HomeSportBARONI ALLE PRESE CON LA SOSTITUZIONE DI CODA TENENDO D’OCCHIO STREFEZZA E DI MARIANO

BARONI ALLE PRESE CON LA SOSTITUZIONE DI CODA TENENDO D’OCCHIO STREFEZZA E DI MARIANO

BARONI ALLE PRESE CON LA SOSTITUZIONE DI CODA TENENDO D’OCCHIO STREFEZZA E DI MARIANO

La trasferta in terra toscana non sembra nascere sotto i migliori auspici visto che oltre a Massimo Coda fermato da una lesione di primo grado all’adduttore lungo della coscia destra, anche gli altri due componenti del tridente d’attacco giallorosso destano qualche preoccupazione. Strefezza accusa un affaticamento al polpaccio sinistro mentre Di Mariano risente della “carezza” d’un avversario nel corso di Lecce-Reggina. Gli esami strumentali effettuati hanno evidenziato per lui un forte trauma distorsivo alla caviglia destra. Tutto ciò significa in parole povere che a Coda mister Baroni dovrà rinunciare quanto meno sino a Natale (quindi almeno tre partite oltre l’incontro di Coppa Italia, giovedì della prossima settimana a La Spezia mentre gli altri due, salvo peggioramenti imprevisti, dovrebbero poter scendere in campo alle 16,15. Una partita che già carica di tanta importanza stando alle ultime notizie che pervengono da Pisa si sta cercando di rendere più nervosa con l’atteggiamento assunto dalla società nerazzurra di limitare al massimo la possibilità di acquistare i ticket d’ingresso ai tifosi leccesi- Bene ha fatto la nostra società ad intervenire presso gli organi competenti perché a mio avviso si tratta solo di voler poter gestire il match solo con i propri tifosi chiudendo le porte agli altri. Non è una mossa carica di sportività, tutt’altro.

Detto delle condizioni generali che sono quelle che sono c’è da penare che Baroni stia studiando un piano di riserva per affrontare con lo stesso piglio anche i prossimi incontri, a partire, ovvio, da quello di sabato a Pisa.

Bisognerà fare fronte alla sicura assenza di Coda e quindi si può prevedere un impiego di Olivieri. Visti i precedenti Baroni e tutti noi tifosi leccesi possiamo fare gli scongiuri perché nelle tre occasioni in cui il nostro bomber non era incluso neanche tra i convocati il Lecce non ha mai vinto. Il dato si riferisce alle due partite contro l’Empoli lo scorso campionato (un pareggio in casa ed una sconfitta ad Empoli) e la Ternana tre partite addietro (pareggio per 3-3).

Il peso della sostituzione come ovvio ricadrà sulle spalle dell’ex empolese Olivieri che sta adattandosi ad un ruolo diverso da quello coperto negli ultimi campionati. Lo sta facendo con grande impegno ma ancora non è riuscito a cancellare quello “zero” nella casella gol segnati che, forse, gli sta pesando più del previsto.

Baroni ha già studiato un piano preventivo per l’eventuale sostituzione di Coda e lo ha messo in atto sinora ogni volta ha dovuto dare il cambio al suo bomber di ruolo. In campo è sempre andato Olivieri e così sarà anche stavolta, ma potrebbe a sorpresa scattare qualche altra soluzione per cercare di creare qualche difficoltà imprevista all’avversario. Si tratterebbe di un ritorno all’antico con Rodriguez punta centrale o un cambio totale con un finto nove al posto di Coda. Sinceramente, però, credo che Baroni non voglia proprio in una circostanza così importante tentare strade diverse da quelle su cui ha mosso i passi da tempo ormai.

Il Lecce del resto è impostato in un certo senso e non si può cambiare tutto dall’oggi al domani.

Ernesto Luciani

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment