Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Mercoledì 27 Marzo 2019

ALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Mercoledì 27 Marzo 2019

ALMANACCO DEL GIORNO Almanacco di Mercoledì 27 Marzo 2019

Almanacco di Mercoledì 27 Marzo 2019 

Tredicesima settimana dell’anno

Giorni dall’inizio dell’anno: 86 * Giorni rimanenti alla fine dell’anno 279

A Roma il sole sorge alle 06.01 e tramonta alle 18.29 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 05.49 e tramonta alle 18.11 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Augusta           

EVENTO SPORTIVO: 2011 – Trentino Volley ancora campione:

four_2011

Sono 24 le squadre, di cui 3 italiane, che si sono contese la CEV Champions League 2010-2011 (52ª edizione del massimo torneo pallavolistico europeo), ma solo in 4 si sono qualificate per la “Final Four” di Bolzano.

Nella finale il Trentino Volley ha superato i russi del Kazan per 3 a 1, un successo che lo conferma per il terzo anno consecutivo al vertice europeo della pallavolo maschile.

Tre premi individuali sono stati assegnati ad atleti del Trentino Volley: MVP al cubano Osmany Juantorena, miglior schiacciatore al bulgaro Matej Kazijski e miglior libero ad Andrea Bari.

NACQUERO OGGI:

1963 – Quentin Tarantino – regista

1980 – Cesare Cremonini cantante pop

1983 – Manuel Neuer – calciatore/portiere

LA FRASE CELEBRE

Se i malvagi prosperano e i più adatti sopravvivono, la natura è il dio dei mascalzoni. (George Bernard Shaw)

IL PROVERBIO:

Marzo molle, grano per le zolle.

IL SEGNO ZODIACALE: ARIETE – Dal 21/03 al 20/04

Personalità:

Intrepido e fiero, la sua è una personalità attiva e dinamica. Spinge sempre a fondo l’acceleratore sia che si tratti della sua auto, di un progetto, della realizzazione di un’impresa o di qualsiasi altra cosa, l’importante per lui è arrivare primo. La sua natura irrequieta è portata ad ogni genere di attività, anche se talvolta dovrebbe evitare tutte quelle imprese eccessivamente rischiose o azzardate.

Amore:

Un incontro, un gesto talvolta perfino uno sguardo sono sufficienti a fargli andare il cuore in gola e allora proietterà nei sentimenti la parte migliore di sé. I suoi amori sono una serie di colpi di fulmine, di rotture e di riconciliazioni. I suoi sentimenti esplodono all’improvviso e incendiano tutto quello che incontrano. Seduce con passione e, se qualcuno gli oppone resistenza, è capace di qualsiasi prodezza per conquistarlo.

Lavoro:

Ad uno come lui a cui piace comandare, un lavoro da subalterno va decisamente stretto. L’Ariete è un capo e, come tale, è nato per dirigere, che sia poi un’azienda o un reggimento non fa grande differenza, l’importante è dare ordini, ed i suoi devono essere rispettati, altrimenti va su tutte le furie. Se non sarà capitano d’industria o generale d’armata, comunque, potrà scegliere di fare il libero professionista o qualsiasi altro lavoro in cui siano necessarie prontezza di spirito e intraprendenza. È inutile che tenti la strada dell’impiego fisso, le occupazioni noiose e programmate non fanno per lui, la sua abilità gli permette invece d’inventarsi i lavori dal nulla, perché è originale, ha grinta e coraggio da vendere.

Salute:

Le parti del corpo collegate al suo segno sono: l’area della masticazione (specie l’arco dentario superiore), il sistema visivo, olfattivo, uditivo, l’area cervicale e facciale. Le sue patologie riguardano pertanto queste zone, e non è raro, ad esempio, sentirlo lamentarsi di emicranie, nevralgie o sinusiti. I suoi frequenti mal di testa sono in gran parte dovuti ad un’eccessiva tensione nervosa, legata alla sua aggressività e al suo mirare continuamente verso nuovi obiettivi.

I DOODLE DI GOOGLE: Mies van der Rohe:

L’architetto e designer tedesco fu uno dei protagonisti dell’architettura della prima metà del Novecento e considerato un maestro del Movimento Moderno.

Nato ad Aachen, iniziò ad avere le prime esperienze in ambito edilizio lavorando alla cava di famiglia. Unendo agli studi le frequentazioni dei cantieri e degli architetti locali, maturò una notevole abilità nel disegno a mano libera. Nel 1907 entrò nello studio Behrens e qui si trovò a collaborare con grandi protagonisti come Gropius e Le Corbusier, maturando uno stile frutto della sintesi del costruttivismo russo e del neoclassicismo tedesco.

Tra le sue opere della maturità il padiglione di Barcellona, ripreso da Google nel doodle globale pubblicato nel 2012, nel 126° anniversario della nascita di van der Rohe.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment