Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportANALISI DELLA CLASSIFICA ATTUALE DEL GIRONE C DI LEGA PRO

ANALISI DELLA CLASSIFICA ATTUALE DEL GIRONE C DI LEGA PRO

ANALISI DELLA CLASSIFICA ATTUALE DEL GIRONE C DI LEGA PRO

logo-Lega-Pro-Unicef-2016-2017

A scorrere la classifica del girone C di Lega Pro con un’analisi dettagliata dei numeri vengono fuori dati molto interessanti. Uno, ad esempio, è quello relativo alle giornate in cui una formazione è rimasta solitaria capoclassifica a conclusione della XXVI giornata: lo è stata per SEI volte il Lecce, quattro la Juve Stabia, tre il Foggia e una il Matera. I salentini si sono trovati a guidare il loro girone dopo la nona giornata, dopo la quindicesima, poi dalla diciassettesima alla diciottosesima ed ora nelle due ultime giornate. La Juve Stabia si è trovata in vetta per tre turni consecutivi (al momento è il record di durata), dalla undicesima alla tredicesima e poi a conclusione della sedicesima. Il Foggia ha guidato il gruppo delle quattro pretendenti alla promozione dalla quinta alla sesta e e poi alla ventiquattresima- Il Matera, infine, è stata capolista solo al termine della ventesima giornata.

Quella dell’alternanza in vetta e in generale di un maggiore equilibrio tra le squadre in lotta per la promozione diretta è, del resto, una caratteristica del girone meridionale di Lega Pro. Un girone che ha visto il Lecce sempre in lotta in questi ultime cinque stagioni ma che purtroppo sino ad ora gli ha sempre riservato un finale amaro, se non amarissimo.

Quest’anno l’equilibrio pare essere anche più degli altri anni. Lo scorso anno, nel 2015/2016, la Casertana infatti, dopo un avvio equilibrato rimase in vetta dalla nona alla ventesima giornata, prima di cedere il passo per un turno al Foggia, capolista dopo il ventunesimo turno, e definitivamente al Benevento che rimase primo dalla ventiduesima fino all’ultima giornata.

Nella stagione 2014/2015 a contendersi la vetta fu duello a due tra Benevento e Salernitana, con tanti cambi in testa alla graduatoria. I granata presero definitivamente la vetta solo dopo la trentunesima giornata e non la lasciarono più.

Nella stagione 2013/2014, infine, nel girone centromeridionale di Prima Divisione, la Lega Pro non c’era ancora, la lotta fu tra Perugia e Frosinone che dopo il quattordicesimo turno iniziarono a duellare, contendendosi la vetta sino a tre giornate dal termine quando gli umbri passarono in testa approfittando della sconfitta del Frosinone a Lecce. Gli umbri alla fine tornarono in serie B dopo quasi due decenni.

Ernesto Luciani

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment