Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàBRINDISI: Bobo Aprile, sindacalista Cobas, accusato di “manifestazione non autorizzata”

BRINDISI: Bobo Aprile, sindacalista Cobas, accusato di “manifestazione non autorizzata”

BRINDISI: Bobo Aprile, sindacalista Cobas, accusato di “manifestazione non autorizzata”

img_archivio1222015164530

Si tratta dell’iniziativa del 30 settembre in solidarietà con i disoccupati.

Ennesima tegola giudiziaria per Roberto Aprile, sindacalista dei Cobas. Questa volta la denuncia è scattata con l’accusa di “manifestazione non autorizzata”. I fatti lo scorso 30 settembre 2014, quando i Cobas, insieme a molte altre realtà, in piazza Vittorio manifestarono in solidarietà con i disoccupati, in concomitanza con il processo per il blocco dei disoccupati. “Le lotte per il lavoro non si arrestano” era il titolo della manifestazione. Nonostante vi fosse stata la richiesta di suolo pubblico, la questura – non avendo ricevuto comunicazione – ha ritenuto vi fossero i termini per la denuncia. Il responsabile è stato poi individuato in Bobo Aprile, che subirà il processo domani, venerdì 14 ottobre.

“I contenuti per cui si è lottato quei giorni davanti alla Monteco continuano ad essere presenti ancora oggi” scrive il Cobas “ed il Sindacato ancora una volta non si è girato dall’altra parte. La decisione della Ecologica Pugliese di far lavorare gente proveniente da altre province ha scatenato in questi mesi le proteste del sindacato. Ricordiamo” continuano “che in seguito alle proteste di allora il Sindaco Mennitti aveva ratificato nei capitolati di appalto il fatto che per le sostituzioni dovevano essere utilizzati disoccupati brindisini”.

Il Cobas ha organizzato un presidio domani pomeriggio, venerdì 14 ottobre, in piazza Matteotti. La manifestazione sarà in concomitanza  con i lavori del consiglio comunale.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment