Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàBRINDISI: DUE ANZIANI MULTATI PER AVER TRASGRIDITO LE REGOLE IMPOSTE CONTRO IL COVID -19

BRINDISI: DUE ANZIANI MULTATI PER AVER TRASGRIDITO LE REGOLE IMPOSTE CONTRO IL COVID -19

BRINDISI: DUE ANZIANI MULTATI PER AVER TRASGRIDITO LE REGOLE IMPOSTE CONTRO IL COVID -19

Per una birra, sanzione di 400 euro. Uno finisce all’ospedale. Il video dell’intervento dei vigili finisce online

Questa vicenda balza agli onori della cronaca non tanto per l’infrazione compiuta dai due anziani con conseguente ammenda elevata dagli agenti della Polizia Locale, né per il fatto che uno dei due contravventori, a causa di un malore accusato a seguito dell’evento, sia finito in ospedale ma perché il filmato dell’intervento dei vigili è finito sui social diventando virale.

Ciò ha determinato l’intervento dell’Adoc di Brindisi, sollecitata dai familiari dei due anziani. “Non entriamo nel merito delle motivazioni alla base dell’azione sanzionatoria sicuramente avallate da necessari presupposti- afferma Giuseppe Zippo, presidente Adoc Brindisi –   Ciò che riteniamo inaccettabile è la diffusione di un video che lede la privacy e l’immagine dei cittadini esponendoli al pubblico ludibrio. Ci chiediamo chi abbia effettuato le riprese. Un cittadino presente all’episodio? Se così fosse ci chiediamo perché la Polizia locale non sia intervenuta a tutela dei cittadini sanzionati, non volendosi neppure ipotizzare  che le riprese  siano state effettuate da un agente della stessa Polizia Locale, nè credendosi che agenti della P.M.  possano essere incorsi nelle fattispecie di illecito integrate dalla realizzazione del video e alla sua diffusione”.

L’Adoc informa che inoltrerà al Sindaco di Brindisi una nota affinché si faccia chiarezza sulla vicenda al fine di tutelare i cittadini coinvolti ma anche soprattutto l’immagine della Polizia locale. “Ci riserviamo, inoltre, non dovessero giungere riscontri appropriati,  di interessare le autorità giudiziarie e  di vigilanza preposte, per i provvedimenti dì competenza”, conclude l’associazione consumatori.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment