Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportCAMPIONATO SERIE B – PESCARA VS LECCE – LA CRONACA

CAMPIONATO SERIE B – PESCARA VS LECCE – LA CRONACA

CAMPIONATO SERIE B – PESCARA VS LECCE – LA CRONACA

Alla fine ci scappa il golletto beffardo e il Lecce rimanda il tris di vittorie

Primo tempo:

12′ – Gran giocata di Rodriguez Delgado che si “auto-lancia” in velocità dopo una chiusura difensiva di Maggio nell’area del Lecce. Lo spagnolo corre nella trequarti avversaria, si appoggia su Henderson cercando un ultimo passaggio al limite dell’area, ma è corto. Il Pescara riparte.

18′ – Coda scatta sul filo del fuorigioco, si allarga sulla sinistra, ottimo “scarico” indietro per Hjulmand che con il destro trova una deviazione in traiettoria che smorza il tiro, tra le braccia del portiere che si distente e blocca.

24′ – Hjulmand, che lettura, che posizionamento! Doppia chiusura del danese che si trova due volte (e non per caso) sulle linee di passaggio del Pescara e chiude tutto.

33′ – Henderson aggancia bene nel cuore dell’area, spostato sulla sinistra, ma si trascina il pallone sul fondo al momento del cross.

32′ – Maggio chiude bene in scivolata evitando il peggio con il Lecce spezzato in due sorpreso da un brutto errore di Gallo che perde un pallone in fase di possesso.

35′ – Illuminante Hjulmand: lancio di trenta metri dalla difesa giallorossa a ripartire, Coda è solo davanti al portiere che deve uscire sulla trequarti per “sparare” sul fondo il pallone, in rimessa laterale. Grande iniziativa del danese del Lecce.

38′ – Maggio firma il primo sorriso personale in giallorosso. Sugli sviluppi dell’angolo Fiorillo con i pugni allontana sul fronte opposto, Lecce che ricomincia con pazienza, cross perfetto per la testa di Meccariello che firma l’assist, sponda per Maggio che arriva come un treno in acrobazia e mette dentro. Grandi festeggiamenti per l’ex azzurro, molto apprezzato dai compagni. Pescara-Lecce 0-1

42′ – Impressionante Hjulmand, per l’ennesima volta nel posto giusto al momento giusto chiude un’avanzata del Pescara e riparte, prendendosi anche fallo (da Memushaj).

45′ – FINALE DI PRIMO TEMPO, PESCARA-LECCE 0-1.

 

Secondo tempo:

 

46′ – Si riparte, senza Memushaj nel Pescara, c’è Maistro.

48′ – Maistro crea scompiglio (il Lecce dovrebbe mettere mano a qualche correttivo per frenare il nuovo entrato): apertura a destra dopo una gran volata per vie centrali, cross basso e tagliato di Dessena, Odgaard in spaccata tocca solo leggermente. Gabriel para

51′ – Azione laboriosa del Lecce: Gallo da sinistra mette dentro un cross che sembra lungo, ma Masciangelo lo corregge in angolo su pressione di Majer.

52′ – Angolo con il “solito” Meccariello che cerca il bersaglio grosso e sfiora di testa, nulla di fatto.

63′ – Sonnolento il Lecce che lascia strada a Bellanova sulla destra che parte dal centrocampo e arriva indisturbato in piena area da destra, accentrandosi. Assist al “bacio” per Odgaard che viene anticipato alla grande da Lucioni che esce palla al piede e fronte alta, mentre il danese si dispera, praticamente stava “caricando” il tiro in attesa che arrivasse il pallone, ma è arrivato prima il capitano di giornata del Lecce.

66′ – Triplo cambio nel Lecce, addirittura: dentro Mancosu per Majer, poi Maselli per Henderson, fuori anche Coda per l’ex Pettinari.

71′ – Mancosu “strappa” un paio di palloni, apre il gioco su Bjorkengren che poi perde il duello sulla sinistra offensiva del Lecce con il suo marcatore.

77′ – Che paura per il Lecce! Machin si intrufola dal vertice basso dell’area di rigore con un bellissimo preziosismo tecnico, Bjorkengren mette un piede di troppo, vorrebbe chiudere in scivolata e sarebbe una scelta disastrosa, causerebbe il rigore. Machin risolve tutto scivolando da solo al momento dell’impatto.

76′ – Maistro avanza e dal limite scocca il destro, parato da Gabriel, una furia con i suoi compagni, “colpevoli” di far avanzare troppo gli attaccanti avversari, sino al tiro.

79′ – Recrimina la concessione di un calcio di rigore il Pescara: Lucioni accompagna Maistro sul fondo, il numero 37 abruzzese finisce a terra scivolando, mentre Gabriel chiude con una spalla l’inserimento di Giannetti che avrebbe voluto avventarsi sul pallone che invece muore sul fondo. Per Robilotta, ben piazzato nell’occasione, non c’è contatto falloso. Ci sembra giusto così.

82′ – Gabriel in presa su cross di Masciangelo: blocca il pallone.

83′ – Lecce che respira: questa volta Mancosu “accende” la luce, servizio per Rodriguez Delgado, chiuso in angolo.

84′ – Doppio cambio in casa Lecce: prima dell’angolo dentro Tachtsidis e Paganini, fuori Bjorkengren e Rodriguez Delgado. Lecce tutto a protezione del risultato.

85′ – Angolo senza sviluppi per il Lecce, Tachtsidis si trova al posto giusto al momento giusto, ma trova anche il “muro” umano di Bellanova

86′ – Fermato in fuorigioco Mancosu, Lecce che comunque prova a tenersi alto.

90′ – Calcio di punizione dal limite dell’area per il Pescara, causato da un fallo di Maselli in chiusura, molto duro, probabilmente a rischio giallo…

90′ + 1′ – Busellato dopo un batti e ribatti dal calcio di punizione precedente infila Gabriel in area piccola. Pescara-Lecce 1-1.

90′ + 4′ – FINALE ALLO STADIO ADRIATICO, PESCARA-LECCE 1-1.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment