Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeECONOMIA & LAVOROBANDO 4.3 “SPERIMENTAZIONE DI VARIETA’ COLTURALI ARBOREE”: RIAPERTURA TERMINI

BANDO 4.3 “SPERIMENTAZIONE DI VARIETA’ COLTURALI ARBOREE”: RIAPERTURA TERMINI

BANDO 4.3 “SPERIMENTAZIONE DI VARIETA’ COLTURALI ARBOREE”: RIAPERTURA TERMINI

Nei prossimi giorni verranno riaperti i termini per la presentazione delle Domande di Sostegno a valere sulla sottomisura 19.2 del PSR Puglia, Intervento 4.3 “Sperimentazione di varietà colturali arboree” del Piano di Azione Locale del GAL Capo di Leuca. L’intervento prevede il sostegno agli agricoltori che avviano attività innovative di miglioramento e rifunzionalizzazione agricola e ambientale di terreni colpiti dalla Xylella Fastidiosa, non previste nella misura standard del PSR, quali l’attività di manutenzione del paesaggio, di tutela e salvaguardia della biodiversità. Saranno ritenute ammissibili le seguenti tipologie di investimenti: 1. attività di miglioramento del paesaggio rurale e/o di tutela e salvaguardia della biodiversità, attraverso la piantumazione di colture arboree tipiche/autoctone; 2. attività di miglioramento e rifunzionalizzazione agricola attraverso lo sviluppo di nuove colture agricole mediante il reimpianto di nuove cultivar d’olivo resistenti al batterio della Xylella Fastidiosa e/o il reimpianto di altre piante resistenti (piante da frutto, vigneti per produttori titolari di autorizzazione al reimpianto, piante utilizzate nell’industria della cosmesi, della farmaceutica e del tessile). Ed in particolare, saranno ammesse le seguenti voci di spesa: ● costi per le operazioni di espianto delle piante danneggiate dal batterio della Xylella Fastidiosa, quali costi correlati alle operazioni di eliminazione delle ceppaie, della parte aerea e all’allontanamento delle stesse (tali costi dovranno essere parametrati sulla base del Listino prezzi delle Opere Pubbliche della Regione Puglia in vigore alla data di presentazione della DDS); ● costi per le operazioni di impianto necessari alla messa a dimora delle piante (tali costi dovranno essere parametrati sulla base del Listino prezzi delle Opere Pubbliche della Regione Puglia in vigore alla data di presentazione della DDS); ● costi piante; ● onorari di consulenti, progettisti per la progettazione degli investimenti di cui sopra, costi per le analisi fisico-chimiche del suolo nonché spese generali sino a un massimo del 12% dell’investimento ammesso a finanziamento. Per tutti gli investimenti ammissibili al sostegno, l’aiuto sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 70% della spesa ammessa ai benefici. Il sostegno all’investimento, calcolato su un costo massimo di € 10.000 ad ettaro, prevede un importo massimo della spesa ammissibile pari ad € 30.000 (quota pubblica + quota privata) e un importo minimo della spesa pari a € 10.000. In caso di investimenti riguardanti sottomultipli dell’unità di misura “ettaro”, (ad es. are, centiare, ecc..), il sostegno verrà riconosciuto proporzionalmente alla superficie agricola oggetto di intervento. Le Domande di sostegno potranno essere presentate tramite procedura dematerializzata sul portale SIAN, la cui scadenza sarà comunicata dopo la pubblicazione del bando. Per il Presidente del Consiglio di Amministrazione Dott. Antonio CIRIOLO si tratta di un’ulteriore opportunità per il territorio del GAL, da non trascurare: “La precedente scadenza dei termini per l’accesso alle risorse prevista dalla Misura 4.3 ha generato un’economia disponibile per gli interventi di sostegno alle aziende agricole colpite dalla xylella. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di confermare la destinazione delle risorse disponibili su questa Misura, nella certezza che si tratterà dell’ultima chiamata disponibile per le aziende agricole dei 22 Comuni del GAL Capo di Leuca. Eventuali ulteriore economie di spesa saranno destinate su altre Misure del Piano, per raggiungere gli obiettivi di spesa assegnati a questo GAL. E’ importante, quindi, cogliere ogni occasione e sfruttare ogni fonte di finanziamento che possa partecipare alla ricostruzione della ruralità del Capo di Leuca, un territorio ormai deturpato dal punto di vista paesaggistico e svilito sul piano economico e produttivo. Invito ogni agricoltore a valutare l’opportunità di partecipare al nostro bando affinché si promuovano azioni rivolte alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente, del paesaggio e della sua biodiversità, favorendo e stimolando azioni di rivitalizzazione ambientale e produttiva.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment