Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Lunedì 06 Maggio 2019

ALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Lunedì 06 Maggio 2019

ALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Lunedì 06 Maggio 2019

Almanacco di  Lunedì 06 Maggio 2019

Diciannovesima settimana dell’anno

Giorni dall’inizio dell’anno: 126 * Giorni rimanenti alla fine dell’anno 239

A Roma il sole sorge alle 05.00 e tramonta alle 19.13 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 04.50 e tramonta alle 18.55 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Santa Giuditta   

ACCADDE OGGI: 1994 – Inaugurato il tunnel della Manica:

eurotunnel

Ottomila e mezzo anni fa, era possibile raggiungere l’Inghilterra via terra dalla Francia. Oggi, in alternativa ai collegamenti marittimi, si può coprire quella distanza a bordo di treni superveloci che viaggiano nelle profondità degli abissi, nel tracciato sottomarino più lungo al mondo.

Dopo diverse proposte avanzate nel XIX secolo e rimaste tutte sulla carta, il progetto di realizzare un passaggio sotto lo stretto della Manica torna in auge dopo la Seconda guerra mondiale. A studiare la fattibilità dell’opera è il Tunnel sous la Manche Study Group, che nel 1960 presenta una bozza in cui sono previsti due tunnel ferroviari principali ed una galleria di servizio. I lavori partono nel 1973, per interrompersi appena due anni dopo a causa di problemi finanziari.

Un lungo silenzio e all’inizio degli anni Ottanta l’opera torna al centro dei rapporti tra i governi francese e britannico, guidati rispettivamente dal socialista Francois Mitterrand e dal premier conservatore Margaret Thatcher. Una gara d’appalto indetta tra società private premia il progetto più in linea con quello interrotto precedentemente, sul quale, a febbraio del 1987, viene siglato un trattato tra i due paesi, noto come Fixed Link Treaty.

A dicembre dello stesso anno iniziano i lavori su entrambi i versanti e tre anni dopo, sempre a dicembre, le due squadre di operai s’incontrano per la prima volta a metà strada, a 40 metri di profondità sotto il fondo della Manica. Accade altre due volte per le restanti gallerie tra maggio e giugno del 1991. Due anni più tardi l’opera è pronta per essere inaugurata ma la cerimonia ufficiale, inizialmente fissata a giugno, slitta a causa di un guasto elettrico.

L’appuntamento è rinviato al 6 maggio 1994. In quella data la regina inglese Elisabetta II e il presidente francese Mitterand presiedono al taglio del nastro a Calais. Dalla città del nord della Francia si sviluppa una rete di tre gallerie lunghe 50 km ciascuna, di cui 37,9 km sono dislocati a 40 metri sotto il fondale marino, che termina a Folkestone, nella contea del Kent (sud-est dell’Inghilterra).

Due gallerie sono destinate al traffico ferroviario (con una velocità costante di 140 km/h) e al transito di auto e camion attraverso navette lunghe 800 metri, che possono trasportare 150 auto o 35 camion, impiegando un’ora circa per coprire la distanza; una terza è utilizzata dal personale di servizio per controlli e interventi di manutenzione. Si tratta di un’opera ipertecnologica che ha richiesto sette anni di lavori e l’impiego di 15mila operai.

Spesso identificata con il nome della società che la gestisce, ossia Eurotunnel, la galleria viene utilizzata in media, ogni anno, da 9 milioni di passeggeri (con treni ogni tre minuti nei periodi di maggior traffico), due milioni di automobili e un milione di camion. Nonostante detenga il record della parte sottomarina più lunga al mondo, il tunnel della Manica è il secondo tunnel sottomarino più lungo al mondo. Il primato è detenuto dal giapponese Seikan, che collega le isole di Honshu e Hokkaido.

EVENTO SPORTIVO: : 1906 – La prima edizione della Targa Florio:

Il palermitano Vincenzo Florio, appartenente ad una ricchissima famiglia, è colpito dal nuovo mezzo di locomozione rappresentato dalle auto e così pensa ad una gara nelle strette e tortuose strade siciliane, in particolare quelle sulla catena montuosa delle Madonie.

Le 61 edizioni della Targa Florio, dal 1906 al 1977, sono sempre caratterizzate dalle difficoltà del tracciato, tanto che nei primi anni il solo concludere la gara è considerato un’impresa.

Le leggendarie prestazioni delle vetture sono sempre evidenziate dalle case produttrici con mirati messaggi pubblicitari. Anche la storia di questa gara automobilistica è costellata di incidenti con morti e feriti, tra il pubblico e i piloti.

Il vincitore della prima edizione è Alessandro Cagno alla guida dell’Itala, marchio torinese di vetture sportive.

NACQUERO OGGI:

1961 – George Clooney – attore     

1981 – Guglielmo Stendardo – ex calciatore (ex Lecce)     

1987 – Dries Mertens – calciatore      

LA FRASE CELEBRE

Io amo la vita e la coltivo tale e quale è piaciuto a Dio di concedercela. (M. de Montaigne)

IL PROVERBIO:

San Niccolò di Bari, la festa degli scolari.

IL SEGNO ZODIACALE: TORO – Dal 21/04 al 20/05

Personalità:

Il suo gusto innato per il benessere e per le cose “buone” della vita lo predispone a curare l’arte del vivere, a godere delle piccole gioie quotidiane, piuttosto che a lanciarsi in imprese al di sopra delle sue forze e dei suoi mezzi. Resistente, perseverante, riflessivo ed equilibrato, lavora con scrupolo e serietà rispettando i suoi impegni e raggiungendo, quasi sempre, una buona solidità finanziaria. Ama il denaro, non per accumularlo, ma per spenderlo in tutto ciò che gli procura piacere: una bella casa, quadri e mobili d’epoca, una fornita cantina, bei vestiti. Venere, il suo pianeta governatore, gli fa apprezzare, infatti, la purezza della forma e le cose belle, che ama toccare ed avere sempre davanti allo sguardo. Il senso della famiglia è molto sviluppato e rappresenta il rifugio, l’ambiente naturale per eccellenza, nel quale piantare le radici.

Amore:

Un impegno serio, una situazione stabile e chiara in cui profondere tutto il suo affetto, ecco il concetto che ha dell’amore. La stabilità e la durata dei suoi rapporti sentimentali, infatti, sono di fondamentale importanza per il Toro che non tollera il passeggero e l’incerto. All’avventura, invece, bisogna essere portati e non è il suo caso; certo, non si può escludere che circostanze particolari o una persona con eccezionale sensualità, possano spingerlo a quella che, il giorno seguente, probabilmente considererebbe una “stupidaggine”, ma sicuramente non è ciò di cui va in cerca. Una volta trovata l’anima gemella, quindi, la scelta è definitiva, anche perché detesta i cambiamenti e ha paura delle novità. La famiglia è pertanto il fulcro della sua esistenza, poiché soddisfa il suo bisogno di sicurezza.

Lavoro:

Il Toro è un buon amministratore, sia che si occupi dei suoi affari, sia che lavori alle dipendenze altrui. Giunge al successo lentamente ma con sicurezza ed eccelle in professioni come quella di banchiere, consulente finanziario, impresario edile, commerciante, venditore e, grazie al suo amore per la terra, sarà anche un bravo agricoltore. Le sue qualità artistiche, inoltre, lo indirizzano verso il teatro, il cinema, la pittura e il bel canto, non è raro trovare negli appartenenti a questo segno, infatti, ottimi cantanti. Come collaboratore è insostituibile e, se lavora alle dipendenze, risulta un collaboratore veramente affidabile.

Salute:

Le parti del corpo collegate al segno del Toro sono: l’area della gola, l’arco dentario inferiore, il sistema muscolare del collo, le prime vie respiratorie, le vertebre dell’area superiore, e l’area bronchiale superiore. Le patologie che accusa più di frequente comprendono tracheiti, faringiti, tonsilliti, disturbi alle corde vocali, artrosi cervicale, cattivo funzionamento della tiroide. Il suo sale cellulare è il solfato di sodio che regola la ritenzione d’acqua nell’organismo. Il Toro è un flemmatico e per star bene, ha bisogno di vivere evitando qualunque tipo di eccessi, ecco perché arriva spesso fino a tarda età e senza troppi malanni.

Condividi con:
Valuta articolo

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment