Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàCARABINIERI RINTRACCIANO ORI RUBATI E IDENTIFICANO RICETTATORE

CARABINIERI RINTRACCIANO ORI RUBATI E IDENTIFICANO RICETTATORE

CARABINIERI RINTRACCIANO ORI RUBATI E IDENTIFICANO RICETTATORE

carabinieri 9

Il soggetto era in affidamento in prova ai servizi sociali ora è stato trasferito in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Castrignano del Capo (Le) e della Stazione di Gagliano del Capo (LE) hanno dato esecuzione, nei confronti di RAONA Donatello, classe 1986, al decreto di sospensione dell’affidamento in prova ai servizi sociali emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Lecce, affidamento che rappresenta misura alternativa di cui il Raona beneficiava dal mese di marzo.

A tale decreto si è giunti grazie all’attività investigativa dei Carabinieri di Castrignano del Capo (Le) avviata a seguito della denuncia di una donna che nell’ottobre scorso era stata vittima di un odioso furto in abitazione: nella circostanza, ignoti avevano, in sua assenza, messo a soqquadro tutte le stanze dell’abitazione ed erano riusciti a impossessarsi e portare via diversi ori e gioielli di famiglia dall’ingente valore sia economico che soprattutto affettivo. Presa dalla disperazione, la donna si è affidata ai Carabinieri, i quali, una volta entrati in possesso della descrizione il più particolareggiata possibile dei preziosi e di alcune immagini di parte di essi, si sono immediatamente attivati per ricercare ogni possibile canale di ricettazione della merce. Sono stati così contattati diversi esercizi compro oro della provincia; dopo alcuni giorni di ricerca, la perseveranza dei militari ha fornito i risultati sperati: in tre diversi esercizi situati in Casarano e Gallipoli i Carabinieri di Castrignano del Capo sono riusciti a rintracciare alcuni gioielli poi riconosciuti dalla proprietaria e alla stessa successivamente restituiti con sua grandissima riconoscenza. Il Raona, in base ai registri di carico dei compro oro, figurava come il venditore di tali oggetti e di conseguenza è stato immediatamente segnalato anche alla competente Autorità di Sorveglianza che ha disposto, quindi, l’immediata sospensione dell’affidamento in prova ai servizi sociali determinando così il suo trasferimento in carcere. Rintracciato presso la sua abitazione in Gagliano del Capo dai Carabinieri della Compagnia di Tricase, al Raona veniva quindi notificato il provvedimento e, al termine degli atti di rito, veniva trasferito in carcere. Si rammenta l’importanza di fotografare sempre i propri ori e oggetti preziosi, così da rendere più agevoli ed efficaci, in caso di furto degli stessi, le indagini da parte dei Carabinieri.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment