone è il segno del potere. Denota volontà e determinazione unite a gentilezza. Questo segno ha un ego fortemente pronunciato che tende ad eccellere in ogni circostanza. I nativi del segno infondono un senso di fiducia e possono rivelarsi grandi “cacciatori” del sesso opposto. Essi sono dei dirigenti nati, ma non amano vincere con troppa facilità in quanto preferiscono la conquista. Sono consapevoli del proprio valore ed amano essere apprezzati, il che li rende altamente suscettibili all’adulazione. Amano spaziare, sono ottimi organizzatori, ma prediligono il fatto che siano gli altri a svolgere il lavoro meno importante.

Poiché il Leone governa il cuore, i nativi di questo segno sono soggetti a disturbi cardiaci quando invecchiano. Possono inoltre dimenticare che il corpo tende ad indebolirsi, e questo può provocare un aumento della pressione sanguigna. Sotto il profilo psicologico gli individui nati sotto il segno del Leone sono orgogliosi, coraggiosi, prepotenti. Sono per istinto, ma non necessariamente nella realtà, dei capi. Tendono a comportarsi come tali, questo è degno di nota, anche quando non presentano le caratteristiche dei capi. Tendono a comportarsi come tali, questo è degno di nota, anche quando non presentano le caratteristiche dei capi. In alcuni casi sono dotati di un carisma particolare che li rende leader più facilmente degli altri, ma qualora manchino caratteristiche particolari del genere, rimane la presunzione, la velleità del comando, che molte volte, se svuotata della sua sostanza, diventa estremamente ridicola. Esteriorizzazione, ambizione, autorità, vitalità, fierezza, lealtà e magnanimità sono le sue caratteristiche di base. Tutte queste sono caratteristiche che riguardano solo la vita terrena ed hanno tutte un denominatore comune: la volontà, intesa nel senso più completo del termine. La stessa volontà, se negativizzata, porta a passione, facilità alla collera, orgoglio, tirannia, ricerca della gloria a tutti i costi, la tendenza a drammatizzare, anche a recitare (nella vita). Ciò che quasi stupisce nei nati sotto il segno del Leone è la straordinaria sicurezza di sé.

C’è in questo segno anche una tendenza allo sprezzo della volontà altrui, in questi casi l’autorità si tramuta in sete di potere o tendenza alla prevaricazione. La magnanimità è una grande qualità del segno. La combattività poi si esplica in due modi: uno umano (tendenza a combattere d’istinto), ed uno sovrumano (la vittoria sulle prove, l’espansione dell’ego a favore dell’umanità tutta). Il Leone, inoltre, è il segno dell’educazione, dei bambini, della gloria, della celebrità artistica.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment