Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàBRINDISI: IRRUZIONE IN UNA CENTRALISSIMA SALA GIOCHI

BRINDISI: IRRUZIONE IN UNA CENTRALISSIMA SALA GIOCHI

BRINDISI: IRRUZIONE IN UNA CENTRALISSIMA SALA GIOCHI

Era appena sorto il giorno di oggi, allorché a Brindisi, in corso Garibaldi, pieno centro cittadino, un commando col viso coperto composto di sei persone ha fatto irruzione nella sala slot Royal. I malviventi hanno preso in ostaggio il gestore del locale, sotto la minaccia di un piede di porco, hanno preso una slot machine e un cambiamonete, oltre alla somma contante di circa 200/euro contenuta in cassa. Il commando, dopo aver caricato le due macchinette su una delle due auto con cui erano arrivati, si sono allontanati in direzione della  via Provinciale per Lecce e , per rallentare i carabinieri, hanno cosparso la strada alle loro spalle con dell’olio.

I militari hanno fatto convergere per perlustrare la zona le pattuglie presenti sul territorio della Sezione Operativa e Radiomobile della Compagnia e hanno individuato le due auto dei banditi. È scattato l’inseguimento lungo la SP88 litoranea sud, tra un’autovettura civetta della Sezione Operativa e le due vetture sospette, un’Alfa Romeo Giulietta (rubata in giornata a Taranto) e una Fiat Panda (di proprietà di una donna di 79 anni, di Brindisi), che si sono date alla fuga alla vista dell’auto dei carabinieri. Dopo circa 3  km, percorrendo anche strade sterrate, i sei malviventi, rimasti in panne con una delle due auto, le hanno abbandonate entrambe per proseguire la fuga a piedi, al buio, facendo perdere ogni traccia. Sul posto sono state fatte confluire altre pattuglie della Sezione Radiomobile e quella della Stazione Tuturano per le ricerche, che al momento hanno dato esito negativo.

Sono state recuperate entrambe le macchinette rubate, che erano state già aperte e svuotate dell’incasso. Trovato anche il al piede di porco. Le attività di ricerca sono state diramate a tutti i servizi nelle province di Brindisi, Lecce e Taranto.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment