Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaCarceri: “Condividiamo e sosteniamo la protesta del Sappe di Taranto. Emiliano informi il ministro Orlando e come assessore alla Sanità si occupi della Salute dei detenuti”

Carceri: “Condividiamo e sosteniamo la protesta del Sappe di Taranto. Emiliano informi il ministro Orlando e come assessore alla Sanità si occupi della Salute dei detenuti”

Carceri: “Condividiamo e sosteniamo la protesta del Sappe di Taranto. Emiliano informi il ministro Orlando e come assessore alla Sanità si occupi della Salute dei detenuti”

SIMBOLO DEL CORConservatori_e_Riformisti_logo (1)

Dichiarazione del gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti (Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola)

Non possiamo non condividere il senso della protesta degli agenti penitenziari di Taranto, del resto non è la prima volta: mesi fa ad attirare l’attenzione sul problema era stato il nostro parlamentare tarantino, Gianfranco Chiarelli. Quindi oggi non possiamo non  sostenere  la loro richiesta di essere trasferiti in altre strutture penitenziarie, così come annunciato oggi dal segretario nazionale del Sappe, Pilagatti. Fermo restando la consapevolezza che dappertutto, non solo a Taranto, la situazione è al limite della vivibilità, per i detenuti, e di impossibilità di poter lavorare per chi opera all’interno del carcere.

La Puglia, per altro, è fra  le regioni italiane  con il maggior sovraffollamento carcerario: rispetto ai 2.350 posti le presenze nelle celle superano i tremila detenuti, mentre l’organico della polizia penitenziaria è inferiore del 10%. Mentre si fa sempre più copiosa la presenza di nuovi detenuti con malattie psichiatriche o patologie gravi che complica il già difficile lavoro. A Taranto una delle situazioni più critiche, di recente ci sono stati anche agenti aggrediti e malmenati, mentre quotidianamente vengono sottoposti a turni massacranti.

Chiediamo, quindi,  al presidente Emiliano di farsi portavoce nei confronti del ministro Orlando, per altro entrambi del Pd, della situazione che si sta vivendo nelle carceri pugliesi. Il presidente sempre molto attento al capoluogo jonico vogliamo ricordargli che Taranto è anche questo, non solo “argomenti da prima pagina”. E sempre a Emiliano, in qualità di assessore alla Sanità, evidenziamo che la competenza della Sanità penitenziaria ricade sulle Asl. Ora, mentre quella di Lecce ha provveduto a siglare un protocollo d’intesa adeguato, nulla è stato predisposto nelle altre Asl. Emiliano che fa, attende l’ennesimo report per muoversi?

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment