Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaANCHE NELLE REGIONI PATTO GIALLOROSSO TRA M5S E PD?

ANCHE NELLE REGIONI PATTO GIALLOROSSO TRA M5S E PD?

ANCHE NELLE REGIONI PATTO GIALLOROSSO TRA M5S E PD?

Su questo argomento, in vista delle Regionali 2020, si è espresso il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia

Sulla falsariga di quanto si sta tentando di fare su scala nazionale, con il varo di un Governo centrale tenuto dai voti di M5S e PD tenuti a freno da Giuseppe Conte, Premier bis, anche nelle Regioni che si preparano ad affrontare una consultazione elettorale, i due movimenti/partiti stanno provando a chiudere degli accordi politici. Ciò sta accadendo anche in Puglia?

Da alcune note giornalistiche e dalle voci di corridoio di via Gentile sembrerebbe possibile un accordo tra il M5S e la maggioranza in consiglio regionale in vista delle prossime elezioni regionali 2020”. Sul tema è intervenuto il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Puglia Saverio Congedo

“Se così fosse ne vedremo delle belle: si tratterebbe di una Große Koalition in salsa pugliese che unirebbe due anime finora in antitesi e in scontro non solo a livello nazionale ma anche a livello regionale, dove i toni sono forse stati ancora più duri (sono agli atti le bordate reciproche al limite dell’offesa personale tra M5S e Pd). Se l’eventualità di un tale accordo dovesse concretizzarsi sarà interessante capire in che modo il M5S digerirà la “mala gestio” del presidente Michele Emiliano sulle più importanti politiche regionali come agricoltura, ambiente, rifiuti, infrastrutture, sociale, lavoro e soprattutto sanità. In queste ore, oltretutto, entrambe le forze politiche, di matrice populista una e democratica l’altra, si stanno scagliando scompostamente contro la scelta di Fratelli d’Italia di scendere pacificamente in piazza col popolo italiano per manifestare -diritto democratico- il dissenso al nascente governo dell’inganno, delle poltrone, delle manovre di palazzo tra forze politiche che finora hanno parlato di postazioni ma non di programma. Insomma, la politica sarà pure l’arte del possibile e del compromesso, ma quella a cui stiamo assistendo puzza di vecchio e di peggiore”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment