Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàARRIVA UN NUOVO CENTRO DI RACCOLTA PER LE MARINE E IL PRIMO CENTRO PER IL RIUSO

ARRIVA UN NUOVO CENTRO DI RACCOLTA PER LE MARINE E IL PRIMO CENTRO PER IL RIUSO

ARRIVA UN NUOVO CENTRO DI RACCOLTA PER LE MARINE E IL PRIMO CENTRO PER IL RIUSO

La Regione Puglia ha assegnato al Comune di Lecce, sulla base della progettazione preliminare presentata dal Settore Ambiente, 450mila euro per la realizzazione di un nuovo Centro comunale di raccolta sul territorio delle marine e del primo Centro per il riuso sul territorio cittadino.

Il nuovo Centro comunale di raccolta, che andrà ad aggiungersi ai quattro già presenti in città (Viale Grassi, Viale Giovanni Paolo II, Via Novoli, Via Marzano), sarà realizzato nei pressi del campo sportivo di Frigole, in posizione centrale rispetto al territorio costiero. Come gli altri centri attivi servirà ad accogliere una parte dei rifiuti delle utenze domestiche e non domestiche del territorio per i quali non è pensabile l’attivazione di raccolte “porta a porta” o di “prossimità”, oltre a fornire un valido supporto alle restanti raccolte, consentendo ai cittadini la possibilità di conferire i propri rifiuti in maniera più adeguata ed efficiente, limitando fenomeni di dispersione o abbandono dei rifiuti nell’ambiente.

Accanto al nuovo Ccr sorgerà il primo Centro per il riuso della città di Lecce (o “Centro per l’economia circolare”) è un’area in cui gli utenti potranno scambiare, o semplicemente cedere, i beni ritenuti ancora in condizione tale da poter essere riutilizzati, che potranno essere prelevati per il riutilizzo da cittadini che ne hanno bisogno.

L’obiettivo del progetto è migliorare la capillarità dei servizi di raccolta differenziata per raggiungere gli obiettivi previsti dalle direttive comunitarie in materia di gestione del ciclo dei rifiuti e azzerare o fortemente limitare il fenomeno degli abbandoni indiscriminati. Il Ccr consentirà inoltre di consolidare l’obiettivo di raccolta differenziata del 65 per cento (nel 2019 è stato rilevato un valore medio di poco superiore al 64 per cento) che il Comune persegue anche attraverso l’eliminazione delle postazioni di cassonetti di prossimità, divenute negli ultimi anni, in particolare sul territorio costiero, punto di riferimento per gli abbandoni di rifiuti e l’estensione della raccolta porta a porta su tutto il territorio, marine e case sparse comprese.

“Dopo aver esteso la raccolta porta a porta alle marine, con questo finanziamento potremo dotarle di due altri servizi fondamentali per la raccolta differenziata dei rifiuti e per il riuso, in ottica di economia circolare, di merci e prodotti ancora in condizioni di essere utilizzati – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – per rendere la nostra città più sostenibile abbiamo bisogno di infrastrutture a servizio dei cittadini e sono lieto che la Regione Puglia abbia voluto sostenere il nostro Comune con questo importante investimento. Il nuovo CCR e il Centro per il riuso saranno fondamentali anche per contrastare l’abbandono dei rifiuti per le strade, che dobbiamo azzerare con un mix di attività repressive e di prevenzione e con l’investimento in servizi”.

“È un progetto in cui l’assessorato all’Ambiente ha creduto sin da subito  con grande entusiasmo, investendo competenze, impegno ed energie – dichiara l’assessora all’Ambiente Angela Valli – La vastità del territorio comunale imponeva il potenziamento delle infrastrutture dedicate alla raccolta dei rifiuti nell’area della fascia costiera, ad integrazione della rete di CCR già presente. Ringrazio l’Ufficio Ambiente, che ha progettato l’intervento, in particolare il dirigente Magnolo, il responsabile del procedimento Giuseppe Paladini, i funzionari Marco Cannone, Luciano Mangia e Cataldo Cannillo: questo obiettivo sarà il giusto raccolto di una lunga semina. Ringrazio anche l’assessora regionale Anna Grazia Maraschio per la sua determinazione nel perseguire una gestione sostenibile dei materiali, che passa attraverso un utilizzo accorto, efficiente e razionale delle risorse naturali”.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment