Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaATTACCO LONDRA: PARISI, SERVE DECISO CONTRASTO A IDEOLOGIA ISLAM POLITICO

ATTACCO LONDRA: PARISI, SERVE DECISO CONTRASTO A IDEOLOGIA ISLAM POLITICO

ATTACCO LONDRA: PARISI, SERVE DECISO CONTRASTO A IDEOLOGIA ISLAM POLITICO

Il presidente di Asstel, Stefano Parisi, durante il convegno annuale dei giovani imprenditori di Confindustria, oggi 29 ottobre 2010 a Capri. ANSA / ETTORE FERRARI

Stefano Parisi

“La risposta europea agli attentati di Londra non può limitarsi ancora una volta alle candele commemorative e alle bandiere a mezz’asta. Il cordoglio per le vittime del terrorismo islamico (sì, islamico) è diventato il rito pigro di un’Europa impaurita e politicamente corretta.
Meno di un anno fa il sindaco di Londra, Sadiq Khan dichiarava che subire attentati è “parte integrante” della vita nelle grandi città. Suppongo che stanotte abbia dormito sonni tranquilli. Io no.

Karl Popper diceva che dovremmo rivendicare, nel nome della tolleranza, il diritto a non tollerare gli intolleranti. E questo criterio dovrebbe ispirare, subito e senza esitazioni, una decisa operazione culturale di contrasto all’ideologia dell’islam politico, senza la quale nessuna misura di sicurezza e di prevenzione sarà mai sufficiente.

Questo significa, in primo luogo, non aver paura di chiamare le cose col proprio nome. Significa dichiarare immediatamente fuorilegge l’Ucoii e qualunque altra organizzazione legata ai Fratelli Musulmani e all’Islam politico, come già accade in moltissimi paesi del mondo arabo. Significa chiudere i canali satellitari che trasmettono messaggi antisemiti, di istigazione alla jihad o comunque legati all’islamismo politico, ancora visibili tranquillamente in tutta Europa. Significa istituire un registro pubblico delle moschee e degli imam, imponendo sermoni in italiano e obblighi di trasparenza.

Se la classe politica non fa queste scelte, allora si astenga dai cordogli e dalle false celebrazioni”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment