Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportTRA BRESCIA E LECCE OLTRE LA PROMOZIONE C’È ANCHE LA TRADIZIONE

TRA BRESCIA E LECCE OLTRE LA PROMOZIONE C’È ANCHE LA TRADIZIONE

TRA BRESCIA E LECCE OLTRE LA PROMOZIONE C’È ANCHE LA TRADIZIONE

La partite con le “Rondinelle” sono state sempre dense di valori importanti

Baroni in conferenza stampa ha dichiarato che, almeno per ora, la classifica non gli interessa e che a lui importa solo della prestazione. Un modo come un altro per glissare sull’importanza della gara di oggi che vede contrapposte due squadre costruite per vincere il campionato (soprattutto per quanto riguarda il Brescia) e quindi dal confronto diretto trarrebbero vantaggi immediati in classifica oltre che una spinta morale per puntare a traguardi sempre più importanti.

Al match il Lecce si presenta con una formazione che sembra decisa per nove undicesimi avendo, Baroni, qualche dubbio sulla condizione fisica di Gabriel e Strefezza che potrebbero sparire come determinare l’esclusione dei due a favore di Marco Bleve, che farebbe l’esordio stagionale, e di Biagio Meccariello che da ex ci terrebbe in modo particolare. Ed a proposito del difensore centrale si spera che non accada nulla come nella passata stagione quando gli fu annullato un gol per un fuorigioco inesistente. Oggi ci sarà il VAR per fortuna ma è meglio fare gli scongiuri del caso.

Il bilancio delle gare contro il Brescia, nel complesso, non è negativo per i giallorossi che hanno registrato su 44 incontri 16 vittorie, 13 pareggi e 15 sconfitte segnando 50 gol e subendone 53; ma lo diventa nello specifico delle gare giocate in terra lombarda dove su 22 incontri il Lecce ha vinto 4 volte pareggiato 8 volte e perduto 10 partite segnando 18 gol mentre ne ha subiti 30.

Se poi ricordiamo le ultime due trasferte al “Rigamonti” il bilancio è proprio da dimenticare visto che parleremmo di due vere dèbacle avendo il Lecce subito due sconfitte perentorie per 0-3.

Una curiosità riguarda anche l’allenatore avversario, per Inzaghi quello di oggi sarà il primo incrocio con il Lecce nella veste di allenatore; come giocatore, invece, ci ha giocato con le maglie di Piacenza, Juventus e Milan mettendo a segno anche quattro gol (3 col Milan ed 1 con la Juve) ha anche incassato giocando con le maglie rossonero e bianconero una sconfitta per maglia.

AL di là di ogni dato e di ogni curiosità resta che oggi il Lecce deve dare il meglio di se stesso per dimostrare ulteriormente che può davvero puntare in alto avendo ormai assunto una maggiore fisionomia di gioco tanto che risulta tra i migliori attacchi (13 gol fatti) (quello del Brescia è il più prolifico al momento con 20) ed una difesa che ha imparato a subire meno gol rispetto al passato (8 in nove partite).

Dopo il confronto di oggi la squadra è attesa da un doppio turno interno (Cosenza e Parma) e davvero si potrebbe dare avvio ad cammino molto interessante, ed allora sì che anche Baroni osserverà la classifica.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment