Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàCENTRO DIURNO LECCE “DOPO DI NOI”: “REGIONE INTERVENGA PER SCONGIURARE CHIUSURA DELLA STRUTTURA”

CENTRO DIURNO LECCE “DOPO DI NOI”: “REGIONE INTERVENGA PER SCONGIURARE CHIUSURA DELLA STRUTTURA”

CENTRO DIURNO LECCE “DOPO DI NOI”: “REGIONE INTERVENGA PER SCONGIURARE CHIUSURA DELLA STRUTTURA”

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Paride Mazzotta.

“E’ un’importante realtà nella città di Lecce ad occuparsi del mantenimento e recupero dei livelli di autonomia delle persone diversamente abili, eppure rischia di chiudere i battenti dal prossimo 15 giugno: sul centro diurno socio-educativo per disabili gravi “Dopo di Noi” ho presentato un’interrogazione diretta al presidente della Giunta regionale e all’assessore alla Salute. Due sono i punti critici che mettono a rischio la struttura socio-assistenziale: la carenza di personale specializzato e l’urgenza di compiere lavori di adeguamento strutturale per conformare gli spazi alla normativa vigente. E la Regione non può non farsi carico della questione, scongiurando l’interruzione di servizi importantissimi: il centro, infatti, si prende cura dei disabili gravi con notevole compromissione delle autonomie funzionali, ma supporta anche le loro famiglie. Restare fermi davanti ad una situazione del genere significherebbe non avere sensibilità umana, prima ancora che politica, nei confronti di decine di famiglie che già vivono una quotidianità fatta di ostacoli, barriere, difficoltà, amarezze. Vorrebbe dire porsi con indifferenza davanti ai disagi che patirebbero le persone assistite, privandole di attività indispensabili per costruire, giorno per giorno, un piccolo “orticello” di autonomia nei limiti della propria condizione. Peraltro, vi operano 20 unità di lavoratori specializzati che, in caso di chiusura, si troverebbero improvvisamente senza reddito. Chiedo, quindi, al governo regionale di intervenire con provvedimenti urgenti per garantire la continuità del servizio e mettere in sicurezza il futuro delle persone assistite e dei dipendenti”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment