Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportBASKET IN CARROZZINA: FINAL FOUR DI COPPA ITALIA A GROTTAGLIE

BASKET IN CARROZZINA: FINAL FOUR DI COPPA ITALIA A GROTTAGLIE

BASKET IN CARROZZINA: FINAL FOUR DI COPPA ITALIA A GROTTAGLIE

Si svolgerà a Grottaglie, nel Palasport Campitelli, nelle giornate del 13 e 14 novembre, la Final four Coppa Italia di basket in carrozzina 2020 “Trofeo Antonio Maglio”, promossa dalla Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina, dal Comune di Grottaglie, dal Comitato italiano paralimpico Puglia e da Aces Italia nell’ambito del programma di Grottaglie 2020 Città europea dello sport. Si confronteranno le formazioni Santo Stefano Avis e Deco Group Amicacci Giulianova (venerdì 13 novembre, ore 16); Farmacia Pellicanò Reggio Bic e Unipolsai Briante84 Cantù (ore 18). Sabato 14 novembre, alle ore 11.30, si svolgerà la finale tra le due squadre vincitrici dei precedenti incontri, per il primo e secondo posto. La competizione è a porte chiuse, a causa delle disposizioni riguardanti il contrasto alla pandemia da Covid 19; sarà però visibile in diretta streaming sul sito della federazione (https://www.federipic.it/); la finale sarà trasmessa anche in diretta video su Rai Sport (Rai è partner dell’iniziativa).

Dichiara il presidente Fipic Fernando Zappile: “Anche per il basket in carrozzina questo 2020 è stato un anno duro, fatto di scelte difficili e rinunce dolorose: abbiamo deciso già ad inizio marzo di sospendere e poi annullare tutte le manifestazioni su territorio nazionale, mettendo al primo posto la tutela della salute e della sicurezza di tutti i tesserati e addetti ai lavori che gravitano attorno al nostro movimento. Abbiamo poi impiegato i successivi mesi a lavorare per stabilire un protocollo che permettesse di riprendere l’attività agonistica in piena sicurezza, e solo quando le condizioni lo avrebbero permesso. Questa Coppa Italia che si disputerà a Grottaglie assume così un significato anche più importante del prestigio stesso della competizione: è la nostra ripartenza, ma anche un auspicio per un futuro più sereno, nel quale col rispetto delle regole si possa tornare a dare spazio anche alle passioni che colorano la nostra vita. Siamo felici che sia proprio Grottaglie ad ospitarci, e siamo orgogliosi di rientrare nell’ambito degli eventi della Città Europea dello Sport 2020. Proprio nell’anno in cui lo sport ha sofferto di più, insieme possiamo segnare un nuovo inizio”.

Dichiara il presidente regionale del Cip – Comitato Italiano Paralimpico Puglia Giuseppe Pinto: “Ancora un altro evento importante a Grottaglie. Il basket in carrozzina, uno degli sport più seguiti tra le discipline paralimpiche, fa tappa nel nostro territorio con la Coppa Italia. E’ importante questo momento perché dobbiamo dare un segno di ripresa, proprio perché attraverso lo sport ci si può rialzare e combattere, ad armi pari, anche contro questo nemico invisibile che ci sta costringendo a dover svolgere questi importantissimi appuntamenti senza il pubblico. Importante sarebbe stato il supporto delle scuole e della popolazione, per raggiungere il coinvolgimento di tutti. Un ‘in bocca a lupo’ a tutti i partecipanti, perché, al di là della classifica, saremo tutti vincitori. Un augurio alla popolazione per questo momento difficile. Un ringraziamento, infine, al Comune di Grottaglie e alla Federazione per aver portato sul territorio la final four di Coppa Italia”

“Grottaglie è ancora una volta orgogliosa di ospitare una finale paralimpica di caratura nazionale. Obiettivo primario della nostra programmazione – spiega l’assessore allo sport del Comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta – è stato, fin dall’inizio, mettere in evidenza, valorizzare e far conoscere in particolare le discipline paralimpiche e femminili, seguendo la traccia della candidatura e del dossier di Grottaglie 2020-2021 Città europea dello sport. Lo sport è inclusione, superamento delle barriere fisiche e mentali. Vogliamo contribuire a diffondere la cultura dello sport e aumentare la base della pratica sportiva, rimarcando il valore degli sport paralimpici, che permettono alle persone con disabilità di riprendere il proprio percorso di vita, tagliando nuovi traguardi; superando l’idea di disabilità come limite e considerando lo sport come un’opportunità di crescita. Le ultime disposizioni governative per contrastare la pandemia, seppur consentano lo svolgimento di eventi nazionali ed internazionali, non ci danno la possibilità di far presenziare il pubblico; faremo però ricorso a tutti gli strumenti digitali in nostro possesso per far seguire gli eventi. Intanto, proprio per superare il blocco causato dalla pandemia, Aces Europe ci ha permesso di estendere la validità del titolo fino a dicembre 2021″.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment