Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàBREVI DI CRONACA NERA

BREVI DI CRONACA NERA

BREVI DI CRONACA NERA

SURBO

Militari dipendente Nor – sezione radiomobile compagnia di Lecce e stazione Surbo, unitamente al supporto del militare negoziatore effettivo al reparto operativo – nucleo investigativo del comando provinciale di lecce, intervenivano a seguito di segnalazione di individuo con vistose tracce ematiche a bordo della propria autovettura ferma su strada.

Giunti sul posto, l’uomo – che aveva tentato il suicidio procurandosi, con una lametta, vistosi tagli sugli avambracci – alla vista dei militari, utilizzando la propria auto tentava di dileguarsi in aperta campagna, per terminare la corsa nei pressi di un muretto a secco, dove rifiutava di scendere dal veicolo compiendo atti autolesionistici.

L’uomo veniva definitivamente bloccato dagli operanti – anche mediante l’utilizzo del dispositivo oleoresina di capsicum in dotazione al nor sezione radiomobile – unitamente a personale 118 che lo trasportava presso l’ospecives Vito Fazzi di Lecce.

 

LECCE

Militari dipendente Nor – sezione radiomobile deferivano in stato di libertà m. r., cl. 72, ritenuta responsabile di furto aggravato di energia elettrica.

Operanti, corso perquisizione locale, riscontravano con l’ausilio dei tecnici certificatori della società e-distribuzione allaccio diretto alla rete elettrica nazionale. A.G. informata da Nor – sezione radiomobile Lecce che procede.

 

CAVALLINO

Militari dipendente Nor – sezione radiomobile compagnia di Lecce, arrestavano, in flagranza di reato,

  1. m. s., cl. 70, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Predetto, seguito perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di gr. 113,8 (centotredici/8) di sostanza stupefacente del tipo cocaina, gr. 20 (venti) del tipo hashish, nonchè materiale per il confezionamento delle dosi.

Sostanza stupefacente avviata ad analisi di laboratorio. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso competente ufficio corpi di reato. Arrestato, espletate formalità di rito, tradotto presso proprio domicilio in regime di arresti domiciliari. A.G. informata da N.o.r. – sezione radiomobile che procede.

 

SQUINZANO

Militari locale comando arma rintracciavano e traevano arresto i. m., cl. 1964, ottemperanza ordinanza emessa da ufficio esecuzioni penali Lecce. Predetto deve espiare pena aa 1 mm 10 reclusione per furto aggravato e ricettazione commessi nel 2010 a Santa Cesarea Terme e Squinzano. Arrestato, dopo formalità rito, accompagnato propria abitazione in regime detenzione domiciliare a disposizione A.G. informata da stazione Squinzano che procede.

 

CUTROFIANO

In ottemperanza all’ordine di esecuzione presso il domicilio delle pene detentive, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della procura della repubblica presso il tribunale di Lecce, i militari della stazione cc di Cutrofiano, traevano in arresto: d. d. m. m., cl.1983, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 1 (uno) mesi 5 (cinque) e giorni 10 (dieci) di reclusione, nonchè il pagamento della multa di euro 3200,00 (tremiladuecento) per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” commesso in data 02.09.2011 in cutrofiano (le).

Arrestato espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare. A.G. informata da stazione cc Cutrofiano che procede.

 

CAVALLINO

Militari locale stazione cc intervenivano presso centro commerciale “Bricoman” sanzionando amministrativamente donna cl. 63,

Per aver fatto accesso interno predetto centro commerciale senza indossare la prevista mascherina protettiva. predetta, già invitata dal personale preposto ad indossare la mascherina, rifiutava e protestava animatamente.

Circostanza carabiniere libero dal servizio, nell’attesa dell’intervento della pattuglia, per motivi di sicurezza, interveniva invitando la donna ad indossare la mascherina ed uscire dal centro commerciale.

 

MAGLIE

Militari dipendente N.o.r. – sezione radiomobile, deferivano in stato di libertà: m. m., cl. 1999.

Predetto, ore 00.40 circa del 07.04.2021, in maglie in quella via salvatore fitto, controllato mentre era alla guida della sua autovettura, rilasciava agli operanti autocertificazione relativa allo spostamento in orario non consentito la cui motivazione, da successivi accertamenti, risultava falsa. al medesimo veniva altresì contestata la violazione per il mancato rispetto dell’obbligo di pemanenza presso l’abitazione dalle 22 alle 05 (art. 40 c.1 dpcm del 02/03/2021). A.G. ed amministrativa informate da dipendente n.o.r. – sezione radiomobile che procede.

 

COLLEPASSO

Militari della stazione carabinieri forestale di Gallipoli (Le), deferivano in stato di libertà: f. g., cl. 1957, in qualità di titolare della ditta.q. g., cl. 1965,  per il seguente reato: art. 110 c.p.-art. 208, 214 e 216 d.lgs sanz. da art. 256 c.2 d.lgs 152/2006 – (norme in materia ambientale); per aver effettuato, in concorso tra loro, la gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi costituiti da apparecchiature elettriche elettroniche (r.a.e.e.), mediante trasporto, recupero e smaltimento, senza essere in possesso delle opportune autorizzazioni ambientali.

I r.a.e.e, dopo essere stati smembrati, venivano abbandonati nelle aree rurali dei comuni di Parabita e Neviano.

I locali a disposizione della ditta ed i rifiuti venivano sottoposti a sequestro preventivo. A.G. informata da stazione carabinieri forestale operante.

 

 

GIURDIGNANO

Carabinieri forestali deferivano in stato di libertà: r. m. c., cl. 1990; ritenuto responsabile del reato di cui all’art. 181 c.1 del d. lgs. n. 42/ 2004 e art. 44 c.1 lett. c) del d.p.r. 380/2001, per lavori edili eseguiti in assenza di titolo abilitativo in area sottoposta a vincolo paesaggistico, consistenti nella realizzazione di uno sbancamento e spianamento di circa 500 mq con conseguente trasformazione dello stato dei luoghi.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment