Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliANDRANO: “DANTE IN DIALOGO CON GLI AUTORI DI OGNI TEMPO”

ANDRANO: “DANTE IN DIALOGO CON GLI AUTORI DI OGNI TEMPO”

ANDRANO: “DANTE IN DIALOGO CON GLI AUTORI DI OGNI TEMPO”

Da oggi a sabato, l’autorevole convegno ad Andrano

Da oggi a sabato, il grande convegno organizzato nella biblioteca di Andrano nell’ambito dell’Anno Dantesco

Cosa si direbbero Dante e Shakespeare, Dante e Keats, Dante e Omero se potessero dialogare oggi? E cosa avrebbe pensato il Sommo Poeta camminando nel Paese dei Soviet? Sono questi alcuni argomenti che verranno affrontati nella tre giorni “Nel codice occidentale delle culture: Dante in dialogo con gli autori di ogni tempo”, che inizia oggi alle 18.30 e durerà fino a sabato 30 ottobre presso la Biblioteca comunale “don Giacomo Pantaleo” di Andrano. L’evento rientra nella serie di appuntamenti “Dal secolo all’eternità” organizzati dal Comune di Andrano in occasione dell’“Anno dantesco”, con la supervisione del comitato scientifico presieduto da Marcello Aprile, docente di Linguistica presso l’Università del Salento, e con la collaborazione del gruppo “Ci vediamo in biblioteca”, di Pro Loco Andrano, associazione Mediterranea e giornale Appunti. Godendo del patrocinio dell’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso, il convegno rientra nella rassegna autunnale dell’Unione “Noi abitiamo in una rosa rossa” (qui tutto il programma: https://www.unionecomuniandranodisospongano.it/portale/2021/10/22/noi-abitiamo-in-una-rosa-rossa-tutto-il-programma-dalla-rassegna-autunnale-dellunione-dei-comuni/).

Ha scritto Thomas Eliot: “Dante è il più universale dei poeti di lingua moderna”. Tutta la vita di Dante è orientata alla ricerca di una lettura unitaria della condizione umana e dello scopo dell’esistenza. La forza dirompente della sua opera ha conquistato e contagiato le culture più diverse, comunicando con le culture di ogni tempo. Per queste ragioni Dante ha contribuito ad edificare e corroborare un codice occidentale delle culture, proprio in ragione di questo elemento che lo caratterizza come testimone irriducibile di una visione dell’umano che trascende il tempo e la storia. Questo convegno vuole testimoniare il dialogo ininterrotto del Sommo Poeta con gli autori di ogni tempo attraverso la voce di autorevoli relatori.

Questo il programma:

27 ottobre ore 18.30, L’archetipo della Luce nella visione paradisiaca di Dante con Carlo Alberto Augieri, docente di Critica Letteraria e Letterature Comparate presso l’Università del Salento; Dante e la Bibbia con Tiziano Galati, biblista;

28 ottobre ore 18.30, Dante e Keats con Giuseppe Accogli, docente di Lingua e Letteratura Inglese; Dante e Shakespeare con Marcello Aprile, docente di Linguistica Italiana presso l’Università del Salento;

29 ottobre ore 18.30, Dante e il mondo bizantino con Giovanni Ugo Cavallera, Deputy editor di Porphyra, Rivista accademica di Studi Bizantini; Dante nel paese dei Soviet con Gloria Politi, docente di Lingua e Letteratura Russa, Dipartimento di Studi Umanistici presso l’Università del Salento;

30 ottobre ore 18.30, Dante e Omero con Vincenzo Bianco, dottorando di ricerca in Letteratura italiana contemporanea presso l’Università del Salento; Dante e Virgilio con Giulia Guida, docente di Lettere.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment