Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàBREVI DI CRONACA NERA

BREVI DI CRONACA NERA

BREVI DI CRONACA NERA

OPERAZIONE “EARLY SUMMER” DEI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI LECCE

9 arresti e 17 denunce

Nel corso degli ultimi giorni, ambito giurisdizione, corso servizi coordinati di controllo del territorio finalizzati al contenimento della pandemia covid-19, contrasto reati contro il patrimonio, detenzione produzione e traffico di sostanze stupefacenti, controllo persone sottoposte a limitazioni della libertà ed alla circolazione stradale, i carabinieri del comando provinciale hanno conseguito i seguenti risultati:

UGENTO

Carabinieri locale stazione hanno arrestato in esecuzione a provvedimento emesso dalla Corte Di Appello di Lecce: Cavalera Sebastiano, cl. 70, poiché – già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa –  nel corso degli ultimi giorni è stato sorpreso violare reiteratamente le prescrizioni imposte dalla misura in atto, così come accertato da quei carabinieri che ne hanno richiesto l’aggravamento. Arrestato, espletate le formalità di rito, tradotto presso la casa circondariale “borgo San Nicola” di Lecce.

 

Carabinieri locale stazione hanno arrestato su ordine dell’a.G. Stefanelli Paolo cl. 81 già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza con la prescrizione della permanenza domiciliare notturna, poichè sorpreso più volte da quei carabinieri violare le prescrizioni imposte dall’A.G.  Arrestato tradotto presso carcere Trani.

 

MELISSANO

Carabinieri locale stazione hanno arrestato su ordine dell’A.G. Manni Biagio, cl. 68, poiché riconosciuto responsabile di detenzione abusiva di armi, esplosioni pericolose, ricettazione e resistenza a P.U., commessi in Melissano tra il 2014 ed il 2016, per cui dovrà scontare la pena definitiva residua di anni 2 e giorni 16 di reclusione. Arrestato tradotto presso carcere Trani

 

COLLEPASSO

Carabinieri locale stazione hanno arrestato su provvedimento emesso dall’ufficio di sorveglianza di Lecce

un uomo, poichè – già detenuto domiciliare per altra causa – ha violato le prescrizioni imposte dalla misura in atto, essendosi reso responsabile di lesioni personali ai danni del figlio minore, così come accertato da quei carabinieri. Arrestato, espletate le formalità di rito, stato tradotto presso la casa circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce.

 

TAURISANO

Carabinieri stazione Taurisano (Le) hanno deferito in stato di libertà:

un uomo, poichè, seguito sentenza di separazione, non ottemperando provvedimento A.G., ha omesso di versare l’assegno per assistenza familiare confronti ex consorte;

quattro uomini ed una donna di origini campane poichè, in concorso tra loro, hanno truffato una donna del posto, mediante la tecnica del “phishing”, con l’invio di una mail fasulla riportante l’intestazione ed il logo delle poste italiane, a seguito della quale la vittima ha fornito le credenziali di accesso al proprio conto corrente, dal quale le è stata sottratta la somma di euro 6.230

un uomo, poichè – a seguito di continui dissidi con i propri vicini di casa dovuti a futili motivi – con la propria autovettura ha investito volontariamente, uccidendolo, il loro cane.

 

UGENTO

Carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà:

un uomo, poichè – sottoposto al regime degli arresti domiciliari – è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione, violando ripetutamente gli obblighi imposti dall’A.G.;

un uomo, poichè – sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con permanenza in casa dalle ore 20.00 alle ore 07.00 – è stato sorpreso fuori dall’abitazione oltre l’orario consentito;

 

un uomo, poichè – sottoposto agli arresti domiciliari con permesso di recarsi al lavoro, non è stato trovato presso la ditta del datore di lavoro;

 

un uomo, poichè – mediante artifizi e raggiri, dopo aver pubblicato annuncio di vendita su sito on line “e-bay” di un tapis-roulant, si è fatto versare dalla vittima, tramite bonifico bancario, la somma di euro 265,00 senza mai consegnare la merce;

 

due uomini poichè è stato accertato che percepissero indebitamente il reddito di cittadinanza, avendo omesso di comunicare all’I.n.p.s. intervenute sottoposizioni di misure cautelari;

 

un uomo, poichè, seguito perquisizione domiciliare, è stato sorpreso detenere gr. 38 di sostanza stupefacente del tipo marijuana. medesimo contesto, quei carabinieri hanno constatato che all’interno dell’abitazione vi fosse persona estranea al suo nucleo familiare del predetto in violazione obblighi imposti da A.G.;

 

MATINO

Carabinieri stazione di Taviano, hanno deferito in stato di libertà un uomo, poichè – seguito perquisizione domiciliare – è stato sorpreso detenere gr. 14.2 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, un bilancino di precisone, e materiale vario per confezionamento stupefacente.

 

MARTANO

Militari locale arma, traevano arresto in flagranza: R.S. cl. 1963, predetto, seguito perquisizione personale, veicolare e domiciliare, veniva trovato in possesso di:

  1. 10,48 (diecivirgolaquarantotto) di sostanza stupefacente del tipo eroina, contenuta in nr. 7 involucri;
  2. 2 bilancini di precisione;

materiale vario idoneo al confezionamento di dosi;

euro 290,00 in banconote vario taglio, ritenuto verosimile provento pregressa illecita attività spaccio.

tutto sottoposto a sequestro. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso ufficio corpi reato. somma contante sara’ versata su libretto di deposito giudiziario. arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza. a.g. informata da stazione di Martano che procede

 

GALATONE

Militari n.o.r. – aliquota radiomobile- compagnia di Gallipoli unitamente a personale stazione cc di Galatone, traevano in arresto in flagranza: m. a., cl. 1984.

Circostanza operanti, dopo aver fermato l’autovettura condotta dal m. insospettiti dall’atteggiamento tenuto dallo stesso durante il controllo, procedevano ad effettuare perquisizione locale, personale e domiciliare, rinvenendo:

nr.1 involucro in cellophane bianco contenente grammi 20,5 circa di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”;

nr.1 bilancino di precisione;

nr.1 coltello e nr.1 forbice con tracce di sostanza stupefacente del tipo cocaina;

nr.1 nastro isolante utilizzato per il confezionamento della sostanza stupefacente.

sostanza stupefacente, in attesa delle analisi di laboratorio, e materiale rinvenuto sottoposti a sequestro e custoditi presso gli uffici della p.g. operante. arrestato espletate le formalità di rito, sarà tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari come disposto da a.g. informata da dipendente aliquota radiomobile e stazione cc Galatone che procedono.

 

CASTRI’ DI LECCE

militari stazione cc Calimera (le), seguito attività info investigativa, deferivano in stato di libertà, p. b. d., cl. 76, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Predetto, seguito perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di

  1. 4 (quattro) piante di canapa indiana altezza variabile 20 (venti) / 90 (novanta) cm,
  2. 18 (diciotto) di sostanza stupefacente del tipo marijuana,

un bilancino di precisione e

vario materiale per il confezionamento.

sostanza stupefacente avviata ad analisi di laboratorio. reperti assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso competente ufficio corpi di reato. a.g. informata da stazione cc calimera che procede.

 

SURBO

Militari locale stazione cc, eseguivano ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Lecce – sezione gip, traendo in arresto: elia marco, cl.  90, sottoposto agli arresti domiciliari.

Provvedimento in esecuzione emesso su richiesta di aggravamento avanzata dalla stazione di surbo seguito attività d’indagine per diverse violazioni delle prescrizioni impostegli.

arrestato espletate formalità di rito, veniva tradotto presso casa circondariale borgo san nicola di lecce. a.g. informata da stazione cc surbo che procede.

 

MURO LECCESE

Personale arma locale, conclusione attività indagine seguito denuncia sporta, deferiva in stato libero: donna cl.1985. predetta, cognata della denunciante, approfittando della possibilità di avere libero accesso nell’abitazione della vittima, nel periodo compreso tra il 04/04/2021 ed il 09/04/2021 asportava dal suo interno vari monili in oro, rivendendoli in parte in un negozio compro oro che provvedeva successivamente alla loro fusione. A.G. informata da arma Muro Leccese che procede.

 

CUTROFIANO

In ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura generale della repubblica presso la corte di appello di Lecce – ufficio esecuzioni penali-, i militari della stazione cc di Cutrofiano, traevano in arresto: epifani francesco, cl.1973, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 9 (nove), mesi 5 (cinque) e giorni 10 (dieci) di reclusione per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante di cui all’art.7 d.l. 152/1991 commessi dal 2014 al 2015.

arrestato espletate le formalità di rito, tradotto presso la casa circondariale di Lecce. A.G. informata da stazione cc Cutrofiano che procede

 

LECCE

Militari stazione cc Lecce S. Rosa, eseguivano ordine di carcerazione per espiazione di pena detentiva, emesso da ufficio esecuzione penale del tribunale di Lecce, traendo in arresto zeque kujtim, cl. 72.

Predetto veniva rintracciato dovendo espiare pena detentiva di anni 3 (tre), mesi 6 (sei) e giorni 4 (quattro) di reclusione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, episodi accertatati in Torre Chianca – marina di Lecce il 14 giu 2020.

Arrestato, espletate formalità di rito, è stato tradotto presso casa circondariale Borgo San Nicola di Lecce su disposizione A.G. informata da stazione cc Lecce S. Rosa che procede.

 

Inoltre carabinieri operanti, ambito giurisdizione, hanno controllato, nel corso dei posti di blocco, circa 1.100 mezzi e 800 persone, segnalando alla prefettura di Lecce nr. 12 giovani per “uso non terapeutico di sostanze stupefacenti”. Materiale e sostanza stupefacente sottoposti a sequestro, assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso l’ufficio corpi reato del tribunale di Lecce. Autorità Giudiziaria ed Amministrativa informate.

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment